Etichettato: fa.ne.p onlus

Disturbi alimentari: intervista al Prof. Franzoni della FANEP // Eating Disorders: prof. Franzoni and the Fanep

Disturbi alimentari, stereotipi dei mass media e curvy pride. Ne abbiamo parlato con il Professor Franzoni della Onlus Fanep di Bologna. // Eating disorders, media stereotypes and curvy pride. We asked some question to Professor Franzoni by no profit organization Fanep of Bologna.

fanep bologna curvy pride

 

Cosa sono i disturbi dell’alimentazione? // What eating disorders are?

Prof. Franzoni: I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) sono condizioni estremamente complesse, che hanno radici profonde, esordiscono prevalentemente in età adolescenziale e nascono dall’interazione di molteplici fattori biologici, genetici, ambientali, sociali, psicologici e psichiatrici. Sono caratterizzati da una ossessiva sopravvalutazione dell’importanza della propria forma fisica, del proprio peso e corpo e una necessità di stabilire un controllo su di esso. // Eating disorders are complex and generally start during the teenage years. They come from the interaction between biological, genetical, environmental, social and psychic causes. They are characterize by an insane obsession of body shape and weight, and by the need to control them.

franzoni fanep marianna lo preiato

Quali sono i principali disturbi dell’alimentazione, quali sono i fattori che li provocano e in che percentuale incidono sulla popolazione? // What are the main eating disorders types, how they are common and what factors lead to them?

Prof. Franzoni: Sono una vera e propria emergenza di salute mentale per gli effetti devastanti che hanno sulla salute e sulla vita degli adolescenti, delle persone. I D.C.A. insorgono prevalentemente in età evolutiva e come indica la letteratura, l’età d’esordio tende ad abbassarsi. Il comportamento “anoressico” è già sicuramente osservabile nel corso della prima infanzia (0-3 anni) mentre un comportamento “binge eating” è invece riscontrabile dai 6-10 anni. 8-10 ragazze su 100 ne soffrono , la percentuale maschile è più bassa ma è in aumento. // They are a real mental health emergency, because they have terrible effects on teenagers life and their family. Eating disorders generally start up during teenager years and earlier. The anorexic behavior can be observed even during childhood (0 – 3 years), and a “binge eating” can be observed from 6-10 years old. 8 – 10% of girls suffer from it, and even if male disorders are less frequent, they are now increasing.

 

Quanto conta il fattore ambientale nell’origine del disturbo alimentare? // How environmental factors influences eating disorders in teenagers?

Prof. Franzoni: Il fattore ambientale può avere una forte influenza ma sappiamo che vi è una predisposizione genetica dove possono incidere molti altri fattori come il contesto familiare ed un perfezionismo disfunzionale. // Environmental factor can really influence eating disorders, but we also know that causes can also be genetic, familiar or due to an obsessions of perfectionism.

disturbi alimentari fanep

Quali sono le principali patologie alimentari che colpiscono gli adolescenti e cosa si può fare per prevenirle? // What are the main eating disorders in teenagers and what can we do to prevent them?

Prof. Franzoni: I disturbi del comportamento alimentare sono anoressia e bulimia. “Prevenzione” è una parola difficile, parliamo di una “patologia della relazione” che vede molte corresponsabilità, dove la famiglia va aiutata. L’allontanamento delle cause patogene e il rafforzamento dei fattori protettivi possono essere due tipi di interventi preventivi. L’area ad impatto preventivo maggiormente rappresentata è quella relativa ai fattori psicosociali. La terapia dei DCA richiede strutture e personale specializzati, un approccio inter-disciplinare sia per i trattamenti di tipo ambulatoriale sia per quelli intensivi di degenza parziale o totale. // The main eating disorders in teenagers are anorexia and bulimia. “Prevention” is an hard concept: those are difficoult disorders, and family too needs help. Removing pathogenic causes and strengthening protective factors can be two types of preventive interventions. The area with the most represented preventive impact is related to psychosocial factors. The eating disorders’ treatment requires specialized facilities and staff, an inter-disciplinary approach for both outpatient treatment and for those intensive inpatient, partial or total.  

 

Cos’è l’immagine corporea? // What body image is?

Prof. Franzoni: È l’immagine del nostro corpo che ci formiamo nella mente, e cioè il modo in cui il nostro corpo appare a noi stessi. Le ragazze con anoressia si vedono “enormi”. // It is the image of our body which we form in mind, and that’s the way our body appears to ourselves. Girls with anorexia seen themself  “enormous”.

eating disorders

Che ruolo giocano i mass media e gli stereotipi estetici nella costruzione dell’immagine corporea e nella diffusione dei disturbi alimentari? // What is the role of media and stereotypes in body image’a construction in the spread of eating disorders?

Prof. Franzoni: I media sono i principali diffusori delle rappresentazioni sociali e dei loro cambiamenti nel tempo. I media influenzano i nostri stereotipi estetici proponendoci un ideale di bellezza standardizzato e irrealistico che esalta la perfezione, la magrezza e negativizza il grasso. Vi sono influenze mediatiche nell’immagine corporea, nella spinta alla magrezza e alle successive pratiche per la perdita di peso, tali influenze possono diventare fattori di rischio importanti in persone già predisposte, per fattori individuali e familiari. // Media are the main speakers of social representations and their changes. The media influence our aesthetic stereotypes proposing an ideal of beauty that enhances standardized and unrealistic perfection and thinness. They influence body image, and it can drive teenagers to thinness and subsequent practices for weight loss: such influences may be important risk factors in people already predisposed to individual factors and family.

 

Come giudica l’episodio di violenza accaduto qualche giorno fa a Napoli nei confronti di un ragazzo in sovrappeso? // How would you rate the violent incident happened a few days ago in Naples against an overweight boy?

Prof. Franzoni: Gravissimo, ma non dobbiamo rischiare di strumentalizzare parlando solo di obesità, è un episodio di violenza , un atto di grave bullismo che può essere rivolto contro chiunque venga considerato più “fragile”. // Very serious, but we should not just talking about obesity: it is an act of violence, and an act of serious bullying can be directed against anyone seen as “fragile”.

bullismo disturbi alimentari

Si può parlare di “lipofobia”o ”grassofobia” secondo lei e perché una persona in sovrappeso, soprattutto se bambino o adolescente, può più facilmente diventare oggetto di bullismo o discriminazione? // Can we talk about “lipofobia” or “fatfobia”? Why an overweight person, especially a child or an adolescent, is more likely to be bullied or discriminated?

Prof. Franzoni: Il bullismo è sempre più presente, una persona in sovrappeso o obesa è spesso oggetto di stereotipi negativi , è nel “mirino” e questo crea il mito di ciò che non è grasso quindi della magrezza. // Bullying is becoming more prominent: an overweight person is often the subject of negative stereotypes, is in the “viewfinder” and this creates the myth of what is not so fat, the myth of thinness.

 

Cosa si può fare per contrastare certi pregiudizi? // What can we do to combat certain prejudices?

Prof. Franzoni: Si deve migliorare la relazione all’interno della famiglia, il rispetto nella scuola e
riprendere i valori che sono stati abbandonati per il culto della persona, dell’apparire più
che dell’essere. // Relationships within the family should be improved, respect in school too and you should take the values ​​that have been abandoned for the cult of the individual, that of appearing more that being.

 

Perché il Fanep ha deciso di aderire e partecipare attivamente al Curvy Pride? // Why Fanep decided to join and actively participate in the Curvy Pride?

Prof. Franzoni: Curvy non rappresenta una soluzione al problema ma esprime un concetto di libertà, la Curvy Revolution. // Curvy is not a solution to the problem, but is a concept of freedom, the Curvy Revolution.

curvy pride flash mob 2013

Secondo lei il Curvy Pride può essere un’occasione per diffondere una cultura del corpo e dell’immagine corporea positiva e in controtendenza con i modelli estetici dominanti? // Do you think Curvy Pride can be the opportunity to spread the culture of positive body image in contrast with the prevailing aesthetic models?

Prof. Franzoni: Il modello da proporre è un modello di equilibrio che non incentivi né magrezza, né sovrappeso. Spesso l’equilibrio alimentare rappresenta l’equilibrio interiore di una persona. // The model to propose should be a balanced one. Often, a balanced diet rapresent the inner balance of a person.

 

In che modo Curvy Pride può sostenere l’attività svolta dal Fanep e come si può contribuire per sostenerla? // How can Curvy Pridesupport the work done by Fanep and how you can help to support it?

Prof. Franzoni: Sensibilizzando la cittadinanza, le famiglie, le scuole, i nostri ragazzi al problema e alle importanza della diagnosi precoce, della cura e della ricerca nei disturbi del comportamento alimentare. Donando attraverso Facebook e su fanep.org. // Sensitizing citizens, families, schools and our kids on the problem and the importance of early diagnosis, treatment and research in eating disorders. By donating through Facebook and fanep.org.

curvy pride logo

Curvy Pride is coming!!!

3…2…1…Ci siamo!!! Il (II°) Curvy Pride 2014 si farà, sempre a Bologna, sabato 8 novembre 2014 e stavolta non sarà solo un flash mob, ma una giornata intera dedicata alla bellezza senza taglie. // 3…2…1…Here we are!!!! The (second) Curvy Pride 2014 will be done in Bologna, saturday 8th of November, and this time it will be not only a flash mob, but a all day long dedicated to beauty without size!

Era il 1°giugno 2013 quando, con un centinaio di donne curvy, abbiamo realizzato la scritta umana “Curvy” in Piazza Maggiore a Bologna per lanciare un messaggio di protesta “morbida” contro i modelli dominanti della moda e dei mass media, e per esprimere pochi e semplici concetti. // The 1st of June 2013, with almost 100 curvy women, we realized the human write “Curvy” in Bologna’s Maggiore Plaze, in order to spread a soft protest message against fashion and mass media’s stereotipes, and in order to express 4 simple ideas.

  1. la bellezza non ha taglie // Beauty has no size
  2. no alla taglia zero per le modelle // no to zero size
  3. la moda non può essere discriminatoria // fashion can’t be discriminating

Ancora mi vengono i brividi a vedere le immagini di quel giorno, ma l’emozione più forte è proprio quella che mi fa immaginare un’altra giornata come quella e, come spero, più intensa di quella. // I still feel excited anyway I watch the curvy pride’s photo, but emotion grow if only I imagine another day like that..or even more intense!!

Il flash mob, partito dal blog Cimettolacurva, è stato una dichiarazione di orgoglio morbido per affermare il diritto a un’idea di bellezza che non discrimini e non crei modelli irraggiungibili e dannosi, e per immaginare una cultura del corpo, della moda, dello spettacolo e della vita di tutti i giorni in cui essere in armonia con se stessi sia una forma di buongiorno e il sorriso sia la prima curva da regalare a chiunque!!! // The Flash mob, started from the blog Cimettolacurva, has been a statement of soft pride to affirm a simple idea: ideal beauty must not discriminate true people or create impossible role models, but should be a matter of harmony with yourself. We imagine a culture of body, fashion, show and everyday life in which being in harmony with yourself is the best goodmorning and smile is the first curve you can share with the world!

cropped-cropped-curvy-pride_bologna_1.jpg

L’anno scorso grazie alla collaborazione di Alberto Cacciari e all’adesione di tante blogger tra cui Giorgia Marino, Barbara Christmann, Alessandra Castagner, Miria-Plus Kawaii, Angie Found e di tanti amici siamo riusciti a farci notare e a porre l’attenzione sulla Curvy Revolution e sulla necessità di promuovere un’immagine della donna conforme alla realtà, sulle passerelle come nella vita. Perché nessuna debba più confrontarsi con modelli impossibili e irreali, e possa vivere la propria bellezza e sentirsi in armonia con le proprie forme. // Last year, thanks to the partnership with Alberto Cacciari and with many bloggers like Giorgia Marino, Barbara Christmann, Alessandra Castagner, Miria Plus Kawaii, Angie Found and so many friends, we succeded in spread Curvy Pride and the need to promote an image of real women, on runways as in everyday life. Because none of us should ever compare herself with unreal role models, but should live her own true beauty.

Il Curvy Pride 2014 si propone di andare oltre e di lanciare un messaggio ancora più forte e più incisivo rivolto a tutti. Per questo oltre al flash mob, di cui vi darò i dettagli nei prossimi giorni, abbiamo deciso di organizzare un grande dibattito pubblico di confronto sui temi della Curvy Revolution e abbiamo deciso di legare il Curvy Pride ad un’azione concreta di sostegno alla Onlus Fa.Ne.P. (Associazione Famiglie Neurologia Pediatrica) che dal 1983 si occupa della prevenzione e diagnosi precoce nell’ambito dei disturbi alimentari dei minori e delle malattie neuropsichiatriche infantili. // With 2014 Curvy Pride, we want to spread an even more powerful message. So, this edition, we organized a great public debate in order to discuss Curvy Revolution’s points and aims, so we decided to collaborate with Onlus Fa.Ne.P. to a real eating desorder’s project in teenagers and children.

Raccolta fondi per FANEP – Il Curvy Pride 2014 devolverà i soldi raccolti a favore di FANEP, e lancerà la nuova campagna di sensibilizzazione e aiuto sul territorio organizzata da FANEP per il 2014/15. In cambio FANEP fornirà a Curvy Pride la più ampia consulenza scientifica sui temi dell’autostima, del rapporto con il cibo e con il proprio corpo. // Fa.Ne.P fundraising – 2014 Curvy Pride will donate money to Fa.Ne.P. and will help launching a new social campaign. Fa.Ne.P, on its side, will offer to Curvy Pride an important expert and scientific advice on self acceptance and eating desorder.

Per tutti questi motivi l’8 novembre a metterci la curva dobbiamo essere in tanti!
A breve tutti gli aggiornamenti. Seguiteci qui e su  Facebook cliccando mi piace alla nuova pagina Curvy Pride  e su Twitter diventando follower dell’account! // That’s why we should be all there the 8th of November and put our curves on! News will coming soon.

Stay tuned, stay curvy.