LA MALATTIA DELLE PERSONE “PERFETTE”: LA GRASSOFOBIA

Perché perfette è tra le famose virgolette del sarcasmo (come le chiamo io).

Perché la maggior parte delle persone che si sentono all’altezza di giudicare una persona sovrappeso si crede appunto “perfetta”, probabilmente si guarda allo specchio e si crede il bronzo di Riace oppure la modella di victoria’s secret di turno.

OCCHIO NON HO NIENTE CONTRO LE MODELLE DI QUEL BRAND E TANTO MENO CON I PALESTRATI CHE SIA CHIARO E SOPRATTUTTO NON STO FACENDO DI TUTTA L’ERBA UN FASCIO.

Va benissimo che tu ti senta così, l’autostima è una cosa stupenda e tutti dovrebbero averla, ma dovete imparare che non tutti hanno quell’autostima e non tutti hanno il coraggio di guardarsi allo specchio ed ammirarsi per quello che è.

Eppure, sembra che in fondo vi manca qualcosa, perché chi è a posto con sé stesso non denigra e offende gli altri.

Ma noto con tristezza e dispiacere che voi perfetti soffrite di questa malattia chiamata GRASSOFOBIA.

Non potete vedere una persona grassa che iniziate con le risatine e le battutine fuori luogo, quando sono a bassa voce si può anche ignorare ma, molte volte cari miei le cose le dite ad alta voce, in mezzo alle persone in modo da avere i vostri 3 minuti di gloria.

Alcuni rideranno insieme a voi altri vi guarderanno e penseranno che siete solo maleducati (cosa più probabile).

Ed è lì che una persona che già si sente osservata di suo mentre cammina ed ha anche grossi problemi ad accettarsi si sentirà profondamente ferita perché fidatevi quando succede una cosa del genere la prima sensazione è quella di un pugno a grandezza Hulk nello stomaco e poi ti viene quella fitta al cuore ed un dolore incredibile al petto, ma tranquilli anche se siamo grassi non significa che sia un infarto.

Più precisamente quelle sensazioni riguardano qualcosa come vergogna di se stessi, umiliazione, ecc. E vi dico una cosa un cuore non si spezza soltanto quando si finisce una relazione, un cuore si spezza anche quando veniamo insultati, presi in giro, esclusi e così via…

Pensate che se vi comportate così la state aiutando? Pensate per caso che quando quella persona che avete preso in giro arriverà a casa piangerà e probabilmente avrà ancora più vergogna di se stessa? CERTO CHE NON LO PENSATE SENNO MICA LO FACEVATE GIUSTO? (Almeno lo spero).

Sapete quante persone hanno deciso di suicidarsi per queste cose e non parlo solo di adulti ma anche di ragazzini che vengono presi di mira a scuola dai compagni “fighetti” che non hanno nulla di meglio da fare durante la ricreazione che prendersela con il compagno cicciottello che magari se ne sta per conto suo perché sa di non essere accettato da nessuno o almeno lui crede così e voi lo aiutate ad aumentare i suoi complessi di inferiorità.

Quindi ho una brutta notizia per voi… Non siete così perfetti come credete, vi manca una cosa che vi rende un pochino più umani e si chiama EMPATIA.

Dopo questa prima parte vorrei parlare anche delle pubblicità che si divertono a prendere in giro le persone grasse come se fossero fenomeni da circo o qualcosa di simile e rientrano perfettamente nei parametri della grassofobia.

Si, perché non basta essere presi in giro dalle persone, anche il mondo pubblicitario deve infierire, credo che chi abbia ideato questa pubblicità non si sia minimamente chiesto come si può veramente sentire una persona sovrappeso.

Io riesco quasi ad immaginarvi seduti sulle vostre belle sedie mentre guardate il vostro “capolavoro” ridendo e discutendo sul fatto che questa sicuramente è una trovata di marketing eccezionale.

Beh! Se vi fa piacere la mia opinione credo che fare soldi prendendo in giro una persona con problemi di peso sia una cosa disgustosa.

Che poi vorrei ben dire voi la cioccolata non la mangiate vero?

Potrei anche accettare i fiori a San Valentino anche perché mi piacciono un sacco, ma se il mio fidanzato volesse integrare il regalo con una scatolina di Raffaello mica dico di no.

Vorrei ricordare a tutti che anche noi “ciccioni” abbiamo un cuore proprio come tutti, anche noi abbiamo sentimenti e probabilmente siamo anche molto più sensibili degli altri perché soffriamo tutti i giorni con i pregiudizi e le parole cattive delle persone.

Per tutti la vita è una battaglia ma per noi lo è ancora di più semplicemente perché non siamo uguali a voi, ma lo ripeto siamo comunque persone e come tali meritiamo rispetto e comprensione.

Meritiamo un sorriso e un abbraccio, anche una pacca sulla spalla va bene non è chiedere tanto.

Quindi se avete quell’amico che ha qualche chilo in più e che si sente a disagio ed è una delle motivazioni che non lo fa stare bene ogni tanto, ho un consiglio per voi.
Vi dico una cosa che tanti anni fa mi disse mia nonna.

“Guarda attentamente una persona negli occhi, di solito quando si è tristi quella luce che si sprigiona naturalmente è spenta e vuol dire che c’è qualcosa che non va”.

E cosa puoi fare tu? Siediti con lui e parlane, molte volte le parole di incoraggiamento e di conforto di un amico valgono più che 10 sedute dallo psicologo non perché non faccia bene andare anche dallo psicologo ma perché le cose dette dalle persone a cui vogliamo bene scaldano il cuore.

Quelle parole sono come l’olio che metti nella porta arrugginita sai perché? Perché per un momento la voce che quella persona ha in testa e che probabilmente è quella che causa 3000 paranoie smette di parlare, si zittisce.
Perché in quel momento,quella persona si sente voluta bene e quindi quella giornata che si prospettava decisamente buia, diventa leggermente più soleggiata.

Estela Regina Baroni

Uno spirito libero e avventuriera. Con la passione per la recitazione che sogna ogni sera il suo discorso per quando riceverà l’Oscar.
Follemente innamorata della vita e amante delle sue curve.
Mai smettere di sognare e combattere per ciò che vuoi,metti i tuoi sogni in tasca e portali sempre con te e questo ti ricorderà che sei ancora vivo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...