Categoria: Curve allo Specchio

Curve allo Specchio: Chiara Travaglione

curve-allo-specchio

Vi presento Chiara!

E’ una splendida donna, una bravissima professionista e, soprattutto, una mia solare conterranea.

Se volete scoprire tutti i segreti dell’abbigliamento intimo potete passare a trovarla da Fortissimo Intimo, in via Calcavinazzi, 2E a Bologna. Non ve ne pentirete!!!

Il suo motto è: La vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo.

1 (1)

Chi è la donna che vedi nello specchio? E’ una ragazza che sta iniziando a diventare “donna” in tutte le sue sfumature.

Che donna sei? Una donna forte e debole allo stesso tempo.

Come sei diventata la donna che vedi? Attraverso tutte le malelingue che mi hanno sempre ferita e grazie a tutte le persone care che non mi hanno mai lasciata sola.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Amo il fatto di aver vissuto la vita a pieno anche solo giocando per strada e non rintanata in casa come i bambini di oggi ed amo che nonostante non fossimo benestanti, la mia famiglia non mi abbia mai fatto mancare nulla. Odio solo il fatto di essere stata “strappata” via, ad 8 anni, dalla mia Terra (Napoli) e da tutti gli affetti più cari, per cercare un futuro migliore.

1 (7)

Ti piaci? E cosa ti piace di te? Direi di sì. Mi piace essere così sognatrice, di stare lì ad occhi aperti ad immaginare la mia vita futura. Mi piace che nonostante tutto, un sorriso riesco a tirarlo sempre fuori. Mi piace la mia determinazione nelle cose, quando mi metto qualcosa in testa non mi ferma più nessuno. Ed infine, mi piace il fatto di esserci SEMPRE per le persone che hanno bisogno di me.

Cosa cambieresti invece? Cambierei la mia troppa insicurezza. L’apatia che a volte si impadronisce di me, annientandomi. Vorrei essere un po’ più egoista e menefreghista. Di riuscire a far prevalere il cervello sul cuore.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Da un paio d’anni è molto cambiato. Sto finalmente iniziando ad amarmi un po’ di più. Ci sono alcune parti di me che adoro ed altre che eliminerei completamente!

E con la bilancia? E’ un rapporto di odio/amore. Non riesco a viverne senza (almeno una volta a settimana) per tenere tutto sotto controllo ma ogni volta che alzo il piede per salirci sento lo stomaco attorcigliarsi! ahahahah

Come ci convivi con la taglia? Ero una taglia 56/58… ora una 46/48. Ancora non mi rendo conto della mia taglia reale. Quando provo dei vestiti mi sento dire: “è grande! Ci vuole una taglia in meno!”.

1 (3)

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? Bellezza per me è curare se stessi al punto da sentirsi a proprio agio con il proprio corpo e con le altre persone. TUTTE POSSIAMO SENTIRCI BELLE. Poi, da quando ho iniziato a lavorare in una boutique, è diventato sempre più importante. Inizialmente era solo per una questione lavorativa, giorno dopo giorno è iniziato a diventare fondamentale l’essere sempre “presentabile”. Non è una questione di peso, ma di volersi bene! Non bisogna mai trascurarsi o essere trasandate. E sapete per chi? Per se stesse!

Tu… e il cibo? È un rapporto di odio/amore anche qui… AMO mangiare ma adesso quando eccedo mi sento in colpa nei confronti del mio corpo e di tutta la fatica che ci ho messo per calare. Con la dieta ho imparato finalmente a mangiare! Posso mangiare tutto quello che voglio sapendo poi come fare a “riparare”.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? A tavola sicuramente la pasta!! Al di fuori della tavola amo lo shopping e quando vedo quel qualcosa che mi fa letteralmente sbrilluccicare gli occhi, non resisto e la compro!

A cosa non sai rinunciare? Da quando ho iniziato il mio percorso, direi la palestra… un tempo ero strapigra e mai avrei detto di poter dire una cosa così………ho trovato il mio “equilibrio”, è diventata la mia valvola di sfogo per tutto lo stress che si accumula durante la settimana. Quella sensazione di aver usato TUTTE le energie per buttare tutto fuori ti fa stare da dio!

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Penso piaccia il fatto che sono sempre una ragazza sorridente, che ama stare in compagnia e divertirsi senza pensare troppo al negativo della vita… delle due quando me ne sto buona ed in silenzio, chi mi conosce, sa che c’è qualcosa che non va. Degli altri risottolineo quello che ho detto prima, invidio il loro “egoismo” verso le altre persone… che siano così capaci di staccare il cuore dalla mente, riuscendo a prendere decisioni razionali senza troppi coinvolgimenti. Di pensare prima a se stessi e poi agli altri.

1 (4)

Quanto conta il giudizio degli altri? Sinceramente mi importa il giusto. Nella vita, con i miei chili, ho dovuto imparare a fregarmene altrimenti mi sarei ammazzata come fanno tanti ragazzini. La gente è crudele e se vuole ferirti gli basta guardarti con uno sguardo disgustato. L’importante è stare bene con se stessi, degli altri bisogna imparare a fregarsene se no non si riesce nemmeno a vivere.

Cosa ti fa soffrire? Mi fa soffrire chi mi illude. Chi promette e poi non mantiene una promessa. Soffro quando mi vedo allo specchio, nuda, perché a volte non mi vedo come vorrei.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Grassa.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? La sensualità. Una donna con le curve è una donna da poter afferrare… da poter sentire sotto le mani… indistruttibile.

1 (6)

Sei felice? Mi sento come su un’altalena. Ci sono giornate felici e giornate di assoluta depressione. Tutto sommato non posso lamentarmi.

Cosa ti rende felice? Tornare a casa e trovare la mia “cana” (perché “cagna” non si può proprio sentire) Trilly che scodinzola come una matta. Essere semplicemente a cena con la mia famiglia e ridere tutti insieme. Oppure stare con i miei amici anche solo a raccontare una marea di cavolate. Sono anche felice quando le mie clienti escono FELICI e non fanno che ripetermi quanto siano state bene in nostra compagnia. Passare il mio tempo con la persona e le persone che amo fondamentalmente.

Cosa ti manca per essere felice? Un amore GRANDE.

La donna in cui ti rispecchi di più? Mia mamma.

La canzone a cui ti senti più legata? Incancellabile di Laura Pausini.

Il film che ami di più? Oddio… ce ne sono veramente TROPPI. A caldo “La vita è bella”.

La frase che ti racconta? La vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo.

Cosa vedi davanti a te? Un lungo percorso in cui dovrò rimboccarmi le maniche e darmi da fare. Sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni.

Dì qualcosa a te stessa Hai affrontato di tutto e di più. Non farti spezzare da niente e da nessuno. Puoi farcela. Alzati, combatti e vinci!!!

 

Curve allo Specchio: Emiliana Di Muccio

curve-allo-specchio

“Se la mia amica Barbara Christmann l’ha scelta come modella per il suo Calendario Beautiful Curvy 2016 come minimo è BELLISSIMA!

Emiliana, inoltre, è anche simpatica, allegra, solare e … molisana: vive in una regione alla quale sono molto legata!

Ci regala una frase di una canzone di Mario Biondi da non dimenticare mai “prenditi il tuo tempo credi in quel che sei non aver paura”.

IMG_20151203_201622

Chi è la donna che vedi nello specchio? La donna che sono oggi….una donna in rinascita, una donna che si è rimessa in piedi dopo una caduta ed è più forte di prima.

Che donna sei? Sono una donna dolce ma che allo stesso tempo sa essere molto pragmatica, sa darti un mondo…il suo mondo, ma  sa togliertelo se non vede da parte tua la stessa enfasi nel donare te stesso.

Come sei diventata la donna che vedi? Passando per periodi belli e periodi brutti, per lotte continue con me stessa e la mia fisicità. Poi ho capito che il segreto era AMARSI…e da lì è iniziato il mio cambiamento.

IMG_20160107_140307

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Odio l’aver dato agli altri la possibilità di ferirmi.. e amo l’aver incontrato tante persone che mi hanno amata per come sono.

Ti piaci? E cosa ti piace di te? Amo la mia solarità, la mia allegria, il mio sorriso, la mia forza, la mia tenacia! Spesso mi identifico nel fiore di loto, un fiore bellissimo che riesce a nascere perfettamente pulito da acque torbide. È questo il segreto della rinascita. Ogni donna può superare periodi non bellissimi e guardare avanti con positività!

Cosa cambieresti invece? Ad oggi non cambierei nulla perché in tante cose sono già cambiata. Ho capito che la mia dolcezza e sensibilità non sono per tutti ma solo per chi lo merita.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Lo accetto e cerco di migliorarlo giorno dopo giorno. In passato per colpa di “qualcuno” ho iniziato a vederlo in maniera distorta e non mi piaceva per niente…poi mi sono resa conto che di distorto c’era solo la sua testa!

IMG_20160106_210525

E con la bilancia? Non ce l’ho, non l’ho mai comprata…non sono fissata sul peso ma piuttosto sul come mi sento con me stessa e col mio corpo, e poi penso che parlino più i vestiti della bilancia!

Come ci convivi con la taglia? Oggi bene! Ho imparato a valorizzare i punti di forza, a scegliere un abito che mi dona e che metta in evidenza i miei lati migliori. Con la partecipazione al Calendario BeautifulCurvy il mio rapporto col mio corpo è migliorato molto. Mi piaccio, mi apprezzo e mi valorizzo. L’essere stata scelta da Barbara Christmann come modella per il calendario è stato come ricevere una flebo di autostima!

Curvy 12_2281IMG-20160110-WA0010

Cos’è la bellezza e quanto è importante per te? Amo tutto ciò che è bello! Anche per via del mio lavoro, sono estetista e con la bellezza ci lavoro ogni giorno. Faccio di tutto per rendere le donne più sicure e farle sentire più belle.

Tu…e il cibo? Oggi ho un rapporto normale. Mi piace la convivialità, adoro stare a tavola con le persone a me care e mi piace cucinare per le persone a cui voglio bene. In passato è stato una valvola di sfogo…purtroppo!

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Alla pizza! Ai risotti! Alle patate al forno!

A cosa non sai rinunciare? Non so rinunciare alla compagnia degli amici, alla condivisione della mia vita con le persone a me care, non so rinunciare alla felicità, quindi cerco in ogni modo di scrollarmi di dosso i pensieri negativi quando provano ad affollarmi il cervello.

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? In molti apprezzano la mia schiettezza, la mia sincerità nel bene e nel male, la mia dolcezza, il mio esserci sempre, una persona su cui contare. Degli altri apprezzo la sincerità, l’allegria, la sicurezza e a volte la leggerezza nell’approccio con la vita! Se ne avessi avuta anche io un po’ di più non avrei permesso a delle frasi di ferirmi.

Quanto conta il giudizio degli altri? Oggi conta molto meno che in passato. E conta il giudizio delle persone che per me contano, il resto sono solo opinioni.

IMG_20160106_210655

Cosa ti fa soffrire? Mi fa soffrire quando qualcuno pensa con la furbizia di prendermi in giro. Mi dispiace quando dai 1000 e ricevi 10.

Quale aggettivo ti dà più fastidio in relazione al tuo corpo? Non ce n’è uno in particolare. Penso che molto dipenda dal tono che si usa.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Non credo ci sia una retta ad unirli…piuttosto una curva! Agli uomini piacciono le curve! E ne ho la conferma ogni giorno.

Sei felice? Si molto! Perché sono  soddisfatta della mia vita! Mi sono sempre impegnata al massimo per raggiungere determinati obiettivi personali e professionali! E perché ho imparato a cercare la felicità dentro di me e non nelle persone che incontro nella vita.

Cosa ti rende felice? Avere una famiglia che mi sostiene nelle mie scelte, che mi coccola e che mi vuole bene, ed essere circondata da persone che per me contano molto.

Cosa ti manca per essere felice? L’AMORE vero. Quello che ti manda in tilt e non ti fa capire più nulla.

La donna in cui ti rispecchi di più? Mia mamma! Un vulcano di energie! Una donna solare, allegra, determinata, tosta! Una donna che ne ha superate tante senza abbattersi mai. Una donna che è sempre pronta a darti una mano, che tu sia figlia, amica o sorella.

IMG_20150916_212411

La canzone a cui ti senti più legata? IF di Mario Biondi: adoro la sua voce profonda e le parole della canzone ti parlano al cuore “prenditi il tuo tempo credi in quel che sei non aver paura

Cosa vedi davanti a te? Una lunga vita da vivere sempre col sorriso sulle labbra, perché tutto parte da noi, siamo noi che scegliamo e permettiamo alle cose e alle persone di farci sentire bene o inadeguati.

Dì qualcosa a te stessa.  Sei bella Emy, e lo sei ancora di più dentro, chi ti conosce bene lo sa. Sprigiona quella luce che hai dentro e trasmetti alle altre donne la felicità di volersi bene davvero.

IMG_20151225_091739

Curve allo Specchio: Laura Brioschi

curve-allo-specchio

Vi presento LAURA: sensuale, affascinante, bellissima!

Laura è la protagonista del Calendario Beautiful Curvy 2016 ideato, curato e prodotto da Barbara Christmann ed è anche la testimonial dell’Associazione Curvy Pride.

Il suo motto è: Migliorarti quanto puoi, ma impara ad apprezzarti. AMATI! #CURVYISNOTACRIME

3

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Una donna che sta crescendo.

Che donna sei? Sono una donna che ha imparato ad apprezzarsi anche con i suoi difetti ma che vuole migliorarsi.

Come sei diventata la donna che vedi? Grazie alle persone che mi vogliono bene e mi hanno sempre dimostrato affetto ed affrontando vari periodi di vita, anche difficili che, come dicono gli aforismi, rendono più forti.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Mi ha reso quello che sono. Detesto essere stata debole e non essermi ritenuta abbastanza o aver permesso agli altri di farmelo credere. Detesto quando sono io stessa ad annientarmi credendo che “tanto non ce la posso fare”.

Ti piaci? E cosa ti piace di te? La solarità che riesco a trasmettere.

Cosa cambieresti invece? La troppa emotività che ogni tanto non mi permette di vivere le situazioni lucidamente.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Ora di pace, voglio migliorarlo con gli esercizi di CURVY FITNESS.

E con la bilancia? Chi?

Come convivi con la tua taglia? Bene, sono contenta di trovare molti abiti che mi vanno bene, quando ho pesato un po’ di più quello era l’unica cosa che mi infastidiva. Come se ti costringessero a non essere Sexy sopra una certa taglia.

1

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza è soprattutto un’aurea, perché dopo il primo impatto estetico (assolutamente necessario in questo mondo) è quello che ti porti dietro e che riesci a trasmettere a renderti una bella persona o meno.

Tu… e il cibo? Tanto cibo, non sempre salutare. L’anno che verrà cercherò di seguire di più i consigli della nutrizionista Lisa Reverberi per cercare maggiore equilibrio, la parte più difficile per chi come me ha sofferto di bulimia.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? I dolci sono il mio punto debole, io li adoro.

A cosa non sai rinunciare? All’amore, al sesso con chi amo, a ciò che mi fa stare bene.

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Troppe variabili.

Quanto conta il giudizio degli altri? Una volta moltissimo, ora quello delle persone care ha sempre una certa influenza, ma cerco di continuare comunque per la mia strada.

Cosa ti fa soffrire? Le parole dette in malo modo.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Temo che grassa sia sempre una parola che infastidisce, anche se ad oggi quando mi capita che mi dicano “oh come stai bene, sei dimagrita?” Non lo prendo più così come un complimento, perché devo essere più bella solo se sono dimagrita?

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Coraggio? Ci sono uomini amanti delle curve ma nel mio caso non ne ho mai trovati, nel senso che le curve (per gli uomini che ho conosciuto io) sono solo quelle perfette delle latine, ed io sono un po’ diversa, in quanto molto pigra non sempre tonica, quindi i vari rapporti sono sempre stati un po’ segnati dal mio peso. Penso però che sia anche colpa mia che mi lamentavo molto di tale e non mi apprezzavo chiedendo magari il loro “aiuto” e permettendogli così di sentirsi autorizzati a farmi pressione. Oggi il mio compagno è un uomo bellissimo e molto atletico che poco tempo fa mi ha confessato che in principio era stato frenato dal mio corpo, ma non lo accuso per questo, anzi lo stimo per il percorso che molto velocemente ha fatto, per essere andato oltre al mio aspetto fisico che era diverso dai suoi standard.

2

Sei felice? Molto.

Cosa ti rende felice? L’amore, il lavoro, la soddisfazione.

Il film che ami di più? Tutti i film d’amore e di buona speranza.

La frase che ti racconta? Il mio motto: “Migliorarti quanto puoi, ma impara ad apprezzarti. AMATI! #CURVYISNOTACRIME”.

Cosa vedi davanti a te? Luce.

Di qualcosa a te stessa. Non ti perdere, coltiva i legami più stretti. VIVI.

Curve allo Specchio: Alessandro Bentivegna

curve allo specchio

Alessandro è un uomo meraviglioso. È generoso, leale, altruista, sensibile… semplicemente speciale! Scenografo, costumista, autore del blog “Il Marito dello Sposo” e da diversi mesi i suoi articoli sono pubblicati sull’ Huffington Post. Leggeteli: non li troverete mai banali e saranno sempre occasione di dibattito e riflessione.

Vi presento Alessandro!

Chi è l’uomo che vedi nello Specchio? Un bel signore che viaggia per i 50.

Che uomo sei? Buono, generoso, creativo…ma non stupido. Cercare di essere positivo e propositivo è un esercizio a volte impossibile, ma necessario per migliorare se stessi e la propria qualità della vita.

11057645_10153372109109559_1436159566863228482_n

Come sei diventato l’uomo che vedi? Riflettendo.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Per quanto riguarda odiare, non saprei nello specifico. Quello che ho fatto, l’ho fatto con i mezzi fisici e morali che avevo a disposizione e che comprendevo allora. Oggi molte scelte e azioni sarebbero diverse, ma è nella sana natura umana prendere distanze dalle situazioni che ci umiliano. Per le cose che ho amato, invece, amo la mia rigenerante e costante capacita di amare.

Ti piaci? e cosa ti piace di te? Sì mi piaccio, perché mi stimo, stimo il lavoro che ho fatto su di me per diventare l’ uomo adulto che sono e penso di essere fortunato ad avere un aspetto gradevole.

Cosa cambieresti invece? Nell’insieme niente.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Alterno fasi nelle quali sono più attivo ad altre che sono di una pigrizia disarmante.

E con la bilancia? Non mi peso, mi regolo direttamente con i vestiti che indosso.

Come ci convivi con la taglia? Non sono alto e non sono magro, ma ho un corpo forte e attivo.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza è un canone emozionale… e non bisogna limitarsi a cercare e commentare solo la forma: perché forma e sostanza sono indissolubili. Essere belli non significa necessariamente essere anche sexy.

12112047_10153727262409559_4334629475218679071_n[1]

Tu… e il cibo? Non mi piace cucinare, mangio un po’ di tutto e quando mi va.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Dolci, vino rosso e passeggiata serale.

A cosa non sai rinunciare? Non rinuncio a niente, ho imparato ad assecondarmi con misura ed educazione.

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Sono empatico, comunicativo e ci tengo all’igiene personale…. questa cose mi piacerebbe riscontrarle anche negli altri.

Quanto conta il giudizio degli altri? Siamo animali sociali, il giudizio degli altri conta e ci condiziona, è da ipocriti confermare il contrario.

Cosa ti fa soffrire? Ovvio, la crudeltà.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Non sono più un adolescente, il mio corpo svolge le funzioni che può svolgere e io lo metto nelle condizioni di farlo… ho fatto pace con un sacco di cose, compresi gli aggettivi inopportuni delle persone.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Essere definito Dad bod …ha il suo mercato 😉

26574_389768739558_773562_n

Sei felice? La felicità è la capacità di emozionarsi percorrendo tutte le esperienze della nostra esistenza dal primo all’ultimo giorno… Sì, sono felice anche se a volte me ne dimentico.

Cosa ti rende felice? La consapevolezza che ho maturato nel saper lasciare andare, non trattenere nulla più del necessario e spero di riuscire a farlo anche quando verrà il momento di lasciare la mia vita.

Cosa ti manca per essere felice? Sono felice!

L’uomo in cui ti rispecchi di più? Pur amando e stimando mio padre, non ho un punto di riferimento preciso, è più un puzzle composto da varia umanità.

La canzone a cui ti senti più legato? Fortunatamente ne ho tantissime e di generi e periodi diversi.

Il film che ami di più? Come sopra.

La frase che ti racconta? “La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla” (G. G. Márquez).

Cosa vedi davanti a te? Dipende su cosa focalizzo il mio sguardo.

Di qualcosa a te stesso. Daje!

Curve allo Specchio: Francesca Carbone

curve allo specchio

Francesca non resiste…alla cucina della mamma e non sa stare in silenzio: deve dire sempre quello che pensa! Praticamente, una di NOI!!! Ecco la nostra amica di San Giuseppe Vesuviano (NA), proprietaria della boutique CARBONE PIU’.

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Una donna semplice.

Che donna sei? Una donna capace di contagiare tutti con la sua allegria, determinata e con tanta voglia di mettersi in gioco.

11

Come sei diventata la donna che vedi? Sono quella che sono grazie ai saggi principi e ai preziosi insegnamenti avuti dalla mia famiglia.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Nulla! Perché se sono quella di oggi lo devo solo a tutte le esperienze belle e brutte fatte che ho vissuto e affrontato.

Ti piaci? e cosa ti piace di te? La cosa che preferisco in assoluto di me stessa è la mia determinazione che mi fa superare tutte le difficoltà.

Cosa cambieresti invece? Vorrei avere qualche centimetro in più, oltre ad un seno più prosperoso perché a mio parere le curve di una donna sono la massima espressione della femminilità.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Un rapporto molto sereno.

E con la bilancia? Dal momento che difficilmente metto o tolgo qualche chilo, la bilancia non è uno strumento che uso nella mia quotidianità.

Come ci convivi con la taglia? Non conta nulla per me.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza di una donna a mio parere è data dall’eleganza che si ha nel portamento e nel modo di esprimersi. Intesa in questi termini la bellezza è molto importante per me.

se_Francesca_CARBONE PIU

Tu… e il cibo? Lo adoro, non potrei farne a meno.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Non resisto… alla cucina della mamma e non riesco mai a stare in silenzio, devo dire sempre quello che penso.

A cosa non sai rinunciare? Non saprei rinunciare per nulla al mondo ai viaggi che organizzo spesso con la mia sorellina.

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Credo che agli altri piaccia la mia spontaneità mentre io adoro le persone con carattere, quelle che dicono sempre quello che pensano.

Quanto conta il giudizio degli altri? Il giudizio di estranei non conta davvero nulla per me mentre quello delle persone a cui tengo è molto importante.

Cosa ti fa soffrire? L’ignoranza delle persone.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Tutti quegli aggettivi che descrivono la mia piccola statura.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Le curve sono un’arma di seduzione estremamente sexy che possono mettere gli uomini KO.

Sei felice? Molto.

Cosa ti rende felice? Il mio lavoro e la mia famiglia.

Cosa ti manca per essere felice? Davvero nulla.

01

La donna in cui ti rispecchi di più? Geppi Cucciari.

La canzone a cui ti senti più legata?Respect” di Aretha Franklin.

Il film che ami di più?Erin Brockovich“, perché racconta la forza e il coraggio che le donne hanno avuto nel passato.

La frase che ti racconta? Non importa riuscire ad ottenere per forza qualcosa di cui  si desidera, l’importante è  avere avuto il coraggio di perseguire ciò che si desiderava.

Cosa vedi davanti a te? Un futuro pieno di sorprese meravigliose.

Di qualcosa a te stessa. Chi FA può anche sbagliare, chi non FA ha già sbagliato!

Leggi anche -> Ci Metto L’impresa: Francesca Carbone!

Curve allo Specchio: Francesca Sanzo

curve allo specchio

Francesca Sanzo è una donna meravigliosa. È nata e vive a Bologna e gestisce il blog  Panzallaria, dove racconta aneddoti legati alla sua vita. Tra le miriadi di attività in cui è coinvolta, ci tengo a parlarvi del suo incredibile libro “102 chili sull’anima: la storia di una donna e della sua muta per uscire dall’obesità”  – Edizioni Giraldi. Leggetelo! Vi assicuro, vi lascerà il segno.

Nel frattempo… vi presento Francesca!

 

Chi è la donna che vedi nello Specchio?

Francesca, una donna che agisce il cambiamento ogni giorno.

Che donna sei?

Solare, ombrosa, molto caparbia, chiacchierona, curiosa: una donna che si impegna ogni giorno per imparare qualcosa.

foto 1

Come sei diventata la donna che vedi?

Sono il frutto di tutte le mie esperienze, quelle positive ma anche quelle negative e del tipo di scelta che ho agito per affrontare ognuna di esse.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato?

Ho finalmente capito che il passato è un punto che non si può cambiare e posso agire solo sul presente, quindi tendo a non farmi questa domanda. Sicuramente amo la passione che ho messo in ogni cosa, odio la paura che mi ha frenato troppo spesso.

Ti piaci? E cosa ti piace di te?

Mi piaccio moltissimo: mi piace il mio approccio al mondo, mi piace il mio corpo che mi sono conquistata con grande fatica e determinazione.

Cosa cambieresti invece?

A parte il fatto che mi dispiace essere miope, non cambierei proprio nulla: sono io, diversa da chiunque altro e per questo speciale in ogni dettaglio.

Che rapporto hai con il tuo corpo?

Attualmente ho un ottimo rapporto con il mio corpo: sono uscita dall’obesità un anno fa, con un lungo percorso di rieducazione all’amore per esso che mi ha portato a perdere 40 chili e a riavvicinarmi allo sport. Lo curo, cerco di volergli bene e penso che sia uno strumento necessario per fare quello che voglio fare, così, come si farebbe per un’auto indispensabile a viaggiare, lo tratto molto bene.

E con la bilancia?

Come tutte le ex obese, ho un rapporto molto stretto con la mia bilancia: mi peso ogni mattina e se non lo faccio, mi rimane un po’ di inquietudine, perché sono un’anima tossica, portata un po’ alle fissazioni 😉 Oggi la mia bilancia “mi vuole bene”, ma non è sempre stato così. Quando pesavo 102 chili non mi misuravo mai, come se fosse solo la bilancia a potere confermare, concretamente, che avevo superato il limite (e non di bellezza, di salute).

giornata childrenfree 2012

Come ci convivi con la taglia?

Oggi benissimo, indosso una 42 e non ho particolari problemi a vestirmi: un tempo non entravo nei negozi perché non trovavo mai qualcosa che facesse al caso mio e di conseguenza non mi curavo più: un brutto circolo vizioso che impedisce alla persone “over” di acquistare il giusto equilibrio per accettarsi davvero.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te?

La bellezza è nello sguardo di chi guarda, per ciò anche nello sguardo in cui ci guardiamo: se noi per prime riusciamo a valorizzare noi stesse, a sentirci belle per la nostra unicità, anche gli altri ci vedranno così. La bellezza è un “vestito”: importante per farci sentire a nostro agio al primo appuntamento, ma non indispensabile per fare colpo davvero.

Tu…e il cibo?

Sono stata bulimica da adolescente e ho avuto per tanti anni un rapporto disfunzionale con il cibo, come racconto nel mio libro “102 chili sull’anima: la storia di una donna e della sua muta per uscire dall’obesità, edizioni Giraldi, il cibo è stato per molto tempo il mio migliore amico, ma non l’amico migliore. Mangiavo per rabbia e paura e sono ingrassata per questo. Oggi mangio per nutrirmi, per riuscire a correre (ho appena fatto la mia prima mezza maratona) e nuotare, per avere l’energia giusta per fare tutto quello che desidero.

thumb_IMG_8904_1024

A cosa non sai resistere, non solo a tavola?

Non resisto a una serata con gli amici, a una nuotata in un bel mare, al sorriso di mia figlia e alla mia voglia di scrivere.

A cosa non sai rinunciare?

So rinunciare a tutto, ma non credo sia mai utile “rinunciare”, preferisco scegliere 😉

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri?

Sono piena di energie e motivante (piace agli altri). A me degli altri piace l’empatia (quando c’è).

Quanto conta il giudizio degli altri?

Fino a 2 anni fa ti avrei detto che contava un buon 70%, oggi ti dico che sono scesa al 40%, conta ma dipende molto da quanto sono convinta io di stare facendo quello che mi sembra più giusto.

Cosa ti fa soffrire?

Il distacco.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo?

Sciupata.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce?

Bisognerebbe chiederlo agli uomini. Io posso dire che a me le curve al posto giusto piacciono un sacco e spero davvero di mantenere sempre le mie.

Sei felice?

A tratti.

Cosa ti rende felice?

Un sacco di cose, a seconda degli ambiti.

Cosa ti manca per essere felice?

Non lo so, non credo nella “felicità” come assoluta. La felicità può essere solo a momenti. In questo momento mi manca una spiaggia, un sole caldo e un massaggio, per essere felice 😉

La donna in cui ti rispecchi di più?

Me stessa.

IMG_1899

La canzone a cui ti senti più legata?

“You Learn” di Alanis Morisette

Il film che ami di più?

“Non ci resta che piangere”.

La frase che ti racconta?

Sono un puzzle di pezzi sparsi, ne manca sempre uno.

Cosa vedi davanti a te?

Incroci, occasioni, scelte, prospettive.

Di’ qualcosa a te stessa.

Non avere paura e continua a fare un passo alla volta!

foto 2

Curve allo Specchio: Barbara Christmann

curve allo specchio

Leale, instancabile, competente, brillante, affascinante, generosa… aggiungiamo altro? I suoi occhi sono di un azzurro meraviglioso!

Lei è Barbara, l’ideatrice dello strepitoso Calendario Beautiful Curvy.

Ama il suo lavoro alla follia e le ragazze del Calendario Beautiful Curvy per lei “sono un po’ come le sue bambine che protegge e aiuta nella loro crescita personale”.

Per lei la bellezza è un equilibrio tra anima e corpo.

A voi Barbara!

Barbara-110

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Sono una donna che è sempre stata più o meno in carne.

Che donna sei? Mi impegno per cambiare certi concetti di bellezza stereotipata in modo da far capire che la bellezza non dipende dalla taglia, ma dal proprio sentirsi bene.

Come sei diventata la donna che vedi? Grazie all’amore da parte della mia famiglia e specialmente di mia madre ho raggiunto un equilibrio psicofisico. Ho letto dei libri che mi hanno aiutato a capire cosa è importante nella vita.

Ti piaci? e cosa ti piace di te? Sono una persona curiosa, disponibile, generosa, corretta e responsabile.

Cosa cambieresti invece? Ciò che non mi piace di me è che ho un rapporto poco disciplinato con il cibo.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Mi lascio andare alle tentazioni della gola, questo comportamento alla lunga mi fa male alla salute e lo so.

E con la bilancia? Non amo molto la bilancia e ci salgo poco per tenere il peso sotto controllo.

Come ci convivi con la taglia? Non mi sono mai fatta delle paranoie per la mia taglia, ma quando il peso influisce sulla salute non va bene.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza per me è un equilibrio tra anima e corpo ed è una cosa che si percepisce guardando una persona. Se osservate le nostre ragazze del Calendario Beautiful Curvy, si percepisce la mia idea di bellezza naturale, sana e gioiosa.

20141218PressDay_0025

Tu… e il cibo? Sono purtroppo una persona golosa, quando vedo dei cibi che mi incuriosiscono difficilmente resisto ad assaggiarli, dal salato al dolce.

A cosa non sai rinunciare? Alla mia curiosità!

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Credo che quello che piaccia agli altri è che sono una persona che sa ascoltare, disponibile, comunicativa, aperta, gentile ed equilibrata. Mi piace degli altri che siano persone aperte, educate, rispettose e intelligenti.

Quanto conta il giudizio degli altri? Il giudizio degli altri mi interessa fino a un certo punto, dipende dal rapporto che ho con loro.

Cosa ti fa soffrire? Mi fa soffrire l’indifferenza e l’egoismo delle persone che pensano che il mondo giri intorno a loro, credo che l’unione faccia la forza e la collaborazione crea nuove sinergie. Mi fa soffrire se le persone giudicano le tue capacità lavorative in base alla forma fisica.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Per gli uomini avere le curve non è un problema come per le donne, si vede anche dall’offerta di abbigliamento e dall’accettazione delle rotondità maschili rispetto a quelle femminili.

Sei felice? Amo la vita e le persone creative che provano a dare risalto e bellezza alla nostra vita.

Cosa ti rende felice? Sono felice quando frequento delle persone positive, che ti fanno sentire bene e quando posso fare le cose che desidero.

IMG_7550

La donna in cui ti rispecchi di più? Non ho un modello di donna, ma ammiro tutte le donne che nella storia sono riuscite a cambiare qualcosa in meglio per le donne.

La canzone a cui ti senti più legata? Amo le canzoni che parlano d’amore come anche i film d’amore, credo che l’amore sia la forza che fa muovere il mondo.

Qual è il tuo progetto a cui sei più legata? Il Calendario Beautiful Curvy!!! Visto che non ho avuto figli e non mi sono mai sposata, le ragazze del calendario sono un po’ come le mie ” bambine ” che proteggo e aiuto nella loro crescita personale. Alcune di loro riescono a diventare, grazie al calendario, delle modelle professioniste. Cosi riesco non solo a valorizzare le bellezze diverse, ma anche trovare per alcune di loro uno sbocco lavorativo.

Curvy calendario 20158061