#DilloaCurvyPride intervista all’autrice LAURA CHIAPPARINI

I 33+1 protagonisti ed autori del libro DILLO A CURVY PRIDE sono persone comuni che hanno aperto il loro cuore e raccontato spaccati della loro vita, vincitori del contest promosso dalla Giraldi Editore in collaborazione con l’Associazione CURVY PRIDE – APS. Abbiamo deciso di intervistarli per farveli conoscere.  

Oggi si aprirà a noi: LAURA.

Breve descrizione personale: Mi chiamo Laura, ho 37 anni e da anni mi occupo di essere una degna “bodypositive activist”.

Qual è stata la motivazione che ti ha spinto a partecipare al concorso letterario “DILLO A CURVY PRIDE”?
Ho deciso di raccontarmi a “dillo a Curvy Pride” perché la mia storia parla di violenza e vorrei che il mio messaggio arrivasse a più persone possibili.

Quali sono i temi che affronti nel tuo racconto?
Non è facile parlare della propria storia personale perché è un “mettersi a nudo” di fronte a persone che non conosci. Spesso si ha paura del giudizio altrui, ma io, che l’ho vissuta in prima persona questa paura, vorrei che chi si rivede nella mia storia agisca immediatamente senza pensare a ciò che passa per la testa di altre persone. Si sprecano troppi anni di sofferenze e ingiustizie sulla propria pelle! Soprattutto per colpa della paura, mentre bisogna ripetersi ogni giorno che  la vita è una sola ed è un dono preziosissimo, quindi ognuno di noi ha tutto il diritto di viverla nel migliore dei modi possibili per sé!

Cosa speri che il tuo racconto possa trasmettere a chi lo leggerà?
È difficile, dopo una storia di violenza, dimenticare ogni singolo episodio e le  sensazioni  provate in quei momenti, ma il mio racconto vuole anche mandare un messaggio di speranza: tutto può cambiare, basta che lo decidiamo noi e soprattutto che la vita è meravigliosa e riserva anche delle bellissime sorprese.

E’ cambiato qualcosa in te dopo aver scritto il racconto? Se sì, cosa? 
Mi era già capitato di scrivere la mia storia ed ogni volta che la scrivo rifletto e mi aiuta a capire chi ero e chi sono diventata.

Una volta lessi una frase che citava “l’umanità ha bisogno di ascoltare storie”, cosa ne pensi? Credo che l’umanità abbia bisogno di ascoltare storie perché così ognuno di noi può avere una visione più ampia della vita, che non credo sia facile, per nessuno di noi. Ognuno porta con sé un bagaglio di esperienze positive e negative e, se c’è la condivisione, c’è anche più consapevolezza di ciò che accade nel mondo, non solo nella propria vita.

Perché? Si imparano molti aneddoti da altre storie e poi c’è la possibilità di confrontarsi, di ricevere consigli, di fare anche un approfondimento su noi stessi

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? I miei progetti per il futuro sono moltissimi e riguardano sia la sfera familiare, che la sfera lavorativa e di studio, ma anche progetti legati ai miei hobbies.

Cosa ti rende felice? Mi rende felice pensare di avere attorno a me persone che mi comprendono e che vanno al di là dell’apparenza; mi rende felice sapere di avere la caparbietà per raggiungere i miei obiettivi e questo mi dà molta soddisfazione.

Completa la frase: Puoi fare qualsiasi cosa se… penso che “le difficoltà spesso preparano le persone normali ad un destino straordinario” (cit. c.s Lewis )

Il libro “DILLO A CURVY PRIDE – Storie di vita” a cura di Antonella Simona D’Aulerio, pubblicazione Giraldi Editore con prefazione di LUCA WARD e omaggio di TONI SANTAGATA è in vendita in tutte le librerie, sul sito della casa editrice (www.giraldieditore.it) e su tutte le piattaforme on line

Questa Intervista è stato scritta dalla socia, collaboratrice dello staff e autrice del libro #dilloacurvypride Valentina Parentiche dedica partedel suo tempo alla crescita dell’Associazione Curvy Pride – APS.


Valentina Parenti (@momincolors ) sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale per questo è membro Curvy Pride, BodyPositiveCatWalk e ha creato @FelicitàFormosa su Parma. Valentina educa i suoi figli ad una “vita a colori” ed è il segreto della felicità #educareallafelicità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...