Curve allo Specchio: Alessandro Bentivegna

curve allo specchio

Alessandro è un uomo meraviglioso. È generoso, leale, altruista, sensibile… semplicemente speciale! Scenografo, costumista, autore del blog “Il Marito dello Sposo” e da diversi mesi i suoi articoli sono pubblicati sull’ Huffington Post. Leggeteli: non li troverete mai banali e saranno sempre occasione di dibattito e riflessione.

Vi presento Alessandro!

Chi è l’uomo che vedi nello Specchio? Un bel signore che viaggia per i 50.

Che uomo sei? Buono, generoso, creativo…ma non stupido. Cercare di essere positivo e propositivo è un esercizio a volte impossibile, ma necessario per migliorare se stessi e la propria qualità della vita.

11057645_10153372109109559_1436159566863228482_n

Come sei diventato l’uomo che vedi? Riflettendo.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Per quanto riguarda odiare, non saprei nello specifico. Quello che ho fatto, l’ho fatto con i mezzi fisici e morali che avevo a disposizione e che comprendevo allora. Oggi molte scelte e azioni sarebbero diverse, ma è nella sana natura umana prendere distanze dalle situazioni che ci umiliano. Per le cose che ho amato, invece, amo la mia rigenerante e costante capacita di amare.

Ti piaci? e cosa ti piace di te? Sì mi piaccio, perché mi stimo, stimo il lavoro che ho fatto su di me per diventare l’ uomo adulto che sono e penso di essere fortunato ad avere un aspetto gradevole.

Cosa cambieresti invece? Nell’insieme niente.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Alterno fasi nelle quali sono più attivo ad altre che sono di una pigrizia disarmante.

E con la bilancia? Non mi peso, mi regolo direttamente con i vestiti che indosso.

Come ci convivi con la taglia? Non sono alto e non sono magro, ma ho un corpo forte e attivo.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza è un canone emozionale… e non bisogna limitarsi a cercare e commentare solo la forma: perché forma e sostanza sono indissolubili. Essere belli non significa necessariamente essere anche sexy.

12112047_10153727262409559_4334629475218679071_n[1]

Tu… e il cibo? Non mi piace cucinare, mangio un po’ di tutto e quando mi va.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Dolci, vino rosso e passeggiata serale.

A cosa non sai rinunciare? Non rinuncio a niente, ho imparato ad assecondarmi con misura ed educazione.

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Sono empatico, comunicativo e ci tengo all’igiene personale…. questa cose mi piacerebbe riscontrarle anche negli altri.

Quanto conta il giudizio degli altri? Siamo animali sociali, il giudizio degli altri conta e ci condiziona, è da ipocriti confermare il contrario.

Cosa ti fa soffrire? Ovvio, la crudeltà.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Non sono più un adolescente, il mio corpo svolge le funzioni che può svolgere e io lo metto nelle condizioni di farlo… ho fatto pace con un sacco di cose, compresi gli aggettivi inopportuni delle persone.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Essere definito Dad bod …ha il suo mercato 😉

26574_389768739558_773562_n

Sei felice? La felicità è la capacità di emozionarsi percorrendo tutte le esperienze della nostra esistenza dal primo all’ultimo giorno… Sì, sono felice anche se a volte me ne dimentico.

Cosa ti rende felice? La consapevolezza che ho maturato nel saper lasciare andare, non trattenere nulla più del necessario e spero di riuscire a farlo anche quando verrà il momento di lasciare la mia vita.

Cosa ti manca per essere felice? Sono felice!

L’uomo in cui ti rispecchi di più? Pur amando e stimando mio padre, non ho un punto di riferimento preciso, è più un puzzle composto da varia umanità.

La canzone a cui ti senti più legato? Fortunatamente ne ho tantissime e di generi e periodi diversi.

Il film che ami di più? Come sopra.

La frase che ti racconta? “La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla” (G. G. Márquez).

Cosa vedi davanti a te? Dipende su cosa focalizzo il mio sguardo.

Di qualcosa a te stesso. Daje!

Curve allo Specchio: Francesca Sanzo

curve allo specchio

Francesca Sanzo è una donna meravigliosa. È nata e vive a Bologna e gestisce il blog  Panzallaria, dove racconta aneddoti legati alla sua vita. Tra le miriadi di attività in cui è coinvolta, ci tengo a parlarvi del suo incredibile libro “102 chili sull’anima: la storia di una donna e della sua muta per uscire dall’obesità”  – Edizioni Giraldi. Leggetelo! Vi assicuro, vi lascerà il segno.

Nel frattempo… vi presento Francesca!

 

Chi è la donna che vedi nello Specchio?

Francesca, una donna che agisce il cambiamento ogni giorno.

Che donna sei?

Solare, ombrosa, molto caparbia, chiacchierona, curiosa: una donna che si impegna ogni giorno per imparare qualcosa.

foto 1

Come sei diventata la donna che vedi?

Sono il frutto di tutte le mie esperienze, quelle positive ma anche quelle negative e del tipo di scelta che ho agito per affrontare ognuna di esse.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato?

Ho finalmente capito che il passato è un punto che non si può cambiare e posso agire solo sul presente, quindi tendo a non farmi questa domanda. Sicuramente amo la passione che ho messo in ogni cosa, odio la paura che mi ha frenato troppo spesso.

Ti piaci? E cosa ti piace di te?

Mi piaccio moltissimo: mi piace il mio approccio al mondo, mi piace il mio corpo che mi sono conquistata con grande fatica e determinazione.

Cosa cambieresti invece?

A parte il fatto che mi dispiace essere miope, non cambierei proprio nulla: sono io, diversa da chiunque altro e per questo speciale in ogni dettaglio.

Che rapporto hai con il tuo corpo?

Attualmente ho un ottimo rapporto con il mio corpo: sono uscita dall’obesità un anno fa, con un lungo percorso di rieducazione all’amore per esso che mi ha portato a perdere 40 chili e a riavvicinarmi allo sport. Lo curo, cerco di volergli bene e penso che sia uno strumento necessario per fare quello che voglio fare, così, come si farebbe per un’auto indispensabile a viaggiare, lo tratto molto bene.

E con la bilancia?

Come tutte le ex obese, ho un rapporto molto stretto con la mia bilancia: mi peso ogni mattina e se non lo faccio, mi rimane un po’ di inquietudine, perché sono un’anima tossica, portata un po’ alle fissazioni 😉 Oggi la mia bilancia “mi vuole bene”, ma non è sempre stato così. Quando pesavo 102 chili non mi misuravo mai, come se fosse solo la bilancia a potere confermare, concretamente, che avevo superato il limite (e non di bellezza, di salute).

giornata childrenfree 2012

Come ci convivi con la taglia?

Oggi benissimo, indosso una 42 e non ho particolari problemi a vestirmi: un tempo non entravo nei negozi perché non trovavo mai qualcosa che facesse al caso mio e di conseguenza non mi curavo più: un brutto circolo vizioso che impedisce alla persone “over” di acquistare il giusto equilibrio per accettarsi davvero.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te?

La bellezza è nello sguardo di chi guarda, per ciò anche nello sguardo in cui ci guardiamo: se noi per prime riusciamo a valorizzare noi stesse, a sentirci belle per la nostra unicità, anche gli altri ci vedranno così. La bellezza è un “vestito”: importante per farci sentire a nostro agio al primo appuntamento, ma non indispensabile per fare colpo davvero.

Tu…e il cibo?

Sono stata bulimica da adolescente e ho avuto per tanti anni un rapporto disfunzionale con il cibo, come racconto nel mio libro “102 chili sull’anima: la storia di una donna e della sua muta per uscire dall’obesità, edizioni Giraldi, il cibo è stato per molto tempo il mio migliore amico, ma non l’amico migliore. Mangiavo per rabbia e paura e sono ingrassata per questo. Oggi mangio per nutrirmi, per riuscire a correre (ho appena fatto la mia prima mezza maratona) e nuotare, per avere l’energia giusta per fare tutto quello che desidero.

thumb_IMG_8904_1024

A cosa non sai resistere, non solo a tavola?

Non resisto a una serata con gli amici, a una nuotata in un bel mare, al sorriso di mia figlia e alla mia voglia di scrivere.

A cosa non sai rinunciare?

So rinunciare a tutto, ma non credo sia mai utile “rinunciare”, preferisco scegliere 😉

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri?

Sono piena di energie e motivante (piace agli altri). A me degli altri piace l’empatia (quando c’è).

Quanto conta il giudizio degli altri?

Fino a 2 anni fa ti avrei detto che contava un buon 70%, oggi ti dico che sono scesa al 40%, conta ma dipende molto da quanto sono convinta io di stare facendo quello che mi sembra più giusto.

Cosa ti fa soffrire?

Il distacco.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo?

Sciupata.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce?

Bisognerebbe chiederlo agli uomini. Io posso dire che a me le curve al posto giusto piacciono un sacco e spero davvero di mantenere sempre le mie.

Sei felice?

A tratti.

Cosa ti rende felice?

Un sacco di cose, a seconda degli ambiti.

Cosa ti manca per essere felice?

Non lo so, non credo nella “felicità” come assoluta. La felicità può essere solo a momenti. In questo momento mi manca una spiaggia, un sole caldo e un massaggio, per essere felice 😉

La donna in cui ti rispecchi di più?

Me stessa.

IMG_1899

La canzone a cui ti senti più legata?

“You Learn” di Alanis Morisette

Il film che ami di più?

“Non ci resta che piangere”.

La frase che ti racconta?

Sono un puzzle di pezzi sparsi, ne manca sempre uno.

Cosa vedi davanti a te?

Incroci, occasioni, scelte, prospettive.

Di’ qualcosa a te stessa.

Non avere paura e continua a fare un passo alla volta!

foto 2

Curve allo Specchio: Carmen Cardo

curve allo specchio

Vi presento Carmen: bella, tenace e tifosissima del NAPOLI!

Lavora presso CARBONE PIU’, un negozio di abbigliamento per donne Curvy a San Giuseppe Vesuviano (NA).

Il suo motto è: “Non importa quanto vai piano l’importante è non fermarsi”.

Brava Carmen!

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Una donna sorridente.

Che donna sei? Sono una giovane donna sempre allegra.

Come sei diventata la donna che vedi? Grazie alle mie esperienze di vita.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Ho fatto tanti errori fatti in passato, ma posso dire che non li odio perché è grazie a loro che sono diventata quella che sono.

foto11

Ti piaci? E cosa ti piace di te? Sì, mi piaccio molto e soprattutto amo il mio sorriso.

Cosa cambieresti invece? Ho molte imperfezioni ma non cambierei nulla, perché ogni donna è bella anche con le sue imperfezioni.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Un rapporto sereno, me ne prendo cura.

E con la bilancia? Prima avevo un rapporto complicato con la bilancia, oggi invece ho imparato ad apprezzare le mie forme e mi piacciono molto!

Come ci convivi con la taglia? Bene.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza per me non è quella esteriore ma quella interiore.

Tu… e il cibo? Sono una buona forchetta.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Non so resistere ai pranzi organizzati in famiglia perché adoro stare con le persone a cui tengo.

foto3

A cosa non sai rinunciare? Non saprei mai rinunciare…allo stadio quando gioca il NAPOLI!!!

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Credo che agli altri piaccia di me l’allegria che emano mentre degli altri apprezzo molto la sincerità.

Quanto conta il giudizio degli altri? Assolutamente niente.

Cosa ti fa soffrire? La cattiveria gratuita delle persone.

foto2

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Piccoletta.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Gli uomini gradiscono le curve delle donne perché le rendono molto più femminili.

Sei felice? Sì.

Cosa ti rende felice? Le persone che amo e le cose semplici della vita.

Schermata 2015-04-24 a 18.53.42

Cosa ti manca per essere felice? Niente, bisogna sempre cogliere il lato positivo delle cose.

La donna in cui ti rispecchi di più? Paola Cortellesi.

La canzone a cui ti senti più legata? “Vivere”, di Vasco Rossi.

Il film che ami di più? “Quasi amici”.

La frase che ti racconta? Non importa quanto vai piano: l’importante è non fermarsi.

Cosa vedi davanti a te? Una strada in salita.

Di qualcosa a te stessa. C’è sempre qualcosa da imparare!

1

Curve allo Specchio: Emanuela Vendittelli

curve-allo-specchio

La felicità va cercata dentro di noi, nelle cose e nelle persone che ci circondano.

Solare, allegra, affascinante!

Una forza della natura!

Vi presentiamo la nostra amica Emanuela.

1 (2)

Chi è la donna che vedi nello Specchio? Una donna appagata e completa.

Che donna sei? Una donna che ama vivere a pieno la vita.

Come sei diventata la donna che vedi? Con tante salite e discese, lacrime e sorrisi.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Il sapore del glutine con relativi viaggi, feste, incontri, cene ecc.; mentre odio il tempo passato a nascondermi per quei chili di troppo.

1 (3)

Ti piaci … e cosa ti piace di te? Come affronto la vita con il sorriso e l’allegria.

Cosa cambieresti invece? Il lato del carattere troppo per bene e timoroso di offendere.

Che rapporto hai/ha con il tuo corpo? Non bellissimo, se mi guardo vedo delle cose che non mi piacciono e le copro ma alla fine cerco di sdrammatizzare.

E con la bilancia? Odio/amore.

Come ci convivi con la taglia? Se in giro ci fossero taglie reali sicuramente meglio, ma me ne frego: sono sempre alla moda!

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? La bellezza è la vita, la spontaneità e la semplicità.

4 (2)

Io…e il cibo? Domanda problematica visto che da 2 anni ho scoperto di essere celiaca……..

A cosa non sai/sa resistere, non solo a tavola? Al dolce.

A cosa non sai/sa rinunciare? Ai primi.

Cosa piace agli altri di te/lei e cosa piace a te/lei  degli altri? La simpatia e il travolgimento.

2 (3)

Quanto conta il giudizio degli altri? BASTA! Meno di zero.

Cosa ti fa soffrire? Veder donne che si fanno problemi e non si accettano.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Falsa.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Non ho mai avuto problemi anzi.

Sei felice? La felicità va cercata dentro di noi, nelle cose e nelle persone che ci circondano ed io credo di avvicinarmici molto.

4 (3)

Cosa ti rende felice? Il sorriso dei miei figli.

Cosa ti manca per essere felice? Vedere mio figlio sereno e sistemato.

La donna in cui ti rispecchi di più? Semplice e positiva.

La canzone a cui ti senti più legata? “Teorema” di Marco Ferradini.

Il film che ami di più? “50 sfumature di grigio”.

La frase che ti racconta? Nel bene o nel male l’importante è che se ne parli.

1 (1)

Cosa vedi davanti a te? La vita.

Di qualcosa a te stessa. Una donna semplice positiva vivace e circondata solo da chi mi vuol bene.

Curve allo Specchio: Rosaria Rosi Piselli

curve-allo-specchio

La frase che mi racconta di più? Non giudicare mai un libro dalla copertina!

Vi presentiamo Rosi: un’affascinante moglie, una splendida madre, una meravigliosa…curvy.

IMG-20150225-WA0025

Chi è la donna che vedi nello Specchio?  Una donna felice, sorridente, un’amica con cui condividere tutto.

Che donna sei? Altruista, presente, amabile.

Come sei diventata la donna che vedi? Seguendo l’esempio di mia madre una donna unica.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Le scelte sbagliate.

Ti piaci …e cosa ti piace di te? La solarità ed il sorriso.

Cosa cambieresti invece? La taglia di reggiseno.

IMG-20150225-WA0007

Che rapporto hai con il tuo corpo? Un rapporto molto aperto.

E con la bilancia? Un rapporto confidenziale.

Come ci convivi con la taglia? È un numero.

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? Regalare un sorriso a chi non ne ha. Ed è essenziale.

Tu e… il cibo? Siamo unici ed esplosivi.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Al salato e al piccante.

IMG-20150225-WA0009

A cosa non sai rinunciare? Al sole che splende e alla pizza.

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Il sapere ascoltare e il non giudicare mai.

Quanto conta il giudizio degli altri? Nulla.

Cosa ti fa soffrire? Le menzogne e l’indifferenza.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Cicciona.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Un’equazione perfetta.

IMG-20150225-WA0013

Sei felice? Sì, molto.

Cosa ti rende felice? Il sorriso e la serenità di chi amo.

Cosa ti manca per essere felice? Quasi nulla.

La donna in cui ti rispecchi di più? In me stessa.

IMG-20150225-WA0005

La canzone a cui ti senti più legata? Il Cielo di Renato Zero.

Il film che ami di più? Dirty dancing.

La frase che ti racconta? Non giudicare mai un libro dalla copertina.

IMG-20150225-WA0011

Cosa vedi davanti a te? Una donna felice ed altruista.

Di qualcosa a te stessa. Non perdere mai la tua femminilità e credi sempre in te stessa!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: