ARMONIA E DESIGN: I COLORI DEL NATALE

Buongiorno, sono Valentina Parenti Valentina Parenti Colour & Design e sono sempre stata una grande appassionata dei colori, fin da quando ero solo una bambina.

Spaziando fra disegno, grafica e pittura, ho approfondito le mie conoscenze fino a comprendere come percepiamo le sfumature attorno a noi, cosa ci condiziona e perché.

Sono figlia di una maestra d’arte e, un po’ per vocazione un po’ con l’esempio di una creativa in casa, da bambina prendevo in mano pennelli e creavo nuovi colori, successivamente mi sono diplomata come geometra per poi specializzarmi in grafica pubblicitaria con un master nel design dell’intrattenimento studiando anche le luci dei locali. Dopo una pausa come mamma ho trovato un impiego in uno showroom per il benessere della casa e da allora ho riscoperto la passione per il colore sotto altri aspetti e ho iniziato ad approfondire la psicologia dei colori a 360° negli ambienti, nella moda, attraverso webinair e libri di professionisti del colore.

Leggendo e ascoltando consulenti di armonia cromatica ho iniziato a comprendere perché sono più attratta da certi di colori, ad esempio dal rosso, sempre presente nella mia infanzia e nelle scelte Natalizie di mia madre. Quindi il rosso non lo associo solo all’amore, alla passione ma anche alle pubblicità della Coca-cola, al vestito di Babbo Natale, alla teiera del thè col latte come prendeva lei.

Ho preparato un incontro per condividere con voi proprio questi aspetti! Venerdì 11 Dicembre dalle 14:00 alle 15:00 sarò su zoom per parlarvi dei “Colori del Natale”: analizzeremo insieme alcune palette presenti nelle atmosfere natalizie (nordic, vintage, moderne..) e comprenderai come poter unire una tonalità insieme ad un’altra per creare armonia nella tua casa.

Conosceremo insieme i colori considerati tipici natalizi grazie al folclore delle varie culture e vi svelerò che inizialmente il vestito di Babbo Natale era di un altro colore.

Io sono cresciuta con l’idea di Albero di Natale stile cartoon Disney come quello che addobbavo: un pino verde con luci calde che si confondono tra i rami, fiocchi rossi, stelle dorate, sculture di legno e di vetro, caramelle, biscotti di zenzero e palline dipinte a mano.

Amo anche sentire che dal forno della cucina il dolce profumo di biscotti miele e cannella invade tutta la casa, mi emoziona e mi trasporta alle feste e alle magiche atmosfere di quando ero piccola!

Ogni Natale era tradizione prendere una nuova decorazione di vetro soffiato, ricordo ancora una bolla di vetro con su Trilly di Peter Pan preso a Disneyland Paris durante le feste del 1993/’94.

Tutt’ora il momento che preferisco sono le festività di Natale e adoro montare e addobbare l’albero, le luci, la tavola perfetta, mi piace vedere lo sguardo di meraviglia e magia nei miei figli.

palette creata con immagine Google

I nostri gusti pertanto nascono dalle tradizioni, dai ricordi e dalle nostre emozioni e condizionano le nostre scelte di oggi.

Sappiate che è possibile creare l’ atmosfera natalizia partendo anche da un colore meno tradizionale come il viola e abbinandolo ad altre tonalità che creino armonia tra loro: l’importante sarà seguire alcune semplici regole che vi svelerò nel nostro incontro.

Se vi piace l’idea di imparare a creare le vostre palette personalizzate agli ambienti e in linea con lo stile della vostra casa mandate una mail a curvypride@gmail.com, vi aspetto!

Questo articolo è stato scritto dalla socia e collaboratrice dello staff Valentina Parenti che dedica parte del suo tempo alla crescita del Curvy Pride Blog.

Un grazie a tutte le socie e i soci che credono nell’Associazione CURVY PRIDE – APS impegnandosi nel volontariato.


Valentina Parenti (@momincolors ) sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale per questo è membro Curvy Pride, BodyPositiveCatWalk e ha creato @FelicitàFormosa su Parma. Valentina educa i suoi figli ad una “vita a colori” ed è il segreto della felicità #educareallafelicità.

Nasce BODY LOVE PHOTOBOOK progetto fotografico professionale di Curvy Pride

AMA, OSA, VIVI!

Da quando abbiamo fondato Curvy Pride ci è stato chiesto innumerevoli volte di consigliare dei fotografi professionisti per realizzare un proprio book, oggi abbiamo finalmente raggiunto questo obiettivo ed è così che nasce ufficialmente BODY LOVE PHOTOBOOK, progetto in collaborazione con i nostri soci-professionisti nell’ambito della fotografia, per vivere in prima persona l’’emozione di uno shooting professionale e personale, per dire a noi stessi MI VOGLIO BENE e per sostenere l’Associazione CURVY PRIDE – APS contro stereotipi, bullismo e discriminazioni.

COME NASCE L’IDEA DEL PROGETTO BODY LOVE PHOTOBOOK

Le testimonianza delle nostre socie che hanno già vissuto queste esperienze parlano chiaro: posare per un servizio fotografico, che sia ad uso privato o professionale, è una vera e propria iniezione di autostima e di amore per il nostro corpo; ci aiuta a superare la timidezza, l’insicurezza ed è divertente, ci insegna sorridere alla vita!

I vantaggi di metterci in gioco con questo progetto sono davvero tanti! È un ottimo modo per affrontare le nostre paure estetiche, per provare l’emozione di posare per un vero servizio fotografico, per realizzare un nostro book da esibire anche durante i provini e, soprattutto, per contribuire alla lotta contro ogni forma di discriminazione.

COS’ È IL BODY LOVE PHOTOBOOK

È un book fotografico personale, con la particolarità di essere strettamente correlato al pensiero body positive.

E’ riservato esclusivamente a socie/i dell’Associazione CURVY PRIDE – APS.

Il BODY LOVE PHOTOBOOK sarà realizzato da un fotografo professionista e sarà composto sia di un book con foto stampate che di foto in formato digitale. Il book, oltre alle proprie foto personali, conterrà il logo di CURVY PRIDE, una foto della modella/o con la maglietta CURVY PRIDE, una frase del/la socio/a e l’indicazione che il progetto prevede la devoluzione di parte del ricavato all’Associazione CURVY PRIDE – APS.

Ogni fotografo, socio dell’Associazione CURVY PRIDE – APS che aderirà al progetto, presenterà le proprie proposte di book fotografici (struttura e costi).

ECCO IL NOTRO PRIMO SOCIO-FOTOGRAFO CHE HA ADERITO AL PROGETTO

Piero Beghi è un eccellente fotografo conosciuto e apprezzato nel “mondo curvy” ma è soprattutto un socio dell’Associazione CURVY PRIDE – APS.

E’ il primo socio-fotografo ad aderire al progetto BODY LOVE PHOTOBOOK!

Il nostro socio e fotografo delle donne curvy Piero Beghi

COME PARTECIPARE AL PROGETTO COME MODELLA/O

Se sei socia/o. scrivi a curvypride@gmail.com o direttamente al fotografo PIERO BEGHI bepier02@gmail.com per chiedere info specifiche: varie tipologie di book, costi, durata, tempistiche, procedura anti-covid19, trucco & parrucco, indirizzo, ecc.)

PER ADERIRE AL PROGETTO COME FOTOGRAFA/O

Se sei socia/o, scrivi a curvypride@gmail.com e invia i tuoi dati professionali

NOME

COGNOME

PARTITA IVA

SEDE DELL’ATTIVITA’ DI FOTOGRAFA/O

PROPOSTE DI “BODY LOVE PHOTOBOOK”

LA SCRITTRICE CATIA PROIETTI PARTECIPA AL NOSTRO EVENTO AL PARCO CON IL SUO LIBRO “DA ORA IN POI”

Catia Proietti ha riscaldato il nostro evento CURVY PRIDE WALK&JOY che si è svolto domenica 11/11/2018 a Roma.

Con la sua sensibilità, la sua empatia e la sua energia Catia ci ha letteralmente inebriate di gioia di vivere!

“Oggi il sole è caldo sulla pelle. Nel verde del parco le magliette fucsia di Curvy Pride sembrano fiori appena sbocciati. E sbocciati sono anche i sorrisi sui volti di queste donne che sono qui, nonostante le incombenze domenicali. Donne che si sono dedicate un tempo per sé, non per una qualche forma di egoismo, ma perché hanno compreso che stando bene con se stesse il ritmo della giornata, il ritmo della vita, prende una direzione diversa. Quella che veramente desideri. Quella del cuore.

“Quando qualcosa nella tua vita cambia, cambia per sempre. Non puoi fuggire. Non puoi tornare indietro. Puoi solo dire DA ORA IN POI” E’ in queste parole in quarta di copertina che si evince il legame tra me e  Curvy Pride.

Le donne di Curvy Pride rompono gli schemi, si ribellano agli stereotipi, si liberano dalle catene del condizionamento sociale ed è quello che accade al mio giovane protagonista, Claudio, nato e cresciuto in una periferia nota alle cronache per spaccio di droga e segnato da un futuro atteso nello sguardo di tutti.

Ma Claudio, novello Rosso Malpelo, impara a conoscersi e conoscendosi, come le donne di Curvy Pride, trova il modo di ribellarsi a un destino preconfezionato per lui.

La felicità è sempre un atto di coraggio.

Lo dimostrano bene le tre professioniste dell’associazione BE&Joy che oggi hanno scandito il ritmo sportivo di questo evento: Debora Gismondi, Katia Aglietti, Carla Filippucci. La loro intuizione e la differenza con altre realtà sportive è proprio nel considerare l’individuo nella sua interezza e proporre un momento in cui il corpo e il “sentire” siano finalmente in armonia.

Grazie a voi tutte per questa splendida giornata di condivisione, di sole e risate”.

Catia Proietti

WhatsApp Image 2018-10-08 at 09.38.16 (9)

Catia Proietti è nata e vive a Roma con marito, due figli e un cane in affido congiunto con dei buoni vicini. A 9 anni scrive a Babbo Natale chiedendo una macchina da scrivere e il suo desiderio viene esaudito con una Olivetti color carta da zucchero. 

Da sempre appassionata di lettura e drammatizzazione partecipa attivamente da anni ai progetti del comune di Roma per la promozione della lettura dal primo anno di vita.

Con il suo romanzo DA ORA IN POI, edito dalla casa editrice Il Ciliegio e patrocinato dal Ciscod (associazione benemerita del Coni contro le droghe e le dipendenze) è vincitrice del Premio Caterina Martinelli e meritevole del Premio Speciale della Giuria al concorso Premio Giovane Holden.

VENERE DI MALTA: FORME ABBONDANTI E PORTATRICI DI VITA

L’Arte ha sempre celebrato la bellezza, soprattutto quella femminile. Attraverso la pittura, la scultura, la poesia e le mille altre forme di espressione artistica la figura della donna è stata esaltata nelle sue molteplici fattezze.

In qualsiasi parte del mondo viviamo o ci rechiamo se visitiamo un museo, una chiesa, una mostra fotografica troveremo sicuramente un’opera dedicata a una Donna. E questa “Donna” avrà forme sempre diverse e mai stereotipate.

Un esempio di ciò che stiamo affermando lo troviamo a Malta presso il Museo Archeologico Nazionale, situato al centro di La Valletta, la cui ricchissima collezione esposta al suo interno si estende dalla preistoria fino alla fine dell’epoca romana.

VENERE DI MALTA
VENERE DI MALTA – dal tempio di Hagar Qim, 3.200-3.000 a.C.

Qui sono custoditi i due simboli dell’isola: la Venere di Malta e la Dea Dormiente, risalenti almeno al 2.500 a.C., riprodotte in migliaia di statuine disseminate in tutti i negozi dell’isola.

In quel tempo così remoto la Donna è già Dea!

La bellezza è rappresentata da forme abbondanti e portatrici di vita.

E dal neolitico sono pervenute a noi migliaia di Veneri, tutte dalle forme abbondanti, seni in evidenza, vulva segnata e ventre gravido.

Tutte, e sono tante, nelle stesse due posizioni. Erette in piedi o sedute, le gambe a sirena. Ma immancabilmente, in entrambe le pose, con una mano sul ventre (o sotto il seno) e una sulla coscia (o quasi sulla vulva).

Il culto maltese della Dea ha un significato profondo: il nostro corpo è sacro. Il nostro corpo contiene la vita e la morte.

Il nostro corpo è il corpo della Dea.

se_curvy_pride

DENISE E LE SUE PRINCIPESSE STRANE DELLA FORESTA NERA!

Denise, ci racconti un po’ di te? Sono nata ad Albano (RM), Castelli Romani, il giorno 8 marzo 1968 dove ho vissuto fino all’età di 4 anni. Mi sono trasferita con la mia famiglia in Germania nella zona della Foresta Nera. Nel bosco delle favole e delle fiabe. Da qualche anno sono rientrata in Italia.

Dove vivi adesso? A Genzano di Roma (RM), ma il mio laboratorio si trova a Nemi (RM). Si chiama: “Alle Porte del Tempo“.

img-20161106-wa0002

Come percepivi l’arte in Germania? In Germania la sentivo molto silenziosa, in Italia invece… urla!

Dipingi molte figure morbide, come mai? Perché penso portino gioia e felicità e aiutino a imparare ad amarsi. E infondono tanto buonumore, fondamentale per affrontare la vita di tutti i giorni.

Come sono nate le Principesse Strane? Notando che molti animi umani osservano solo il “bello”. Ma che cosa è il BELLO?

Qual è il messaggio che vogliono trasmettere? Che bisogna guardare alle cose, alle situazioni, alla vita con ironia, buonumore e spensieratezza.

In Germania hai pubblicato dei libri di favole per bambini intitolati le Principesse Strane. Il primo libro ha come protagonista la Fatina Grassetta. Perchè? Vedendo tutte queste donne, ragazze che vivono solo in funzione della “dieta” mi è venuta l’ispirazione. Per me sarebbe una vita da horror! Mangiare bene è importante. E’ vivere una vita in funzione di “diete” estreme che mi lascia perplessa. Chi mangia bene, senza poi sentirsi in colpa, vive meglio e in salute. Vive con gioia e amore…

Quanto è importante la creatività nella vita di ogni persona? Infinitamente! La creatività apre il mondo, apre la mente!

Il tuo viso è sempre illuminato da un bellissimo sorriso, qual è il tuo messaggio per tutti noi? Pensare POSITIVO e sapere che anche da cose negative può nascere qualcosa di bello!

dav

 

Denise Gagliardi

Alle Porte del Tempio – Nemi (RM)

Schönheit hat keine Maße