La mia “grassa” personalità

 

curvy

Bellissime Femme!

Oggi vi racconto una cosa che mi è capitata un po’ di giorni fa…e che mi ha fatto riflettere tantissimo sul modo in cui io vedevo me stessa qualche anno fa e su come adesso vivo il rapporto con il mio corpo…ma, soprattutto, su quanto possano influenzare i commenti altrui e gli stereotipi che da sempre ci rendono infelici! Ma andiamo con ordine…

Rovistando nella scatola dei ricordi sono apparse queste foto! Erano finite nel dimenticatoio ma riguardandole oggi, dopo anni, mi viene da dire: “Che fisico, ragazzi!!!

 

Untitled design (2)

Ero in forma, giovane, piena di vita (tipo adesso 😁)…non c’era proprio nulla che non andasse in me! Eppure, di quel periodo della mia vita l’unica cosa che ricordo è che per molti ero: Grassa, Robusta o, quando mi andava bene, Formosa!

…GRASSA? ?? Ma dove???

Untitled design (4)

Riguardando queste foto con la consapevolezza di oggi, posso affermare che l’unica cosa “grassa” che avevo e che mi appartiene ancora è la mia personalità, che è sempre stata più “grassa” del mio corpo. Vi state chiedendo perché? Beh, perché mi ha permesso di superare le difficoltà, le ingiurie, i fallimenti. Di coltivare le amicizie, di formare una famiglia, di realizzarmi nel lavoro nonostante una vita puntellata di eventi drammatici e dolorosi (ma questa è un’altra storia).

I consigli di chi ti vede con occhi distorti, che ti dice che sei grassa e che devi dimagrire, e che ti ingiuria ingiustamente sempre in modo gratuito, possono danneggiare quello che è poi il tuo futuro di donna. Le ricordo le persone che con i sorrisini ironici mi dicevano: “Sei grassa…” quando non lo ero affatto! Maledetti stereotipi 😥

Untitled design (3)

Oggi penso a quanto sono stata stupida a sentirmi inadeguata. Ma secondo voi ero grassa?? È una domanda voglio fare a quelle ragazze giovani che pensano di non essere perfette: guardate me in queste foto, e guardate voi stesse con obiettività, senza paragonarvi a modelle o attrici. Osservatevi e chiedetevi cosa c’è di sbagliato in voi e, soprattutto, rispondetevi con onestà. Non date ascolto a chi vi giudica, a chi vi esorta ad andare in palestra o a mettervi a dieta. Alle persone che quando ordinate una fetta di torta arricciano il naso  perché “non dovresti mangiarla”. Io,  rivedendomi ora, vorrei solo abbracciarmi e dirmi di credere in me stessa più che negli altri, di non rincorrere stereotipi impossibili e di sentirmi bella proprio per quello che ero…e che sono!

cimettolacurva

 

Non mi spiego il perché di tanta “ignoranza” sul corpo femminile, che deve corrispondere necessariamente a certi parametri per essere perfetto. Ma perfetto in cosa? E poi, chi lo possiede questo corpo perfetto? L’essere umano, in quanto tale, ha dei difetti! Non è perfetto! Ma non è questo a renderci davvero speciali?? Non è bellissimo il corpo delle atlete, muscoloso e imponente, che in molti giudicherebbero poco femminile? E non è bellissimo anche quello di una donna in carne? Non sono le diete a rendere perfetta una donna, ma il modo in cui si prende cura di se stessa e si fa rispettare, anche da chi continua a giudicarla. Vorrei che tutte voi, soprattutto le più giovani, raggiungeste questa consapevolezza il prima possibile, perché è questo che ti fa essere felice: la consapevolezza, non la perfezione.

A pensarci bene, io una cosa perfetta ce l’ho e continuerò ad averla: il mio sorriso! E sono sicura che anche il vostro sia perfetto!! 🙂

IMG-20160124-WA0037

 

 

 

 

 

Femme in vacanza…verso un settembre al top!!

Mie care Femme,

l’abbiamo desiderata, sognata ad occhi aperti e da qualche tempo è già qui, ma per me l’estate comincia ora!! 🙂 Forse alcune di voi saranno già al mare, altre andranno in vacanza a settembre…io ho iniziato a mettere in valigia costume da bagno e pareo: sono gli ultimi giorni prima della partenza per la mia adorata Termoli!!! La mia bellissima boutique, Femme Curvy Concept Store, resterà aperta fino al giorno 8 Agosto. Al vostro rientro (detto tra noi, ho tanti nuovi arrivi già in negozio, ma non spargete la voce!) troverete tantissimi nuovi outfit curvy per l’autunno/inverno 2015  e altrettante sorprese…perché voi lo sapete che l’entusiasmo, da queste parti, non va mai in vacanza! 😉

E durante gli ultimi preparativi prima della partenza, come ogni anno prima delle vacanze estive, mi capita di ripensare a tutti i momenti vissuti con voi e agli obiettivi che abbiamo raggiunto insieme…e quest’anno c’è davvero da esserne orgogliose! 😀 😀 😀

marianna lo preiato

È stato un anno davvero importantissimo, pieno di cambiamenti ed emozioni, a partire dal trasferimento nella stupenda via Bellaria e dalla strepitosa inaugurazione del Femme Curvy Concept Store, il primo in Italia. Sembra ieri eppure…era settembre 2014 ed è passato quasi un anno!

inaugurazione femme curvy concept store

inaugurazione femme curvy concept store

Ma se mi viene la pelle d’oca a pensare alle emozioni vissute con Simona Izzo e Ricky Tognazzi e tutti i miei fantastici amici all’inaugurazione del nuovo store, pensare al 2° Curvy Pride mi fa piangere dall’emozione!! Ancora una volta, tutte insieme a Bologna, per formare una scritta umana e urlare a tutto il mondo che la bellezza non ha taglia! La cosa più emozionante, care Femme, è che al Curvy Pride dell’8 Novembre 2014 c’erano persone di ogni sesso, età e taglia. Blogger e amici che ci seguono da tantissimo tempo ma anche persone che in strada si sono incuriosite e hanno voluto partecipare al flash mob contro gli stereotipi imposti dalla società e dalla moda.

curvy pride 2014

…e che dire della nostra giornata a Domenica In con Paola Perego?? Essere lì con tutte voi è stato un grandissimo onore, poter parlare della nostra Curvy Revolution su Rai1 di fronte a tutta Italia…un’emozione senza fine! 😀 La ciliegina sulla torta? Incontrare la splendida Paola Perego: una persona sensibile e intelligente, capace di andare oltre la superficie delle cose. Per me è stato un vero onore conoscerla: la stimo moltissimo!

se_con Perego

L’anno è iniziato alla grande, proseguito alla grandissima, con una miriade di eventi ed emozioni che non riesco qui a raccontarli tutti, e…non potevamo non chiuderlo con un evento super come il Curvy Pride ad Expo in Città!! 6 giugno 2015: una giornata indimenticabile, dalla nostra partenza da Bologna a bordo del Curvy Bus, al workshop sulla bellezza senza taglia – che è diventato un vero dibattito, con confronti e testimonianze che mi hanno lasciata senza fiato – fino al lancio dell’iniziativa #taglialataglia!

curvy pride milano

taglialataglia

curvy pride expo in città

Mie care Femme, con voi ho vissuto un anno indimenticabile, ricco di emozioni e obiettivi che si sono concretizzati grazie alla dedizione, alla caparbietà e a quel pizzico di follia che non manca mai!! Ma sapete qual è la soddisfazione più grande? Avere la certezza che le cose possono davvero cambiare…la nostra Curvy Revolution è partita solo da qualche anno e…guardate quanti passi abbiamo fatto!! 😀

Femme, vi aspetto a settembre con nuovi brand curvy per i vostri outfit, iniziative e obiettivi ancora più ambiziosi e…l’entusiasmo di sempre!

Ci vediamo a Termoli, “stessa spiaggia stesso mare…” ♪ ♫ ♫ ♪ ♫ ♪ ♪

Siamo una squadra Curvyssimi!!!

Bellissime Femme!!

L’onda di Curvy Pride Expoincittà è stata proprio lunga! Mi sono dovuta rituffare subito nel lavoro e nella vita familiare ma continuamente, nei giorni successivi, arrivavano nuove conferme che abbiamo fatto qualcosa che per molte persone ha avuto un grande significato. 🙂 E più queste conferme arrivano, più sento la necessità di dire una serie di grazie…stasera mi concedo un po’ di tempo per riordinare le idee e parlare di questa squadra meravigliosa che si sta creando. Perché una delle sensazioni più belle che mi lascia questo Curvy Pride è che tante realtà che già portavano avanti gli stessi temi, ora stiano facendo sempre di più rete fra loro e questa è l’unica strada per costruire qualcosa!! Lo so, finirà che dimenticherò qualcuno, che non riuscirò ad esprimere fino in fondo la mia gratitudine per ognuno… Non è un buon motivo per non provarci, solo chi non fa non sbaglia mai. 😉

curvy pride milano

Voglio iniziare da Emilio Franzoni. Proprio lui, il prof; il neuropsichiatra infantile che ha fondato Fa.Ne.P. Onlus e che da anni combatte l’anoressia e la bulimia. È venuto apposta a Milano per partecipare al nostro workshop ed ancora una volta ha dato un senso e una direzione a quello che facciamo, ci ha indicato la strada maestra e ci ha fatto sentire a nostro agio con la sua sapienza, la sua dolcezza e il suo buonumore. Talmente a nostro agio che qualcuno ha trovato, grazie a lui, il coraggio di aprirsi come mai aveva fatto prima… Ma di questo, forse, scriverò con più calma in un altro momento. Insieme al prof, l’inarrestabile Simona Simone, che coordina tutte le attività che danno visibilità a Fa.Ne.P. e alla quale ci riferiamo ogni volta che c’è da organizzare insieme qualcosa.

Che dire di Nadia Monti? Credo sia davvero difficile trovare nelle istituzioni un partner così partecipe, entusiasta e propositivo. Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bologna, ha scoperto per caso Curvy Pride due anni fa e ha pensato che quello che facciamo rientri nelle competenze del suo assessorato, perciò ha deciso di aiutarci. Beh, è anche grazie a lei se oggi siamo molto più di una scommessa tra amici e non ci spaventiamo di affrontare tematiche molto serie, con la piccola ambizione di contribuire ad un cambiamento sociale. Nadia ormai è una di noi, ha la maglietta fucsia Curvy Pride cucita addosso, l’ha voluto ribadire con la conferenza stampa del 28 maggio, non poteva venire al workshop ma ha preso il treno e si è presentata in piazza San Carlo per partecipare a #taglialataglia e alla scritta umana. Una vera partner e, ormai, anche una vera amica.

curvy pride milano

Un rapporto in continua crescita è quello con Barbara Christmann. Tra le più influenti curvy blogger italiane, famosa per il calendario che porta il nome del suo blog Beautiful Curvy, anche lei ci ha sostenuto fin dall’inizio, con uno spirito di collaborazione che poche sue colleghe hanno. Oggi devo ringraziarla per aver messo a disposizione di questa edizione la sua teutonica precisione, la sua agenda di contatti (grazie alla quale il workshop si è arricchito di alcune voci significative) e la sua presenza su Milano, preziosissima in fase produttiva. Insieme a lei, sempre più vicino è anche Alessandro Carella di Uomini di Peso. Entusiasta e pratico, non si tira mai indietro. Ed ha portato nel dibattito un punto di vista maschile davvero importantissimo! Sara Barbieri, stilista curvy, è stata doppiamente protagonista: durante il workshop ha dato opinioni e lanciato proposte che porteranno sicuramente dei frutti nel nostro lavoro futuro. Poi, in piazza, ha dato il suo tocco di stile alle nostre magliette, utilizzando le forbici come solo lei sa fare per creare nuove linee e scollature personalizzate per tutte le pridine!!

_DSC4386

Bellissime scoperte sono state Elisabetta Viccica e Romina Diana nella veste multipla di organizzatrici del concorso Miss Bella In Carne, di fondatrici dell’Associazione Amarsi un Po’ e di imprenditrici fashion con la linea di curvy lingerie Evha&Eva. Sono venute da Roma, portando con sé un entusiasmo straordinario. È come se fossero parte della nostra squadra da sempre e sono sicura che le nostre e le loro iniziative cammineranno insieme per molto tempo. Altra scoperta è stata Morena Petrassi, che sento vicina perché anche lei è al fianco delle donne curvy che cercano di valorizzare la propria immagine con il suo image consulting Be Unique. Il suo lavoro è complementare al mio ed è un peccato che lei stia a Lugano e io a Bologna.

Un grandissimo contributo in termini di sensibilità e generosità è stato quello di Elena Guerrini, altra persona che dopo mezza giornata mi sembrava di conoscere da una vita. Elena ha distribuito, a piene mani, copie del suo libro Bella Tutta! e ne ha letto un passo durante il workshop. Ci ha regalato una grandissima emozione e non vedo l’ora di vederla in scena nel monologo teatrale che ha tratto da questo libro. Altro contributo di peso è arrivato da Raffaella Berardi, dell’ARCIGAY Milano, Sezione Donne, sia in fase di preparazione che durante il workshop: da lei è partita una delle proposte più apprezzate di cui certamente riparleremo. Raffaella, poi, ha messo la ciliegina sulla torta con un fantastico articolo su MediaComunicazione.

La passerella della nostra performance #taglialataglia è stata impreziosita dalla presenza de I Murr, Antonio e Roberta, fashion consultants tra i più noti in Italia. Durante tutto il flash mob, sono state attivissime Mirella Rosato, titolare di BeautyFull Models – prima agenzia di sole modelle curvy in Italia – e, come già a Bologna, Giorgia Marino e Szkiba “Susie” Zsuzsanna, che stavolta hanno messo a disposizione anche l’account twitter dei loro rispettivi blog Morbida, La Vita e Beauty With Plus per una diretta Periscope dell’evento. Con Mirella (e con la sua dolcissima figlioletta che è stata la nostra mascotte) sono certa che collaboreremo ancora, Giorgia è una voce importante e vivace nel panorama curvy e vorrei che fossimo sempre più vicine. Francesca Carbone, che ha lasciato (di sabato!) il suo negozio di taglie morbide Carbone Più a San Giuseppe Vesuviano per  dare il suo contributo alla causa. Marco Di Giovanni, che ci ha concesso l’uso delle foto che ha scattato durante l’evento. E la bellissima, travolgente Rajae Bezzaz, che ha messo a disposizione la sua immagine, la sua trasmissione radiofonica e tutte le interviste che ha fatto nell’ultimo periodo, per parlare di Curvy Pride. E poi ci sono le amiche di sempre, quelle che hanno condiviso il viaggio sul curvy bus…una specie di gita scolastica postuma… 😀 😀 😀

curvy pride

curvy pride
_DSC4391

curvy pride milano

Un grazie speciale lo dobbiamo al Comune di Milano, nella persona dell’Assessore Pierfrancesco Majorino: ha voluto Curvy Pride tra gli eventi Expoincittà per aggiungere un modo diverso di guardare alle tematiche legate al cibo, soffermandosi per un attimo sui problemi oltre che sugli entusiasmi. La sua assistente Seble Woldeghiorghis, è stata un punto di riferimento prezioso, ci ha indirizzato in maniera perfetta dal punto di vista burocratico e ci ha fatto avere la Casa dei Diritti, ottimo spazio pubblico senza il quale il nostro workshop e tante proposte importanti per il futuro della curvy revolution non avrebbero mai visto la luce.

Qualcuno si starà chiedendo perché non ho ancora citato le persone che lavorano ogni giorno a far crescere Curvy Pride. Semplice: perché quando parlo in prima persona, io non parlo solo per me, parlo per tutti! Siamo sempre stati come una persona sola, ora poi che è nata l’Associazione Curvy Pride, lo siamo davvero: una persona giuridica. Se dovessi iniziare a parlare dei soci fondatori uno per uno – Simona, Laura, Grazia, Maria Laura, Erasmo, Speranza e Monica – non finirei più di scrivere. Idem se dovessi esprimere quello che mi lega a Studio Endorfine – Luca, Omar, Franz – quanti aneddoti dovrei raccontare?! Solo tre piccole annotazioni: la prima è per Attilio Cerqua, straordinario per la qualità che riesce a mettere nei video e nelle foto nonostante tenga ritmi di lavoro folli, senza mollare mai, pur di far vedere a tutti voi prima possibile le immagini di quello che facciamo; le altre due sono per Erasmo e Speranza, che stavolta non erano presenti fisicamente ma hanno lavorato con noi esattamente come se fossero accanto, senza far avvertire la distanza nemmeno per un attimo.

Se qualcuno vuole sapere come si fa a fare un Curvy Pride, beh, adesso una piccola idea forse ce l’ha. 😀

GRAZIE A TUTTI!

curvy pride expo in città

Ci metto la CURVA!!!

FEMME BOUTIQUE 3

Ciao a tutte e benvenute!

Quando si apre un blog è giusto presentarsi. Quindi, eccomi: mi chiamo Marianna ( Maryann per le amiche…) e amo la moda! Questa mia passione è diventata presto una professione, tanto che oggi gestisco un negozio tutto mio: Femme.

TORTA FEMME

Più che un punto vendita è un vero e proprio luogo d’incontro per tutte le donne che amano le proprie forme: qui da me nessuna si sente a disagio e ognuna trova il vestito che desidera senza imbarazzi né compromessi. Femme sono io (perché c’è tanto di me!) ma sono anche tutte le donne che si piacciono e amano piacere, che non tentano di rientrare in canoni prestabiliti e che valorizzano le proprie curve con naturalezza e personalità. Donne vere, quelle che magari non salgono (ancora) sulle passerelle ma hanno un armadio gigante e tanta voglia di mostrare il proprio stile!

MARIANNA E LE FEMME 2

Perché Ci metto la curva? Perché dopo anni di attività nel settore, ho capito che se vogliamo che le cose cambino sulle passerelle, sui giornali e nei negozi, dobbiamo iniziare a farci sentire! Dovremmo essere tutte orgogliose del nostro corpo e della nostra morbidezza, senza essere ansiose alla sola idea di fare shopping né mortificate perché la 46 è l’ultima spiaggia di piccole e grandi firme.

Siamo curvy e siamo belle ed è arrivato il momento di farlo sapere a tutti, per questo invito tutte voi a metterci la curva e…sorridere!

In fondo, cosa importa del girovita: la felicità non ha mica le taglie?! 😉

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: