Categoria: Curvy Confidential

Il sovrappeso. Un incubo. E la mia mente alla ricerca di un modo per dimagrire e compiacere il mio uomo

Una nostra amica che vuol restare anonima ci racconta la sua storia. Una storia che riguarda tante di noi: cercare di essere “altro” per piacere al nostro “uomo”. Ma siamo proprio sicure che stiamo insieme alla persona giusta?

Sono una di quelle donne che ha vissuto sempre in conflitto col proprio corpo, il sovrappeso. Un incubo. Ho imputato a questo quasi tutti i miei fallimenti.
Ho alternato periodi di forte sovrappeso a periodi che io chiamavo di “normalita” e in uno di questi ho incontrato l’uomo che sarebbe diventato mio marito.
Tutto bello e fantastico fino a quando il mio essere ha ricominciato a bussare incessantemente e i chili arrivavano senza chiedere il permesso, uno sull’altro gravando sulla mia impotenza.
Bene. Da lì il suo graduale rifiuto, anni chiusa a dormire in un’altra stanza, il mio respiro era grasso colato che dava fastidio, la mia voce era grasso colato che dava fastidio e la mia mente viaggiava solo alla ricerca di un modo per dimagrire e compiacere il mio uomo.
La solitudine interiore mi ha psicanalizzata portandomi a valutare semplicemente l’allontanamento delle persone negative dalla mia vita.
Un giorno guardandomi allo specchio e parlando con me stessa esclamo: “Sei bella, ti manca solo la libertà di pensare e agire con la tua testa“.
Oggi? Beh oggi sono sempre io con i miei 98 chili, mangio se ho fame e non mangio se non ho fame.
Donne morbide ricordatevi che non siamo noi quelle sbagliate, le menti chiuse sono sbagliate e per fortuna non ce ne sono molte, ovviamente dobbiamo accettarci per come siamo e se non ci vogliono è solo un problema loro….
A proposito sono divorziata 😜

Annunci

Il coraggio di una curvy

Buongiorno a tutti, mi presento… Mi chiamo Elisabetta, sono una donna di 37 anni che, ora, ha una vita piena divisa tra lavoro, famiglia, casa ed hobbies.

Ho deciso di intitolare così il mio primo articolo perché, per arrivare fin qua, ho avuto forza, determinazione, coraggio e voglia di sorridere. Di tornare a sorridere.

Questi ultimi anni non sono stati molto facili e nemmeno così tanto felici. Non voglio annoiarvi, ma parlare della rinascita dopo questo periodo… Avevo preso più di 40 kg. Da una tg. 46 ero arrivata ad indossare una tg 58. Non ero più io. La Elisabetta, sempre truccata, ben vestita e con gli occhi felici era stata presa in ostaggio da una giovane che non si voleva bene. Problemi di salute, discussioni familiari e un po’ di depressione mi avevano inghiottito. Accumulavo peso quanto frustrazioni e delusioni. Guardavo mia figlia e mi sentivo in colpa perché non riuscivo a giocare con lei come voleva. Non mi guardavo nemmeno più allo specchio. Un giorno però, per sbaglio, il mio sguardo ha osservato il mio fisico li, proprio davanti a quello specchio tanto odiato e mi sono detta: “Come sei arrivata fino a qui?”, “Perché non ti vuoi più bene?”. Non sapevo darmi una vera risposta… Era tutto ed era niente… Ero certamente una ragazza triste. Disorientata.

Eccomi al mare…

Da quell’incontro fra la Elisabetta “Top” (del passato) e la Elisabetta “fragile” era nato un caos… Ho cominciato a non mangiare o a farlo poco e niente, a non dormire e pensavo, pensavo… Per due settimane sono stata davvero male poi, non so, mi sono fatta CORAGGIO ed ho affrontato le mie frustrazioni, ho parlato allo specchio gridando tutto quello che avevo dentro e mi sono ritrovata. Certo, detto così sembra stupido, sembrano solo parole ma è stato così. Da quel giorno, 27 febbraio 2018 le due “Elisabetta” hanno fatto pace e convivono. Ho iniziato una dieta seguita ovviamente dalla nutrizionista, ho cominciato a camminare.

Da sola la dieta non bastava…
Attività fisica, musica nelle orecchie che attraversava il cuore e tanta voglia di riuscire. Ho iniziato a dimagrire.
#obesità #dieta #musica #camminare #natura #vogliadifarcela

Tante passeggiate in mezzo alla natura.. gli alberi, il profumo di vita e il sole sulla pelle. Pian piano ho iniziato a vedere i primi risultati. Poi, mi è stato chiesto di partecipare ad un piccolo concorso locale per diventare Miss Curvy. Non volevo, mi sentivo impacciata e goffa ma il coraggio mi ha tirato da un braccio e mi ha fatto affrontare il giudizio della gente e della giuria stessa. Da lì, è nato un nuovo modo di vedere le cose… Invece di dire no a tutto… Mi sono detta Prova a dirti:”Perché no?”.

20 Ottobre 2018
La mia prima sfilata “curvy” con annesso concorso di Miss e Mister Oasi Piemonte che ho anche vinto.
#sfilate #vittoria #curvy #curvyitaliane #curvymodel

La cosa ha avuto seguito perché sto facendo tante piccole cose che hanno incredibilmente aumentato la mia autostima. La cosa principale è che, in questi mesi, ci sono stati, è innegabile, tanti momenti difficili, ansiosi, ma sono riuscita a “dominarli”.

Felice di far parte di questo gruppo!
#curvygirl #orgogliocurvy #accettazione #esseresestessi #labellezzanonhataglia #curvypride

Quando ero ragazzina ed avevo qualche kg in più, venivo presa in giro, ora del mio fisico Mediterraneo sono orgogliosa. Non sono e non voglio essere come le altre, ma sono riuscita a trovare un equilibrio. Bisogna sempre trovare stimoli, migliorarsi per essere in pace con se stessi, ma non sono i kg in più che determinano il nostro valore.

Non dobbiamo sentirci a disagio se abbiamo qualche curva di troppo, dobbiamo trovare la serenità, un equilibrio con il proprio corpo. Non dobbiamo trattarlo male. MAI.

Forse sembra tutto banale e scontato. Alla fine però, se ci pensiamo bene, dobbiamo essere coraggiosi per essere come siamo, senza emulare nessuno, soprattutto in una società basata spesso e volentieri sull’apparenza. Ci vuole coraggio, tanto CORAGGIO, per ritrovarsi, apprezzarsi e amarsi ogni giorno. E voi, siete coraggiose?

Eccomi…
45 Kg in meno,
sempre “curvy” e felice di esserlo, ma sopratutto…
sorrisi veri e tanta tanta stima di me stessa!
#rinascita #curvygirl #rispettodisestessi #amarsi #fidarsidisestessi #insiemesipuò

Elisabetta Giordano

Amo la vita e le sfide…. Sono una donna con i piedi nel presente e lo sguardo rivolto al futuro. Sempre alla ricerca della bellezza dell’essere. Curiosa, creativa… Insomma… Viva!

Sono una #CurvyPrideBlogger

“Il coraggio più grande risiede nell’essere se stessi. Imperfetti. Originali. Unici.” (A. De Pascalis)

ESSERE SE STESSI NEL MONDO DEGLI STEREOTIPI

da9e209414780ca32922c2418631bbdc1312357557.jpg

Per me tornare a scrivere per il blog di Curvy Pride è veramente una gioia e quale argomento migliore se non quello di cercare di essere se stessi in questo mondo colmo di stereotipi.

Dal 2016 (quindi dall’ultima volta che ho scritto) ho iniziato a guardarmi un po’ in giro più di quello che facevo già, ho iniziato ad analizzare il comportamento delle persone di fronte a qualcosa di diverso.

E non parlo solo di una persona con un corpo non considerato “perfetto” (che poi potrei scrivere anche sul valore di questo termine di questi tempi).

Parlo del diverso in generale che va da una persona con una gamba sola, alla persona che ha un colore di pelle diverso.

Vi chiederete perché parlo di questo argomento.

Ne parlo perché essere guardati da capo a piedi non è bello, ti senti quasi un animale da circo rinchiuso in una gabbia, ma quella gabbia non è fatta di ferro ma bensì di persone che sono pronte a punzecchiarti con i loro bastoni fatti da commenti cattivi.

Sono fatte da persone che come se tu fossi una merce ti etichettano e decidono cosa sei e cosa farai.

Tutte/i noi lo sappiamo bene che dalle etichette è difficile staccarsi perché finisci per credere che sei così veramente.

Per questo essere se stessi nella società moderna è un’impresa difficile.

Per gli altri è facile dirti “Ah ma così non va bene, dovresti essere così”, “Perché non fai un po’ di dieta hai un viso così bello e lo stai sprecando con un corpo del genere”. (L’ultima cosa l’ho sentita spesso).

Una persona che sente questi giudizi e non è consapevole dello splendido essere umano che è, tende a rinchiudersi in una bolla e ripeterà tutti i giorni guardandosi allo specchio “Tu non ce la farai mai”, “Cosa vuoi farne della tua vita, tu non sei come gli altri”.

Metterà i suoi sogni in un cassetto, lo chiuderà e butterà la chiave nella spazzatura.

Poi magari riesce a diventare quello che gli altri volevano ma cosa rimane alla fine?

NULLA!

Sei solo un’altra vittima del mondo, della società e delle malelingue, anche perché una volta che diventi il burattino perfetto e infelice che tutti volevano troveranno altri difetti e tu non sarai mai all’altezza di niente per nessuno e ti punteranno ancora il dito contro.

Anch’io avevo paura del giudizio degli altri, anch’io avevo paura di non essere mai abbastanza e che probabilmente non sarei mai andata da nessuna parte.

Poi invece con il passare del tempo ho scoperto che non era così e che non ero sola e che se lo desideravo davvero potevo anche scalare l’Everest perché c’era una persona importante a fare il tifo per me… E sapete chi è questa persona? SEMPRE IO.

Ho ritrovato la chiave del cassetto dove avevo rinchiuso per sempre i miei sogni e l’ho riaperto, ho iniziato a guardarmi allo specchio e dirmi “Cavolo dolcezza oggi sei proprio stupenda”.

Alle occhiate cattive della gente rispondo con un sorriso perché è quello che innaffia il fiore che sboccia dentro la mia anima.

Non bisogna mai lasciarsi abbattere perché quando lo fai significa che ti sei arresa/o ed è proprio ciò che vogliono.

Che tu sia magra/o, grassa/o, alta/o, bassa/o, che tu abbia una gamba sola o un braccio solo, non importa se la tua pelle è scura, chiara, verde, gialla, azzurrina o rosa pallida TU SEI TU.

Con i tuoi pregi e per fortuna i tuoi difetti perché sennò saresti una macchina.

Innaffia quel fiore che hai dentro e fallo sbocciare, sorridi, ama principalmente te stessa/o e poi gli altri e alla società che ti vuole in un determinato modo urla “NO, GRAZIE”.

Se ti accetti con te stesso sei già un passo avanti nello scalare la montagna e guardando l’orizzonte potrai vedere che la vita non è solo spine e oscurità.

Estela Regina Baroni


Uno spirito libero e avventuriera. Con la passione per la recitazione che sogna ogni sera il suo discorso per quando riceverà l’Oscar. Follemente innamorata della vita e amante delle sue curve.“Mai smettere di sognare e combattere per ciò che vuoi, metti i tuoi sogni in tasca e portali sempre con te e questo ti ricorderà che sei ancora vivo”. 

Estela Regina Baroni

Dedicata a te, Donna Curvy

Il poeta Duilio Papi ci omaggia con una splendida poesia dedicata alle Curvy. Un regalo inaspettato che ci onora e ci riempie di commozione.

Sentenzia la vita
il raggio di curva
sul corpo gioviale
di dolcezze nostrane.

Risorgono lieti
i seni ricolmi
nello stupore abbondante
di un portamento regale.

L’aria si scosta,
suadente riscontro
di attriti gentili

Omaggio alle curve
e al prospero fiore
fragranza di vita.

Ringraziamo la nostra inarrestabile Francesca Angelo per il suo grande impegno nel promuovere i valori di Curvy Pride.

IMMAGINA UNA VITA A COLORI: è il segreto della Felicità

Valentina Parenti è entrata nella nostra vita grazie a Pizza e Curve e ringraziamo ogni giorno il cielo per questo prezioso dono.

Oggi ha voluto aprire il suo cuore, colmo di tanta sofferenza ma anche di immenso amore.

Il suo messaggio per tutte noi: “La vita si può e si deve VIVERE A COLORI“!

“Nella Vita di ogni persona ci sono momenti difficili ma bisogna trovare la forza per andare avanti, degli spunti positivi, degli obiettivi da raggiungere.

Specialisti esterni ti possono aiutare ma il lavoro maggiore bisogna farlo noi in prima persona.

mammacuordileone_logo2018

Sono mamma di due bambini maschi (2014 e 2017) che mi hanno colorato la vita ma nel maggio 2018 ho perso la III gravidanza.  Nonostante sia già mamma, è stato per me molto difficile realizzare questa perdita un po’ perché speravo nell’arrivo di una bambina un po’ perché non sono brava negli addii in generale.

elefanteCOLORATO

A un certo punto, colpa anche di un’estate impegnativa a rincorrere due piccole pesti, ho realizzato che era giunto il momento di pensare anche a me, e di essere un po’ egoista.  Doveva essere il momento per mettersi in gioco e lavorare su stessi per essere più positivi, felici, ogni giorno incondizionatamente.

La felicità però si trova nelle piccole cose. Non è una destinazione ma un percorso. È accettare le difficoltà e trovare in esse crescita personale per essere persone migliori sempre.

IMG-20160605-WA0002

Gli ultimi 5 anni la vita mi ha riservato delle sfide: la malattia di una persona cara, un lutto, gravidanze complicante, problemi di salute, di cuore ma ne sono sempre uscita a testa alta. Ci sono sempre i momenti di crisi e di sconforto ma l’importante è, grazie al tempo, alle persone care, e alle nostre risorse nascoste, uscirne positivamente arricchiti.

L’incontro con Curvy pride è stato un’ulteriore ventata di aria fresca, ho scoperto donne combattive con storie da raccontare in ricerca costante di miglioramento per sé e per il futuro di tutti.

Negli anni il mio corpo a subito cambiamenti a fisarmonica ma ho sempre cercato di curarmi. Per me in primis ma anche per i miei figli. Cerco di educarli alla felicità, all’autostima e al rispetto ma non è sempre facile. Accettarci e accettare gli altri sono insegnamenti importanti fin da piccoli (#educareallafelicità).

20180626_133819

Sogno una società attenta al benessere degli altri. In un presente discriminante, con percezioni deviate di bellezza, sogno relazioni sane, amicizie, condivisioni con mente e cuore aperti, diffondendo che la diversità è bellezza.

… E se ci si sente belli si è anche più felici.

Voglio consigliare a ogni #girlpower che leggerà:

– Sorridi, ridere è contagioso!

– Scegli di essere sempre gentile.

– Sì positiva, sempre; ne gioverà anche la salute.

– Essere felici è una scelta!

– Essere felici è il miglior cosmetico!

Dedicato a Ginevra, a tutte le figlie, alle donne di ogni età”.

Valentina #momincolors

20102018-DSC_8769

Valentina Parenti è

“una mamma sempre attenta alle novità, le piace leggere, fotografare, sperimentare con la grafica e vestire floreale. Prova ad educare i suoi figli ad una vita felice e colorata. Immaginare che la vita sia un’enorme tela da dipingere!”

Nasce CURVY PRIDE CONFIDENTIAL

Nasce il gruppo “Curvy Pride Confidential un gruppo di incontro/confronto tra noi donne per parlare del rapporto con il nostro corpo, delle nostre paure, per farci forza vicendevolmente. Un’esperienza tutta in FUCSIA, per conoscere meglio noi stesse e per fare nuove amicizie, per far emergere i nostri talenti e per aiutarci a realizzare i nostri sogni.

Insieme, con coraggio e con tanti pizzichi di buonumore!

L’idea nasce dall’ingresso all’interno dell’Associazione Curvy Pride della psicologa Emanuela Scanu, prendendo spunto da un suo consolidato progetto: il “gruppo delle Silfidi”, nato inizialmente come gruppo di confronto per persone con problemi di peso, era aperto al confronto e alla condivisione di temi al femminile. Il gruppo era guidato dalla dott.ssa Scanu, che provvedeva a far sì che tutti avessero lo spazio necessario a raccontarsi e condividere e aveva il compito di creare le conclusioni e da quelle ispirare il tema su cui lavorare il successivo incontro.

37731903_1843274875718296_3156453027259351040_n

Sulla base di questa esperienza di successo si è deciso di avviare “Curvy Pride Confidential”,  un incontro mensile tra donne di tutte le età, per una preziosa circolazione di esperienze, di modi di pensare che si traducono nella opportunità di ampliare i confini delle proprie prospettive.

Questi incontri saranno sapientemente supervisionati dalla dott.ssa Emanuela Scanu che ne sarà coordinatrice, favorendo lo scambio dei vissuti e la valorizzazione delle competenze individuali e collettive, in libertà e… con il buonumore.

Il primo incontro si svolgerà a Roma Sabato 10 novembre 2018 dalle ore 10:00 alle 12:00 in Piazza dei Giureconsulti (Fermata Cornelia metro A).

Contributo di partecipazione € 5,00

Per iscrizioni e/o informazioni contattateci su curvypride@gmail.com e sui nostri social o al numero 3478264983.

se_curvy_pride

L’AUTOSTIMA E’ UNA COSA SERIA

Vi amate? Vi rispettate? Sapete valorizzarvi come persone? L’autostima non è cosa di poca importanza. Quanto più vi amate e vi rispettate, migliore sarà la qualità della vostra vita. Ricordate che le emozioni e i pensieri possono influenzare la salute e quindi impariamo a volerci bene: un passo alla volta… otto per l’esattezza” di Emanuela Scanu – Psicologa e Coach Alimentare

Le PILLOLE DI AUTOSTIMA “prescritte” dalla dott.ssa Scanu durante CURVY PRIDE WALK&JOY del 21/10/2018

PRIMO PASSO – Imparate a rivolgervi verso voi stessi in modo positivo e smettetela di dirvi cose come: nessuno mi accetta, sono brutto/a, non sono capace. L’importante è che cominciate ad acquisire la consapevolezza di come comunicate: siete sicuramente giudici impietosi con voi stessi. Nulla andrà per il verso giusto se le prime critiche provengono a voi!

SECONDO PASSO Fate le cose che vi rendono felici. Prendere le vostre decisioni in base ai vostri desideri. Non aspettate l’approvazione degli altri. Non lasciate la vostra autostima in mano agli altri. Sebbene sia giusto desiderare che amici e familiari ci accettino e ci vogliano bene non potete dipendere dalla loro approvazione per essere felici.

WhatsApp Image 2018-10-22 at 08.26.45.jpeg

TERZO PASSO – Smettete di lamentarvi per ciò che credete manchi alla vostra vita, per il lavoro, il vostro fisico, valorizzate quello che avete. Smettete di pensate che i vostri difetti siano enormi o che siete in una posizione di svantaggio rispetto a chi vi circonda. Imparare ad accettarvi per quello che siete. Le vostre caratteristiche, le vostre qualità e i vostri difetti sono ciò che vi rende unici.

QUARTO PASSO – Imparate ad essere grati per quello che avete che si tratti del lavoro, la vostra famiglia, gli amici o le cose che possedete. A volte, basta cambiare punto di vista per essere felici, guardate da un’altra prospettiva: attorno a voi ci sono persone per le quali sarebbe un sogno avere ciò che avete voi.

QUINTO PASSO – Socializzate, ma solo a patto che vi circondiate di persone positive. Avere una rete di supporto è molto importante per l’autostima così come è importante chiacchierare con gli amici, condividere esperienze e creare ricordi che dureranno tutta la vita. Tenevi strette le  persone che vi sostengono e vi vogliono bene, allontanate le relazioni tossiche che portano a critiche negative fine a se stesse perché sono i grandi nemici della vostra autostima.

SESTO PASSO – Parola d’ordine: valorizzate le vostre qualità, imparate ad essere generosi con voi stessi. E’ uno dei compiti più difficili da portare a termine, ma quando riuscirete a guardarvi con affetto e ad accettare chi siete, la vostra autostima migliorerà. Potete cominciare con una lista di tutte le vostre qualità. In un primo momento, avrete difficoltà a trovarle. Se non riuscite a sbloccarvi, chiedete aiuto ad un amico oppure a un membro della vostra famiglia alla fine avrete chiaro ciò che vi rende unici.

SETTIMO PASSO – Abbasso la perfezione. Nessuno è perfetto, tutti sbagliano. Cercare di eliminare tutti i difetti e cercare di fare tutto perfettamente non farà altro che rendervi infelici. Se vi concentrate troppo sui difetti, con il tempo comincerete a vedere la vostra vita da quella prospettiva. Questo modo di vedere la vita non è sano e non vi farà per niente bene.

 

OTTAVO PASSO – Imparate a darvi dei limiti. Quando dovete pianificare qualcosa non cercate di andare oltre le vostre possibilità, concentratevi piuttosto a vivere. E’ giusto migliorarsi ed accettare le sfide, ma solo se questo vi diverte e vi fa stare bene. Un’autostima sana è la base di una bella vita. Cercate di impegnarvi per migliorare la vostra autostima e fatelo per voi stessi. Se doveste avere la sensazione di non fare la vita che invece desiderate, fate di tutto per cambiarla, ma fatelo in modo tale da vivere a pieno ogni momento.

ULTIMO CONSIGLIO – ripetete ogni giorno:

“Oggi decido che il resto della mia vita sarà la parte migliore”

37731903_1843274875718296_3156453027259351040_n

 

Dott.ssa Emanuela Scanu

Psicologa e Coach Alimentare

www.emanuelascanupsicologa.com

Cell. 333 84 67 496

Seguitela su FB e Instagram