LA NOSTRA SOCIA SI RACCONTA: CRISTIANA IANNOTTA

Alle nuove socie viene inoltrata l’intervista alla quale si è liberi di aderire. Oggi si racconta a noi Cristiana Iannotta.

Chi sei?
Mi chiamo Cristiana, sono un’impiegata statale e, nel tempo libero coltivo la mia passione: scrivere.
Come hai conosciuto l’Associazione Curvy Pride?
Tramite Catia Proietti.

Che significa per te essere diventata socia?
Al momento conoscere nuove persone e condividere con loro dei valori importanti.

Ti sei mai sentita/o discriminata per la tua fisicità?
A volte ma, sono sincera, poche.
Come hai reagito?
Le prime volte mi sono chiusa in me stessa, poi mi sono fatta coraggio e sono andata avanti.
Come hai imparato ad accettarti e ad amarti?
Con il tempo ho capito che ognuno di noi è unico e che se non piaccio a qualcuno non è esclusivamente per causa mia.
Ti piace sfilare o farti fotografare? Se sì, per quale motivo?
Mi è sempre piaciuto, da quando ero ragazzina, anche se sono timida. Avevo circa 25 anni quando ho frequentato dei corsi di portamento e sono stati molto importanti. E’ stato un modo per forzare la timidezza e per guardarmi con altri occhi.

Per affermare la cultura della pluralità e dell’inclusione cosa è necessario fare?
Parlare. Esserci. Farsi conoscere, senza scimmiottare “gli altri”, ma elevando le qualità di ognuno. Che siano fisiche o intellettive o pratiche.
Una frase che ti rappresenta?
“… e uscirono a rivedere le stelle.”
Un messaggio per la community di Curvy Pride?
Amarsi per come siamo è un grande scoglio da superare, ma la soddisfazione è tanta quando si arriva alla meta.

La nostra nuova socia Cristiana Iannotta indossa col sorriso la “maglietta della felicità”

Questa intervista è stata pubblicata dalla socia, staff e autrice del libro #dilloacurvypride Valentina Parenti che dedica parte del suo tempo alla crescita dell’Associazione CURVY PRIDE – APS.

Un grazie a tutte le socie e i soci che credono nell’Associazione CURVY PRIDE – APS impegnandosi nel volontariato.

Valentina Parenti (@valentina_incolors ) sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale per questo è membro Curvy Pride, BodyPositiveCatWalk e ha creato @FelicitàFormosa su Parma. Valentina educa i suoi figli ad una “vita a colori” ed è il segreto della felicità #educareallafelicità.

#DilloaCurvyPride intervista all’autrice DONATELLA FENIO

I 33+1 protagonisti ed autori del libro DILLO A CURVY PRIDE sono persone comuni che hanno aperto il loro cuore e raccontato spaccati della loro vita, vincitori del contest promosso dalla Giraldi Editore in collaborazione con l’Associazione CURVY PRIDE – APS. Abbiamo deciso di intervistarli per farveli conoscere.  

Oggi si aprirà a noi: DONATELLA autrice del racconto “390 giorni”

Breve descrizione personale Mi chiamo Donatella Fenio ho 39anni e sono di Salerno.
Sono una ragazza gentile ma diretta e sempre molto positiva.

Qual è stata la motivazione che ti ha spinto a partecipare al concorso letterario “DILLO A CURVY PRIDE”?2 Volevo dare un mio contributo tangibile a questa bella iniziativa. Inoltre amo scrivere da quando avevo 7 anni. Ed ho già pubblicato un romanzo su una piattaforma on-line. Scrivere per me e come  respirare. Fa parte di me da sempre.

Quali sono i temi che affronti nel tuo racconto? Il tema affrontato nel mio racconto, che si intitola 390 giorni è quello della violenza sulle donne.

Cosa speri che il tuo racconto possa trasmettere a chi lo leggerà?4Quello che spero trasmetta il mio romanzo è speranza, e  essere consapevoli che anche se stiamo vivendo una storia sbagliata, ci meritiamo qualcuno che ci ami veramente, e che la violenza non è un modo di amare. Ma solo un modo di distruggere. E che chi è vittima di violenza non è responsabile. Ma soprattutto non è sola.

E’ cambiato qualcosa in te dopo aver scritto il racconto? Se sì, cosa?  forse non è cambiato nulla o magari è cambiato tutto ,uno scrittore alla responsabilità di quello che scrive è sicuramente per me è stato molto importante scrivere un romanzo toccando un tema così delicato. Sicuramente sono stata molto felice di far parte di questa iniziativa perché io sono felice ogni volta che scrivo.

Una volta lessi una frase che citava “l’umanità ha bisogno di ascoltare storie”, secondo te perché? l’umanità ha bisogno di ascoltare storie secondo me perché si immedesima in quello che legge, e perché magari così una persona si sente meno sola e riesce a sentirsi parte della storia che legge vivendola fino in fondo.
I miei progetti per il futuro sono di pubblicare il seguito del mio romanzo.
La prima parte si chiama Il segreto di Gabrielle Ross un thriller erotico che parla della violenza sulle donne.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?Dopo questo primo capitolo ne ho scritti ben altri due che parlano sempre della vita di Gabrielle, ma che non ho ancora pubblicato e mi auguro di riuscire a farlo.

Cosa ti rende felice? Mi rende felice vedere le persone intorno a me che stanno bene.
E mi rende molto felice scrivere.

Completa la frase “Puoi fare qualsiasi cosa se… Puoi fare ogni cosa se ci metti il cuore.”

Il libro “DILLO A CURVY PRIDE – Storie di vita” a cura di Antonella Simona D’Aulerio, pubblicazione Giraldi Editore con prefazione di LUCA WARD e omaggio di TONI SANTAGATA è in vendita in tutte le librerie, sul sito della casa editrice (www.giraldieditore.it) e su tutte le piattaforme on line

Questa Intervista è stato scritta dalla socia, collaboratrice dello staff e autrice del libro #dilloacurvypride Valentina Parentiche dedica partedel suo tempo alla crescita dell’Associazione Curvy Pride – APS


Valentina Parenti (@momincolors ) sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale per questo è membro Curvy Pride, BodyPositiveCatWalk e ha creato @FelicitàFormosa su Parma. Valentina educa i suoi figli ad una “vita a colori” ed è il segreto della felicità #educareallafelicità.

#GratitudeCurvy31 e il Diario della Gratitudine

Ciao, sono Valentina Parenti e sono socia e membro dello staff di Curvy Pride. Sono una grande appassionata di colori, grafiche e arte.

Sull’onda delle mie passioni, l’anno scorso ho creato per Curvy Pride la mia idea grafica di GRATITUDINE e, tramite i profili social dell’Associazione, ho pubblicato per 31 giorni consecutivi le immagini, le evocazioni, i miei pensieri e consigli su 31 aspetti della vita che hanno molto a che fare con questo argomento.

Lo scopo del mio piccolo progetto era quello di stimolare le persone a pensare che nella vita di tutti i giorni c’è molto altro oltre l’aspetto estetico e che è sano per tutti noi essere grati di ogni cosa, a cominciare da quelle piccole.

Per trovare tutti i pensieri sulla gratitudine ti basterà cercarli con l’hashtag #gratitudecurvy31; Se ti piacciono pubblicali taggando Curvy Pride e me, saremo felici di ricondividerli!

Ecco il giorno 27 dedicato all’ ALLEGRIA:
“Essa si compone di brevi momenti sparsi durante tutto il giorno. Le vere fonti di felicità si trovano nelle piccole azioni: prendere un gelato con gli amici, abbracciare i propri figli, guardare il volto del proprio partner quando scopre una sorpresa…”

Quest’anno più che mai, data l’emergenza sanitaria covid-19, abbiamo messo alla prova le nostre risorse interiori, la pazienza, la nostra resistenza psicologica. Vorrei che finissi l’anno pensando a qualcosa di positivo ogni giorno, da oggi 1 dicembre fino al 31 dicembre.

Il 2021 è alle porte e mi auguro per tutti noi che sia decisamente migliore di quello passato!

Sinceramente, Valentina.

Se l’argomento ti piace, ti invito a partecipare alla zoom della nostra Coach e socia Fabiana Sacco che giovedì sera 3 dicembre ci svelerà i segreti per creare il nostro DIARIO DELLA GRATITUDINE! Un piccolo gesto quotidiano che ha davvero il potere di cambiare in meglio la nostra vita! Per partecipare alla Zoom gratuita manda una mail a curvypride@gmail.com

Locandina della Zoom tutorial per creare il DIARIO DELLA GRATITUDINE

Questo articolo è stato scritto dalla socia e collaboratrice dello staff Valentina Parenti che dedica parte del suo tempo alla crescita del Curvy Pride Blog.

Un grazie a tutte le socie e i soci che credono nell’Associazione CURVY PRIDE – APS impegnandosi nel volontariato.


Valentina Parenti @momincolors sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale, per questo è membro Curvy Pride, BodyPositiveCatWalk e ha creato @FelicitàFormosa su Parma. Valentina educa i suoi figli ad una “vita a colori” che è il segreto della felicità #educareallafelicità.

La nostra socia si racconta: GISELLE RODRIGUES

 

Chi sei? Ciao, sono Gisele Rodrigues. Sono nata in Brasile da mamma brasiliana e padre spagnolo. Ho vissuto lì fino ai miei 14 anni quando ci siamo trasferiti in pianta stabile a Sevilla (ES) e dove ho vissuto fino ai miei 18 anni.

gisele1 jpeg (1)

Come hai conosciuto l’Associazione Curvy Pride? Mi è stata suggerita da FACEBOOK. Ho pensato di aderire subito già che da molto mi frullava in testa qualcosa del genere.

Che significa per te essere diventata socia? Sono molto felice di farne parte, anche se è da poco. Ho sempre pensato che le differenze vanno valorizzate e stimolate. Invece, in torno a noi, troviamo tantissime persone che hanno paura di fare la differenza. Questa è una cosa che ho imparato, con dura fatica, a contrastare.

Ti sei mai sentita/o discriminata per la tua fisicità? Certo! Da quando ero una bambina. Non ero bionda, non avevo occhi chiari e non ero snella come la famiglia di mia mamma, che anche se brasiliana, veniva da una famiglia portoghese. Sembrava anche una svedese tanto chiara era! E così tutta la sua famiglia. Frecciatine qua e là, quello impegno che ci mettevano per farmi sembrare più…come loro. Fino a che alla mia adolescenza, ci sono riusciti, più o meno. Ma la natura è quella che è, la poi imbrogliare per un po’…e poi viene fuori in tutto il suo furore! Ho le forme! Sono burrosa, sono pannosa!

Come hai reagito? E’ stato un lungo tragitto. Dieta a non finire. Sempre a dieta e sempre infelice. Poi sono andata via per studiare in Francia. E dopo la laurea ho avuto la fortuna di viaggiare per lavoro e continuare a studiare in tutta l’Europa e anche fuori. Ho trovato il mio equilibrio da sola.

io professional!

Come hai imparato ad accettarti e ad amarti? E chi ha detto che non mi accettavo e non mi amavo??? heheheh Io l’ho sempre fatto! Ho sempre visto in me una gran bellezza e non capivo come gli altri non vedessero la stessa cosa! Ho semplicemente smesso di voler compiacere chi credevo fosse importante. Ho compreso che più importante di me non c’è nessuno. Poi, ho sempre avuto tanti spasimanti! Ho avuto tutti i fidanzati che volevo avere! Pensai, non posso essere così male!

IMG_20200530_181222

Ti piace sfilare o farti fotografare? Se sì, per quale motivo? Non sono mai stata una che si mette molto spesso davanti agli obiettivi, ma non ho problemi a farlo.

Per affermare la cultura della pluralità e dell’inclusione cosa è necessario fare? Non aver paura di essere diversi o di non seguire gli stereotipi imposti.

Una frase che ti rappresenta? Se vuoi disarmare qualcuno, sorridi!

Un messaggio per la community di Curvy Pride? FORZA!!! NON SIAMO DIVERSE! SIAMO AUTENTICHE! SAIMO VERE IN UN MONDO BASATO SULLE APARENZE!

Giselle Rodrigues

***********

Il presente articolo è stato edito dalla socia Valentina Parenti che dedica del suo tempo alla crescita del CurvyPrideBlog.

Un grazie a tutte le socie e i soci che credono nell’Associazione CURVY PRIDE – APS impegnandosi nel volontariato.


valentinaparenti

Editor Valentina Parenti @momincolors (socia e staff Associazione Curvy Pride – APS)

Sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale. Educa i suoi figli ad una “vita a colori” ed è il segreto della felicità – #educareallafelicità

 

Workshop DA SOCIA A SOCIA

Stanno per iniziare workshop CurvyPride su vari argomenti:
💋 Consigli di Bellezza
📚 Portamento
🌻 Accettazione.

Ogni workshop sarà organizzato da una nostra socia con un appuntamento su zoom di circa un ora. Durante il workshop si potranno scoprire piccoli segreti di stile ma non solo per apparire sempre al meglio.

Vi aspettiamo! Seguiteci…

L’iniziativa è rivolta alle socie, chiedi informazioni a curvypride@gmail.com

 

102945156_2700998246844761_1259721725454497754_o


Un grazie a tutte le socie e i soci che credono nell’Associazione CURVY PRIDE – APS impegnandosi nel volontariato.


valentinaparenti

Editor Valentina Parenti @momincolors (socia e staff Associazione Curvy Pride – APS)

Sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale. Educa i suoi figli ad una “vita a colori” ed è il segreto della felicità – #educareallafelicità