Is Curvy Body “Indecent” on TV? La censura “indecente” di ABC ed NBC

Un corpo formoso è indecente da vedere in TV?  La domanda è legittima e l’occasione per porsela arriva direttamente dagli Stati Uniti dove sta suscitando scalpore e indignazione la scelta di due emittenti tv come ABC e NBC di non mandare in onda lo spot creato dal marchio Lane Bryant per la sua nuova campagna #ThisBody is made for… dedicata all’intimo, in cui si celebra il corpo della donna in tutte le sue forme con le modelle Ashley Graham, Tara Lynn, Denise Bidot e Georgia Pratt.

Apriti cielo e il tam tam web è subito partito e ancora è pienamente in viaggio su tutte le tastiere del mondo, femminile e non. Molti sono i video che girano e uno in particolare mette a confronto spot andati in onda sulle due emittenti con donne in intimo magrigformi con quelli con donne curviformi rifiutati dalle stesse tv.

Basta poco per chiedersi quale sia la pietra dello scandalo…I corpi formosi? Il seno nudo di una donna che allatta? L’attacco frontale al modello dominante di bellezza scheletrica? Una malcelata forma di discriminazione ponderale? La paura che la sensualità curviforme possa  surclassare quella scheletriforme? E che cosa sarebbe più indecente in tutta questa storia? Mostrare delle donne curvy o censurarle? La questione rimane aperta e non resterà isolata.

La nostra sensazione è che sia difficile accettare fino in fondo il principio che la bellezza non dipenda dalla taglia che si indossa e che tutte le donne debbano potersi riconoscere in una società che invece tende a criminalizzare chi non riesce ad allinearsi con con un’idea di donna spesso irraggiungibile e costruita a tavolino o modificata con photoshop per renderla “perfetta”. Per noi Curvy Pride significa sovvertire questo pregiudizio e sognare di poter guardare su una rivista come in Tv una rappresentazione delle donne che corrisponda alla realtà. #ThisBody is made for a Curvy Revolution!!!

Ashley, Barbie e la Curvy Revolution che avanza

La notizia è di quelle che lasciano il segno e la foto più di mille parole racconta una svolta epocale nella moda e nel mondo della comunicazione: la modella curvy Ashley Graham è la ragazza di copertina del numero Speciale di Sports Illustrated dedicato ai costumi!!! È tutto vero ed è meraviglioso! Ma c’è di più perchè il famoso magazine americano ha scelto di fare 3 copertine con 3 modelle diverse per fisicità e taglia, Ashley Graham, Hailey Clauson e Ronda Rousey!

IMG_20160215_165609

Non era mai successo e sembra incredibile anche solo dirlo. Per noi dovrebbe essere la normalità vedere cover come queste e sfogliare riviste e magazine dove tutti i modelli di bellezza possano trovare spazio e dignità di essere mostrati e rappresentati, non per un discorso di quote “curvy”, ma per lanciare un messaggio forte e chiaro di verità e sensibilità: la bellezza non ha taglia! Curvy Pride per noi significa questo e la Curvy Revolution significa anche che ogni donna possa guardare una foto come questa e finalmente non sentirsi a disagio per la propria forma fisica “imperfetta” e “socialmente inadeguata” secondo un canone che non rappresenta tutta la realtà. E noi come Associazione Curvy Pride sognamo che un giorno una notizia come questa possa non essere più così clamorosa, ma solo una conquista di civiltà per un mondo in cui la pluralità dei modelli di bellezza sia percepita come normale.

beauty has no size

Non è ancora così, e anche se qualcosa sta cambiando, se solo pensiamo alla nuova Barbie, e i nuovi Ken, in tutte le taglie lanciati da poco da Mattel o al Calendario Pirelli o ai passi in avanti fatti a Miss Italia con le Miss Curvy, di sicuro c’è ancora tanto da fare. Oggi, però, godiamoci questa bellissima copertina in attesa di tutte quelle che prima o poi arriveranno. #CurvyPride!!! ❤ ❤ ❤

IMG_20160215_165641