AMICI VIP – SIMONA IZZO

“Eccomi qui davanti allo specchio. Senza riflettori. Senza copione. Senza trucco. Solo con me stessa. Con le mie curve. E con voi Femme. Prima di incontrarvi con Marianna al Curvy Concept Store, provo per una volta a intervistarmi da sola…” 

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Tutte le donne che ho dentro di me… dipende dal mio stato d’animo: se sono triste non mi guardo allo specchio, quando mi guardo mi sorrido…

Che donna sei? Appassionata.

Come sei diventata la donna che vedi? Vivendo, soffrendo, ridendo e piangendo molto.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Amo follemente la mia infanzia, circondata da una madre bellissima un padre affascinante e acuto, con una gemella  migliore di me, due sorelle più piccole bellissime (le bambole della mia vita)! Odio il giorno in cui ho compiuto trent’anni: avevo appena divorziato, mi sentivo molto sola, mi aggrappavo a mio figlio come fosse l’albero della vita… lui mi ha salvata…

pechino-express-27-settmbre-2012-terza-puntata-f-586x337

Ti piaci? Non sempre…

Cosa ti piace di te? Le tette, la mia energia psichica (quando ce l’ho) e la tenacia.

Cosa cambieresti invece? I periodi bui, la malinconia che mi attanaglia ogni tanto e le crisi di panico.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Difficile, ma ogni tanto ne sono fiera! So di occupare uno spazio scenico e mi impongo con la mia stazza e la mia altezza.

fabio-fiorese__sogno-allo-specchio_g

E con la bilancia?  La frequento tutti i giorni: la sfido, la inganno appoggiandomi al muro, la spizzo, la sbircio…ma non ne potrei fare a meno: sono bilancia dipendente!

Come ci convivi con la taglia? Detesto i numeri alti, adoro le taglie americane: 12 sta per 46 etc…

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? Determinante sentirmi in ordine: capelli puliti, faccia appena truccata, manicure e pedicure perfetti… ma non puoi essere a posto sempre, non ho questa ossessione.

simona izzo

Simona e il cibo. Ho un rapporto discontinuo: a volte mangio in modo compulsivo, altre detesto il cibo… quando una persona che amo sta male, io smetto di mangiare e bevo solo latte: credo sia una consolazione infantile.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Ai dolci, alle cotolette, alle patatine fritte, al riso al latte (torna sempre l’infanzia…!)

A cosa non sai rinunciare? Al latte nel caffè, alle noccioline nei frigobar degli alberghi, al cioccorì…

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Ho una forte ansia di accettazione, credo che gli altri la percepiscano e ne siano lusingati. Mi piacciono le persone comunicative e odio i musoni, i silenzi ingiustificati, i seduttori volontari… ma anche gli indifferenti e gli avari… di tasca e di cuore.

simona izzo 2

Quanto conta il giudizio degli altri? Il giusto, ma se hanno un giudizio negativo nei miei confronti cerco di farglielo cambiare…

Cosa ti fa soffrire?  La precarietà del mio lavoro, certe afasie intellettuali, certi assopimenti dell’intelligenza, un deficit dell’attenzione di cui soffro quando mi annoio e quando vengo meno alle aspettative che ho su me stessa.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Molliccia, perché è una condizione non solo fisica.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Non ci sono geometrie, tanto meno rette… al massimo percorsi ad ostacoli, ma le curve fanno sbandare gli uomini: meglio averle!

simona e ricky 3

Sei felice? Ogni tanto…

Cosa ti rende felice? Una bella dormita. Una bella mangiata. Una notte d’amore. L’abbraccio di mio figlio, i baci dei miei nipoti e gli occhi di mia madre.

Cosa ti manca per essere felice? A volte tutto…

La donna in cui ti rispecchi di più. La mia gemella Rossella: non tutti hanno il privilegio di avere un doppio a portata di mano e di…cuore.

La canzone a cui ti senti più legata. Ci vorrebbe un amico, del mio ex marito.

Il film che ami di più. “Le relazioni pericolose”, perché le relazioni interessanti sono sempre pericolose…

La frase che ti racconta. Un libro di Pavese: ‘’Il mestiere di vivere’’.

Cosa vedi davanti a te? Nipoti, amore, marito, film da fare, libri da scrivere. commedie teatrali da ideare…

Di’ qualcosa a te stessa. Ci penserò domani…mi piace rimandare, ma non all’infinito. Però se posso spengo la sveglia, il cellulare, abbraccio mio marito e mi dico appunto: ci penserò domani. Come Rossella O’Hara in “Via col vento”!

Curves In The Mirror: Simona Izzo

“Here I am, at the mirror. Without reflectors. Without any script. Without make up on. Only myself. With my curves. And with you Femme. Before we’ll meet with Marianna at the Curvy Concept Store, I try for once to interview myself…” 

simona izzo
simona e ricky 3
simona izzo 2

Who is the woman you see in the mirror? Every woman I am deep inside: it depends from my emotions, if I’m sad I don’t look the mirror, when I look…I smile at myself.. What kind of woman are you? Passionate. How did you become the woman you see? Living, suffering, laughing and…crying a lot. What do you love and what you hate about your past? I love my childhood, with a beautiful mother and a really interesting and acute father, a twin sister better than me and two beautiful younger sisters (they were my dolls!). I hate my 30’s birthday: I had just divorced and I was feeling lonely, I used to hang on with my son like a tree, he saved me.. Do you like Simona? Not always… What do you like about yourself? My tits, my psychic energy (when I have it!) and my perseverance. What would you change instead? Dark moments, melancholy that sometimes grips me, panic attack. What is your relationship with your body? Hard, but sometimes I’m proud of my body. I know I occupy a scenic space so…I stand out with my height and my body size.. And with the balance? I hang out with her everyday, I challenge and cheat her by leaning at the wall, then I peek her but…I could not live without her: I depend on my balance. How did you live with your size? I hate numbers and love american sizes: 12 it stands for 46 etc. What is beauty and how important is it for you? It’s crucial to me feeling neat, clean hair, make up on, perfect manicure and pedicure. But you can’t always be perfect, it’s not an obsession to me. Simona and food. My relationship with food is irregular: sometimes I eat compulsively, some others I hate food. When someone that I love is feeling bed, I just stop eating and I drink only milk: I think is a kind of childish consolation. What is the thingh you can’t  resist, not only at the table? Desserts, cotolette, french fries, rice and milk…my childhood always returns! What can’t you give up? Milk and coffee, nuts in hotel’s minibar and “cioccorì”. What do you like about the others and what the others like about you? It’s important form me to be accepted, and I believe that people feel it and they are flattered by it. I like comunicative people and I hate moroses, unjustified silences, volutary seducer, but also emotionless and miser people…in pocket and heart. How important is the judgment of other people? The proper value. But if anyone has a negative opinion about me, I try to change his mind! What makes you suffer? Job insecurity, some intelectual illness, some doziness of intelligence, a loss of attention that I suffer when I’m bored…and when I disappoint expettation on myself.. Which adjective bothers you most in relation to your body? Soggy, because it’s not only a body condition. Men and curves. What is the straight line joining? There are no geometry, neither straight lines…maybe obstacle course, but curves make men stray…it’s better to have them!! Are you happy? Sometimes… What makes you happy? A good sleep, an hearty meal, a night of love, my son’s hug, my nephews’ kiss and my mother’s eyes. What do you miss to be happy? Sometimes…everything. The woman in you reflects more. My twin sister Rossella: not everyone has the privilege to have a twin at his fingertips…and heartips! The song that you feel more connected. “Ci vorrebbe un amico” written by my ex hausband (Antonello Venditti) The movie you love most. “Dangerous Liaisons”, because intresting relationship are always dangerous… The sentence that describes you. The Pavese’s book “Craft of Life”. What do you see in front of you? Nephews, love, housband, movie to make, books to write, theatrical shows to create. Say something to yourself. I’ll think about it tomorrow…I like procastinate, but not forever! But if I can: I turn off the alarm clock, I hug my husband and then I say: “I’ll think about it tomorrow”, just like Rossella O’Hara in “Gone with the wind”!

AMICI VIP – MARIA TERESA RUTA, MARIANNA E IL PROGETTO “DILLO A CURVY PRIDE”

Un’occasione per raccontarsi, un concorso per mettersi in gioco

Molte di voi già lo sapranno o ne avranno sentito parlare, ma adesso entriamo nel vivo e con l’inizio del 2020 si comincia a delineare il percorso di quello che sarà il nostro racconto corale di #resilienza: Dillo a Curvy Pride.
A dicembre con l’uscita e la presentazione de “La mia resilienza in un corpo morbido“, il libro di Marianna, la nostra Presidentessa, nella cornice natalizia di Regali a Palazzo a Bologna, Giraldi Editore ha lanciato ufficialmente il Concorso in collaborazione con la nostra Associazione. Adesso è fondamentale avviare la campagna di raccolta delle storie e darvi tutte le informazioni di questo progetto che speriamo possa fare breccia prima di tutto tra i vostri cuori e poi tra le coscienze di chi troppo spesso minimizza, banalizza, ironizza e sottovaluta il dolore e la sofferenza che si nascondono dietro le parole e gli appellativi più odiosi per denigrare una persona in base alla forma del suo corpo.

Noi quelle parole le vogliamo contrastare con altre parole, quelle di chi ha voglia di farle uscire dal profondo dell’animo per raccontare agli altri quello che non ha mai avuto il coraggio di affrontare.
Non è necessario metterci per forza la faccia, come ha fatto Marianna con un po’ di coraggio e tanta voglia di rompere il silenzio e come Maria Teresa Ruta, che ha subito sposato il progetto mettendosi in gioco con la sua esperienza di donna di spettacolo e di mamma, scrivendo la prefazione del libro curato da Marzia Di Sessa.

Adesso tocca a voi! Chiunque può partecipare anche in forma anonima per raccontare qualcosa che gli appesantisce il cuore e gli condiziona la vita di tutti i giorni.
Alleggeritevi condividendo la vostra storia! Di pregiudizio, discriminazione, #bodyshaming, bullismo, accettazione, rinascita, liberazione, riscatto. Quello che vi tenete dentro lo potete conoscere solo voi. Provate ad alleggerirvi raccontandolo.
#DilloACurvyPride è tutto qui, nell’affrontare la propria pagina bianca e riempirla di colori, di sentimenti, di emozioni. Che siano belle o brutte, positivi o negativi, accesi o sfumati, importa poco. Quello che conta è che siano veri, vostri, profondi e sentiti. E soprattutto quello che è fondamentale è scrivere con il cuore per il piacere di condividere. Non è e non sarà una gara. È più che altro una sfida con sé stessi per mettersi in gioco e vincere imbarazzi e paure.
Per tutti può essere un’opportunità per lanciare un messaggio insieme e per creare tante occasioni di incontro e confronto.

A partire dall’8 febbraio a Bologna dove ci sarà un primo appuntamento di #resilienza di cui vi daremo notizie dettagliate nei prossimi giorni. E poi si va a Termoli il 5 marzo, per chi vive in zona e ha voglia di esserci. Nel frattempo stiamo lavorando per avere almeno un appuntamento al mese con #DilloACurvyPride per arrivare al 30 giugno 2020, il termine per partecipare, con tante storie da raccontare.
Quella è l’unica informazione da segnare in rosso. Per tutte le informazioni più tecniche vi invitiamo a leggere la slide qui di seguito che trovate anche seguendo il link al sito della Giraldi Editore.

E se avete dubbi o bisogno di chiarimenti potete sempre scriverci, sui nostri profili social o alla stesso indirizzo mail dove potete inviare i vostri racconti: dilloacurvypride@gmail.com.
Tutto chiaro? Allora non perdere tempo. Il tuo segreto Dillo a Curvy Pride

LE PROTAGONISTE DEL CALENDARIO BEAUTIFULCURVY 2020

La bellezza sta nell’occhio di chi guarda”…

Il giudizio sulla bellezza risiede nel nostro cervello e dipende dal vissuto di ognuno di noi ma .. “Che cosa rende bella un’opera d’arte? Cos’è la bellezza? É un concetto assoluto o tende a cambiare a seconda dei contesti e delle sensibilità che mutano nel tempo e variano nello spazio?”

BC CALENDARIO 2020 web-14.jpg

Tempo fa vi avevamo parlato del casting qui e che attraverso ( anche ) il calendario di BeautifulCurvy, giunto alla sua ottava edizione, ci stiamo muovendo verso un‘ideale di bellezza più inclusivo promuovendo l’accettazione e la valorizzazione di sé in ogni sua forma ed età.

_1AF4294_webPer chi ci legge per la prima volta ricordiamo che l’ideatrice di questo progetto è redattrice moda e stilista italo-tedesca curvy con una grande passione per la moda:  Barbara Christman.

Barbara riesce a realizzare i sogni di molte donne, a fare in modo che esse possano vedersi con occhi diversi.

racconta: “Sono una persona che ha voluto mostrare che la bellezza non è legata a uno stereotipo imposto, ma al fatto di tirare fuori da ogni donna il meglio di se. Sono diventata molto introspettiva dopo tanti anni di calendari ed esperienze molto diverse. Io credo sempre nel buono che c’è in ogni persona e sono una donna generosa.”

Il nuovo Calendario è disponibile su Amazon: qui shop ! o da dicembre sul sito Beautifulcurvy.com.

AMAZONbc

Con l’arrivo delle feste può essere un’idea originale da regalare ad un’amica, a chi ha un’attività (un bar, un meccanico) o semplicemente da appendere in casa per ricordarsi ogni giorno che la bellezza è in ognuno di noi.

(***parte dei ricavati del calendario BeautifulCurvy 2020 andrà all’associazione CurvyPride da sempre sostenuta attivamente da Barbara fin dagli albori partecipando a tutti i flashmob tra Bologna e Milano.).

Le Donne di questa edizione si ispirano ed interpretano personaggi femminili della musica, del cinema e della moda, icone di stile che hanno influenzato generazioni di donne nel tempo.


Vediamo insieme chi sono le protagoniste:


BC CALENDARIO 2020 web-1cover: Genny Lionetti interpreta Marilyn Monroe, provincia di Milano

Cos’è per te la bellezza? “Bellezza per me è sentirsi bene con se stessi. Bellezza è qualsiasi cosa ti faccia stare bene. Bellezza per me non è soltanto un qualcosa di fisico, di estetico.. La bellezza è un qualcosa di molto più ampio, è ciò che fa bene agli occhi e al cuore! Non è perfezione, non è un qualcosa di irraggiungibile o che vediamo solo nelle riviste di moda. Bellezza è svegliarsi al mattino, con la faccia struccata e sorridere comunque. credo che si possa trovare da qualsiasi parte, anche nel caos più totale. Bellezza è un qualcosa di nostro, di ognuno di noi. Ed è il dentro e il fuori di ognuno di noi. “

Hai fatto il calendario perché..? Quali sono i tuoi ideali?

“Ho fatto il calendario per una rivincita personale. Principalmente penso proprio di averne avuto bisogno. Mi ha fatta sentire bellissima, avevo bisogno di quest’esperienza per evolvere il mio percorso di accettazione. E devo dire che sono riuscita nell’intento.”

Quali sono i tuoi ideali? “In realtà non ho ideali. Non ho persone sulle quali traggo ispirazione. Penso che ognuno di noi debba essere l’ideale di se stesso, siamo tutti diversi, ognuno con la propria testa, e questo basta e avanza. Quindi posso dire di essere io l’ideale di me stessa.”

Cos’ è per te Curvypride? “Curvy pride per me è gioia. È unione. Una grande, grandissima famiglia che guarda tutta dalla stessa parte, nella stessa direzione. È un’associazione che fa stare bene. Riesce ad aiutare tante ragazze e ragazzi in difficoltà a non sentirti soli, a non sentirti diversi. Penso che sia di grande aiuto e d’esempio per tutti noi.”


BC Azzurra Cima interpreta Ashley Graham (FILEminimizer).jpg

Gennaio: CIMA AZZURRA interpreta Ashley Graham, , 23 Anni – Massa Carrara (Toscana)

azzurrajonson@gmail.com

Cos’è per te la bellezza? “Per me la bellezza è un insieme di cose interiori ed esteriori .La bellezza è amare noi stessi ed è una delle tante sfide che si presentano durante il corso della nostra vita, Purtroppo il concetto di bellezza negli ultimi tempi ha assunto un significato superficiale, conta solo l’aspetto estetico e spesso molte volte altre persone vengono messe da parte per dei pregiudizi. La bellezza è anche avere la propria libertà la bellezza è un’infinita di cose ma soprattutto è semplicità..”

Hai fatto il calendario perché..? Quali sono i tuoi ideali? “Ho partecipato al calendario perché sostengo il progetto e l’idea di Barbara, perché voglio essere di esempio per tutte quelle ragazze come me basse e Rotondette che si può essere belle anche così che non importa essere magre e alte che la semplicità l’anima e la voglia di fare ci farà raggiungere obbiettivi e soddisfazioni .”

Cos’ è per te Curvypride? “Per me il curvypride è uno stile di vita contro ogni forma di discriminazione e bullismo , mi piace come progetto e sono contenta di sostenerlo con il calendario , ho partecipato come referente della zona anche alla pizza e curvy e anche se non eravamo in molte l’importante è essere presenti costanti ,credere in qualcosa e portarlo al successo a qualcosa di grande che possa essere di aiuto e come punto di riferimento a tante persone che ne hanno bisogno .. una grande famiglia “.


BC Valeria Mallardi interpreta Audrey Hepburn (FILEminimizer)Febbraio: Valeria Mallardi interpreta Audrey Hepburn, provincia di Milano

Cos’è per te la bellezza?! “La bellezza per me è qualcosa di astratto.. si concretizza in una persona nell’insieme del suo essere. Tante volte ho sentito parlare di bellezza oggettiva e bellezza soggettiva : ma chi decreta la bellezza oggettiva? Chi ha deciso un giorno qual è la bellezza oggettiva? Chi ha deciso un giorno di distruggere tutto ciò che una persona può essere?! Si perchè il decidere di stereotipare il concetto di bellezza a mio avviso porta alla scomparsa e alla distruzione di ciò che ognuno di noi potrebbe essere! Ciò che rende bella una persona non è semplicemente il suo aspetto fisico ma l’insieme di ciò che è: i suoi modi, il suo vissuto, la sua essenza. Purtroppo oggi la gente si sofferma sul lato prettamente estetico di una persona incorrendo nell’ errore di basarsi semplicemente su ciò che vede il suo occhio. Ciò che realmente penso però, è che questo sia sbagliato e non per un luogo comune ma semplicemente perché spesso, se ci soffermiamo su questo , commettiamo l’errore di perderci dei dettagli e dei particolari che rendono ogni essere unico.”

Hai fatto il calendario perchè? “Questa è una domanda  che apre nella mia mente un’infinità di mondi ma cercherò di essere il più breve possibile. Questo calendario ha rappresentato per me una rivincita con me stessa: fino a qualche tempo fa avrei risposta che era una rivincita nei confronti del mondo. Oggi il mio punto di vista è cambiato. Io devo a me  il perdono per aver permesso a me stessa per anni di farmi male e per aver permesso al mondo di farmi sentire ciò che non ero! Il calendario è il riscatto, il voler dire a me stessa “basta scappare da ciò che sei! Tu esisti, esisti con le tue imperfezioni, esisti con la tua bellezza, esisti con i tuoi sorrisi, esisti con le tue fragilità. Il calendario è semplicemente un dirmi “ ci sei anche tu e nonostante tutto anche tu puoi essere ciò che vuoi se solo decidi di volerlo essere”. Sembra strano leggere queste parole, ma quando per anni non accetti ciò che sei , è difficile affrontare la vita cercando di sconfiggere le tue paure.. ciò che davvero conta quindi è decidere di “essere”  ma decidere di “essere” davvero e ricominciare da zero per creare ciò sarai con la consapevolezza di ciò che vorrai essere!”

Quali sono i tuoi ideali? “Ecco qui spunta spontaneo un sorriso! Ogni tanto mi sento la donna degli ideali e anche per questo delle volte mi sento antica e stupida! Io credo fermamente in ideali forse obsoleti e banali quali: la famiglia, il rispetto , la fedeltà , l’onestà, l’educazione, la gentilezza..Ne ho fatto i pilastri della mia vita e cerco ogni giorno di trasmetterli ai miei figli perché è grazie a quegli ideali che sono ciò che sono oggi! E io non vorrei essere diversa da ciò che sono!!!”

Cos’è per te Curvypride? “Per me Curvypride è come una “comitiva di amici” in cui c’è il rispetto di ciò che ognuno di noi è e dove ognuno di noi non teme di essere ciò che è. Quello che conta è amarsi e vivere bene con il proprio corpo e la propria mente! È un luogo in cui ci si sente liberi dai pregiudizi e ci si confronta con rispetto e spensieratezza sapendo che condividi qualcosa di tuo con persone che sono lì per sostenerti e non per giudicarti!”


BC Camilla Antonaroli interpreta Cleopatra.jpgAprile: Camilla Antonaroli interpreta Cleopatra, 23 anni,  Roma

Che cosa è per te la bellezza?” Per me la bellezza è semplicità, è un’emozione, è un qualcosa che sà trasmettermi sensazioni nuove e la ritrovo nell’unicitá e particolarità delle persone. Alla bellezza ci si arriva sentendosi bene con se stessi, amandosi, valorizzandosi per quello che si è e per quello che si ha.
Purtroppo il concetto di bellezza negli ultimi tempi ha assunto un significato superficiale, conta solo l’aspetto estetico e spesso hanno la meglio i pregiudizi.”

Hai fatto il calendario perchè? “Ho fatto il calendario Beautifulcurvy per una rivincita personale, per dimostrarmi che valgo e che posso essere d’esempio per molte donne che hanno attraversato o che stanno attraversando periodi difficili e stanno vivendo situazioni in cui si sentono inadeguate con sé stesse. Mettendomi “a nudo” per il calendario vorrei fare passare un messaggio: siamo belle con i nostri difetti, l’imperfezione è il nostro punto di forza perchè ci rende uniche e speciali, ci contraddistingue dalla massa e ci permette di arrivare lontano se solo riuscissimo a dargli il giusto peso. È una “skill” che potremo usare a nostro favore per raggiungere traguardi che neanche siamo in grado di immaginare.”

Quali sono i tuoi ideali? “Il mio ideale è riuscire a vivere sempre all’insegna dell’umiltà, felicità e bellezza.”

Che cos’è per te curvy pride? “Curvy Pride per me è quello di cui abbiamo veramente bisogno nel contesto socio-culturale in cui stiamo vivendo. Grazie all’associazione e alle infinite idee che offre e che aiuta a realizzare sono sicura che, anche se ci vorrà del tempo, si riusciranno a creare tante situazioni d’aiuto e sostegno per chi ne avrà bisogno.”


BC Paola Rivolta interpreta Beyonce (FILEminimizer).jpgMaggio: Paola Rivolta interpreta Beyonce, provinica di Milano

Che cosa è per te la bellezza? “per me la bellezza viene inanzitutto da dentro, quando ci sentiamo bene con noi stesse riusciamo a trasmetterlo anche alle persone che ci circondano.

Hai fatto il calendario perchè? “avevo già provato qualche anno fa ad essere una delle ambasciatrici del calendario beautifulcurvy ma nn ero stata scelta, però in questi anni ho avuto modo di seguire e conoscere meglio il progetto. Quest’anno, a qualche mese dalla gravidanza, ho voluto riprovare, e sono stata scelta. Ho voluto provare a fare il calendario perchè volevo rimettermi in gioco e essere da porta voce, che ognuna di noi ha le proprie forme, il proprio fisico, le propri “imperfezioni” e che è giustissimo provare a migliorarsi ma anche imparare ad accettarsi e far risaltare i nostri punti forza”

Quali sono i tuoi ideali? “non ho un vero e proprio idolo però uno dei miei personaggi preferiti è Beyonce, il personaggio che ho interpretato nel calendario “beutifulcurvy”, oltre ad essere una bellissima donna, mi piace molto la sua grinta e la sua voce”

Che cos’è per te curvy pride? “curvypride e’ un associazione che promuove la plurità della bellezza e la lotta contro il bullismo sopratutto durante la fase adolescenziale che è quella più delicata.”


BC Eleonora Longhi interpreta Rihanna (FILEminimizer).jpgGiugno: Eleonora Longhi interpreta Rihanna, Rieti

Cos’è per te la bellezza? “Per me la bellezza è qualcosa che ci emoziona, che può essere esteriore e interiore, sicuramente più importante in quanto ci conquista, mentre quella fisica è solo piacere nel vedere. Bellezza per me è vedersi, accettarsi e amarsi per quello che si è, sentendosi bene con sé stessi. Capita a tutti di avere dei periodi brutti, difficili, però l’importante è avere il coraggio di superare la paura. L’importante nella vita è amarsi…e si può andare ovunque.”

Hai fatto il calendario perché? “Ho partecipato al calendario Beautifulcurvy perché volevo mettermi alla prova e volevo trasmettere il messaggio di piacersi sempre, indipendentemente da come si è. Bisogna stare in pace con se stessi se si vuole essere felici. “

Cos’è per te Curvy Pride? “Curvy pride è un movimento che sta dalla parte dei “deboli”, che ci insegna che la diversità è solo un punto di forza. Ci insegna ad amarci per quello che si è. Ci insegna ad andare oltre le apparenze.”


BC Chiara Zanaica interpreta Dita von Teese (FILEminimizer).jpgAgosto: Chiara Zanaica interpreta Dita von Teese, provincia di Torino

Cos’è per te la bellezza? “Credo che la bellezza sia una luce interiore che ogni persona ha, sono le sue qualità, le sue doti. Quando la bellezza da dentro riusciamo a tirarla fuori accettando e riconoscendoci belli e unici per ciò che siamo allora diventiamo formidabili. Le persone intorno se ne accorgono ed è lì che riescono ad apprezzarci veramente per ciò che siamo non per quello che appariamo. Alla base di tutto questo però c è l amore per sé stessi. Per me questa è la più grande bellezza.”
Hai fatto il calendario perché..? “Ho fatto il calendario per dare voce alla mia storia. 25 anni di obesità patologia. Pesavo 140 kg un disturbo del comportamento alimentare (bed). Poi la dieta, la palestra ed eccomi qui. Perfetta nelle mie imperfezioni. Essere curvy per me non è una maschera per giustificare qualche kg in più ma è una vera conquista di salute e benessere. Sia fisico e soprattutto mentale e psicologico. Fare il calendario mi sta dando la possibilità di raccontare la mia storia. Di essere esempio e conforto per tutte le persone che si sono trovate nella mia situazione. Cambiando te stesso cambi il mondo!”
Quali sono i tuoi ideali? “I miei ideali sono tanti! Il più importante è forse la fiducia che ripongo nelle persone. Cerco sempre di guardare alla loro anima di parlare al cuore e di arrivare in profondità. Non mi basta la superficie. Ho bisogno di contenuti veri e li ogni persona ne è ricolma, alle volte lo si dimentica ma è così!
E io mi fido che piano piano tutti si apriranno a togliere barriere, ad arrivare alla vera inclusione che sia di genere sesso, razza, bellezza di diverse fisicità, alla tolleranza, alla gentilezza. Tutto questo è già in ognuno di noi basta solo portarlo fuori.”
Cos’è per te Curvy Pride? “Curvy Pride è per me un associazione che lavora in diverse forme a rendere il mondo un posto migliore. Dove amore e accettazione di ogni diversità possono esistere!”

BC Michela Ballarino interpreta Ashley Graham (FILEminimizer)Ottobre: Michela Ballarino, interpreta Ashley Graham, 28 Monza
Cos’è per te la bellezza?
“Per me la bellezza è amore per me stessa, quell’equilibrio tra psiche, cuore e corpo che nessuno può importi e che decidi di raggiungere come vuoi. È meravigliarti ogni giorno per quello che sei, così come sei. È desiderare con gioia il raggiungimento della versione migliore di te stessa. Per quanto riguarda l’immagine, la vedo un po’ come “energia” che puoi trasmettere e l’energia è una cosa impalpabile e potente che non ha nulla a che vedere con la taglia che indossiamo, il peso o le imperfezione che ognuno di noi può avere ma è qualcosa che viene da dentro, dalla convinzione che la tua bellezza è solo tua e non si deve conformare a quella di nessuno.”
Hai fatto il calendario perché..? Quali sono i tuoi ideali? “Ho deciso di partecipare al Calendario BeautifulCurvy perché è un progetto in cui mi ci sono subito riconosciuta molto e mi sono chiesta perché no? perché non io, in un momento storico in cui si sta cercando di abbattere i canoni di bellezza monolitico. Volevo mettermi in gioco in questo progetto, in primis per me stessa perché dopo un lungo percorso fatto su di me volevo vedere finalmente una Michela diversa. Ho partecipato anche per poter essere ambasciatrice di questo bellissimo progetto di valorizzazione della bellezza non stereotipata e per poter essere di aiuto a persone che sono ancora in conflitto con loro stesse e il proprio corpo. Vorrei essere portatrice di un messaggio positivo: Non bisogna vergognarsi di quello che siamo, bisogna amarsi, migliorarsi ogni giorno perché noi siamo unici nella nostra bellezza.”
Cos’ è per te Curvypride? “Curvy Pride per me oltre ad essere una magnifica associazione, che sostiene la lotta contro i disturbi del comportamento alimentare, è un vero e proprio stile di vita! Il messaggio di questo stile è: prendere coscienza della necessità di riappropiarsi della propria vita, del diritto di essere felici a prescindere dalla taglia che si indossa, perché questa ossessione per la ricerca di una perfezione estetica sta distruggendo fisicamente e me talmente migliaia di persona, dai più piccoli ai più grandi. Tante sono le iniziative dell’associazione per promuovere una sensibilizzazione, verso un obiettivo importante: il diritto a un’idea di bellezza che non discrimini e non crei modelli irraggiungibili e dannosi, per affermare la propria indipendenza verso condizionamenti esterni, circa il proprio aspetto fisico.”

BC Francesca Angelo interpreta  Claudia Cardinale (FILEminimizer).jpg
Novembre: Francesca Angelo interpreta Claudia Cardinale, Milano

Cos’è per te la bellezza? “Per me la bellezza è ciò che ci emoziona, quella esteriore è piacevole a vedersi, quella interiore ti conquista e sta nell’unicità di una persona, nella sua totale “diversità e particolarità” la bellezza è un’infinita di cose ma soprattutto è semplicità anche se la bellezza è soggettiva ed ognuno di ognuno di noi ha criteri diversi.”

Hai fatto il calendario perché? “Ho fatto il calendario di Beautifulcurvy, in quanto credo all’accettazione del proprio corpo, dimostrando che si puo’ essere belle a qualsiasi età, basta accettarsi trasformando i propri difetti in pregi, e dimostrare che la bellezza non ha taglia. Il mio personaggio all’interno del calendario è stato interpretare Claudia Cardinale, un’icona del grande cinema italiano, che continua ad accettarsi nonostante i suoi 81 anni non avendo mai fatto uso della chirurgia estetica. Il suo sguardo magnetico ed intenso ma allo steso tempo riservato, dove mi ritrovo molto in lei. Rimane una figura della sensualità femminile e dovrebbe servire ad esempio per molte donne.”

Quali sono i tuoi ideali? “Sinceramente io non ho dei veri e propri ideali anche se fondamentalmente sono una persona sognatrice, se dovessi scegliere adoro le persone che si vogliono bene e si valorizzano nonostante hanno dei difetti ma nonostante tutto si amano.”

Cos’è per te curvy pride? “Per me Curvy Pride è stata una conoscenza meravigliosa nella quale mi sento partecipe al 100% essendo referente di Milano. Insieme all’ associzione si cerca di proporre un’immagine della donna conforme alla realtà, perchè nessuno debba confrontarsi con i modelli possa vivere la propria bellezza e sentirsi in armonia con le proprie forma, ed accettasi sempre al di la della taglia che si indossa ma sempre in salute.”


BC Daniela Perrelli interpreta Ava Gardner (FILEminimizer).jpg
Dicembre: Daniela Perelli interpreta Ava Gardner, Genova
Sito Web: scrivereconamore
Cos’è per te la bellezza? “Per me la bellezza è un mix di difetti, difetti che ci rendono unici, che ci distinguono e ci rendono speciali.”
Hai fatto il calendario perché? “Ho partecipato al calendario per dare un messaggio a tutte le donne che non si sentono mai abbastanza, per far capire loro che è importante volersi bene, rispettare il proprio corpo e che non è importante la taglia che si indossa quando questa è portata da un nostro benessere fisico e interiore: che si indossi una taglia 38 o una taglia 48, non fa differenza. Sono perfette entrambe se frutto di noi stesse e non di imposizioni esterne.”
Quali sono i tuoi ideali? “Non ho un ideale in particolare, credo che ciò che ci rende davvero felici, nel rispetto di noi stessi e degli altri, sia il vero ideale.”
Cos’è per te Curvypride? “Credo sia un punto di incontro, un modo per confrontarsi e imparare, attraverso le nostre esperienze e di altri, a vivere con orgoglio le nostre peculiarità.”

ringraziamenti.jpg

DSC_1207BBB

Valentina Parenti (@momincolors ) sogna un mondo senza stereotipi di genere, positivo e attento all’integrazione sociale per questo è membro Curvy Pride, BodyPositiveCatWalk e da poco ha creato @FelicitàFormosa su Parma.

Valentina educa i suoi figli ad una “vita a colori” ed è il segreto della felicità #educareallafelicità.

contatti: parentivalentina85@gmail.com o qui


AMICI VIP – RAJAE BEZZAZ

curve allo specchio

“Ho cercato con parole semplici di spiegare la complessità della mia anima in una intervista attraverso la mia immagine riflessa. Ho accarezzato le mie curve dolcemente con lo sguardo e sono rimasta inconsapevolmente incantata da quello che ho visto attraverso lo specchio, al di la’ del corpo la vera essenza di me che brilla e traspare attraverso i miei occhi; che mi fanno sembrare una eterna bambina…” Rajae Bezzaz – Buona lettura!

Rajae Bezzaz intervista

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Rajae Bezzaz.

Che donna sei? Una donna estroversa.

Come sei diventata la donna che vedi? Sono solare, nonostante la vita mi abbia riservato delle zone d’ombra.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Amo la mia infanzia felice e spensierata e odio non averla più.

Ti piaci? Cosa ti piace di te? Mi piace il mio naso e il mio sedere, degno delle mie origini africane.

Cosa cambieresti invece?  Farei una mastoplastica addittiva.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Sereno e felice. 🙂

Rajae Bezzaz intervista

E con la bilancia? Anche! I numeri  della bilancia non sono un problema!

Come ci convivi con la taglia? La taglia è solo un’etichetta che non ha nessuna importanza!

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza sono io!

Rajae e il cibo. Il cibo è la benzina della vita…sperimentare qualsiasi cucina è una mia passione!!!

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Ai biscotti fatti in casa e alla torta di mia nonna…

A cosa non sai rinunciare? Alla mia estetista!!!!

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? I miei occhi sinceri e il mio sorriso…e sono attratta dalle stesse caratteristiche…

Quanto conta il giudizio degli altri? Niente.

Cosa ti fa soffrire? L’ingiustizia e l’ignoranza.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Sciatta.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? L’erotismo!

Rajae Bezzaz intervista

Sei felice? Quasi.

Cosa ti rende felice? Riuscire nei miei propositi!

Cosa ti manca per essere felice? Incontrare le persone giuste.

La donna in cui ti rispecchi di più. Madonna.

La canzone a cui ti senti più legata. “Woman no cry” di Bob Marley.

Il film che ami di più. Quello che ho fatto io: “Maschi contro Femmine” di F. Brizzi! Un’esperienza di grande crescita per me!!

La frase che ti racconta. “La bellezza  passa ma rimangono i suoi tratti” (proverbio arabo).

Cosa vedi davanti a te? Il Futuro nelle mani di una donna combattiva.

Di’ qualcosa a te stessa. Sono la Perla dell’Universo supremo e infinito….e magicamente è tutto mio! 🙂

Curves In The Mirror: Rajae Bezzaz

curve allo specchio

Rajae Bezzaz. “I tryied, with simple words, to explain my complex soul in a through-the-mirror interview. I’ve softly caressed my curves with my eyes, and I was so enchanted by what I saw in the mirrow, beyond the body: the essence of myself, shining through my eyes, that make me look like a child…” Enjoy the reading!

Rajae Bezzaz intervista

Who is the woman you see in the mirror? Rajae Bezzaz. What kind of woman are you? Extroverted. How did you become the woman you see? I’m still sunny, even if life reserved me dark sides. What do you love and what you hate about your past? I love my cherful childhood, and I hate that I’ve lost it! Do you like Rajae? What do you like about yourself? I like my nose and my real african butt! What would you change instead? I would increase my breast. What is your relationship with your body? Serene and happy. And with the balance? Happy too: numbers are not a problem. How did you live with your size? Size it’s only a label: it has no importance! What is beauty and how important is it for you? I am beauty!! Rajae and food. Food is life’s fuel: trying every tipe of cousine is a passion!! What is the thingh you can’t  resist, not only at the table? Home made cookies and my grandmother’s cake! What can’t you give up? My beautician. What do you like about the others and what the others like about you? My honest eyes and my smile, and I like the same features in other people. How important is the judgment of other people? I don’t care. What makes you suffer? Injustice and ignorance. Which adjective bothers you most in relation to your body? Untidy. Men and curves. What is the straight line joining? Erotism. Are you happy? Almost. What makes you happy? Reaching my purpose! What do you miss to be happy? Meeting the right people. The woman in you reflects more. Madonna. The song that you feel more connected. “Woman no Cry” by Bob Marley. The movie you love most. The one I make: “Men versus Women” by F. Brizzi. It was a great experience to me.  The sentence that describes you. “Beauty goes away, but its features remain”. What do you see in front of you? Future in the heands of a strong woman! Say something to yourself. I’m a pearl in the infinite and supreme Universe…and magically all is mine!