#MyCurvyPride: VALENTINA CARBONE

E poi, dopo anni, vedi intorno a te un mondo che non ti calza. Chiedi il numero più grande ma non lo trovi. Vedi quella scarpa fantastica in vetrina ma sei costretta ad ammirarla solamente, sperando che un giorno tu possa entrare spavalda in quel negozio, prendere quella che ti va meglio e andare via…senza pagare! Senza pagare il peso di quelle giornate malinconiche in cui non fai altro se non star sola a pensare e, nel frattempo, farti ancor più del male. Senza parlare di quelle notti in cui bagni il tuo cuscino con una lacrima sapendo già che non ti sveglierai con il sorriso.

Queste sono alcune righe del mio primo libro “Perché le lacrime ti insegnano a sorridere”. E, tra queste righe, si evince quella che sono: malinconica, riflessiva e pensierosa ma con una grandissima voglia di essere felice.

12496227_10208914340474882_6454540257678269318_o

Chi sei? Sono Valentina, ho 28 anni e amo la vita. Ho studiato tanto e continuo a farlo. Ho sempre amato il mondo della moda e, da qualche anno, lo sto plasmando a quello della comunicazione attraverso un blog, un canale youtube e diversi profili social. Sono delle pagine personali, le mie, fondamentalmente improntate sulla moda per donne curvy.

Che cos’è per te Curvy Pride? Lo dice la parola stessa: l’orgoglio di essere curvy. E non credo ci sia cosa più bella che accettare la propria bellezza seppur diversa da quella trasmessa in tv.

Ti sei mai sentita discriminata per la tua fisicità? C’è un capitolo, nel mio libro, che parla esattamente di questo. Racconto nei minimi dettagli quello che mi è successo e vi assicuro che riportare su carta le mie emozioni di quel momento è stato come dare un calcio a un cagnolino morente sul ciglio della strada. Sì, è successo.

Come hai reagito? ““Hey, lascia perdere, è ubriaco, fa finta di nulla… guarda che non m’interessa quello che ha detto”. È questa la frase che è uscita sempre, negli anni a seguire, dalla mia bocca in situazioni così imbarazzanti. Ma dentro di me, la sensazione era l’opposta. Morivo dentro. Volevo piangere. Volevo disperarmi silenziosamente nel letto di casa mia dove nessuno poteva rintracciare le mie emozioni. Dove nessuno poteva intrufolarsi per chiedermi di parlare.”

Come hai imparato ad accettarti e ad amarti? Il percorso è stato ed è lungo e travagliato. Come una coppia di fidanzati, io e il mio corpo, abbiamo alti e bassi. Ci sono periodi in cui ci si vorrebbe svegliare senza conoscerci altri in cui siamo alleati forensi. Ma, in ogni caso, conviviamo con il sorriso.

Che cos’è la bellezza? E che peso ha nella tua vita? Un grande biglietto da visita, in alcuni casi. Una sciagura, in altri. L’importante è essere belli per se stessi. Il resto non deve importarci.

Valentina Carbone

Qual è la figura maschile o femminile che più rappresenta il tuo ideale di bellezza e perché? Ashley Graham. Se esiste la reincarnazione, ho già dato qualche istruzione a chi ci guarda da lassù.

Se potessi esprimere un desiderio cosa vorresti cambiare attraverso la Curvy Revolution? La mentalità della gente che si ostina a giudicare il grasso e il magro a prescindere dalla bellezza interiore. Ricordate che “ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile, sempre”.

Qual è la curva che ami di più del tuo corpo? Perché? Quella del cervello. La più attraente, in assoluto. Ma anche sedere e seno non sono male. ^_^

Se ti dico Curvy Pride qual è la prima cosa che ti viene in mente? La tenacia della gente che lavora dietro a questo grande progetto.

Una frase che ti rappresenta? Homo faber fortunae suae.

 

Annunci

Un Commento

  1. Pingback: Un'intervista curvy per Curvy Pride

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...