Etichettato: mammafordummies

#MyCurvyPride: ALICE

Alice è la creatrice del Blog MAMMA FOR DUMMIES “quelle che se arriva sera ed è ancora vivo è già un successo”!

Chi sei? Mi chiamo Alice, ho 32 anni. Sono impiegata dalle 8:00 alle 16:00 e mamma e moglie per il resto del tempo. Ho un bambino di quasi un anno, Luca. Un concentrato di carica ed energia: il mio personale trainer personale.

alice 9 mese

Che cos’è per te Curvy Pride? Credo che il Curvy Pride sia una sorta di pace interiore: una consapevole accettazione, senza compromessi, di ciò che si è. Per quel che mi riguarda è il mio personale patto di non belligeranza tra il mio aspetto e la mia testa.

Ti sei mai sentita/o discriminata per la tua fisicità? No, mai. Mi sono sentita discriminata sul lavoro in quanto donna, ma questa è tutta un’altra storia!

Come hai reagito? Semplicemente ho tirato fuori le palle. Ho dimostrato che a parte la forza, non ho davvero niente in meno rispetto agli uomini.

Come hai imparato ad accettarti e ad amarti? Fin da ragazzina, durante l’età più complessa sotto questo punto di vista, ho sempre cercato di avere dei modelli di riferimento REALI. Una volta cresciuta poi ho sempre cercato di attirare l’attenzione o farmi notare più per la testa che per l’aspetto… La situazione credo mi sia sfuggita un po’ di mano: infatti sono perennemente in scarpe da tennis e jeans! Ma anche su questo lavorerò!

Che cos’è la bellezza? E che peso ha nella tua vita? Sono un’esteta per tutto ciò che mi circonda, in particolare gli ambienti, la casa, i luoghi dove vado… Mi piace circondarmi di cose belle; invece per ciò che riguarda le persone sono totalmente ammaliata da chi sorride. Senza troppa retorica credo infatti di poter affermare che la vera bellezza per me è la felicità.

wp-1469992381224.jpg

Qual è la figura maschile o femminile che più rappresenta il tuo ideale di bellezza e perché? Se devo scegliere una persona in particolare che tutti possano conoscere direi Malika Ayane: una bellezza non convenzionale, una donna piena di talento ed interessi sempre sorridente. Ha una grazia innata.

Se potessi esprimere un desiderio cosa vorresti cambiare attraverso la Curvy Revolution? Un grande successo del Curvy Pride sicuramente potrebbe essere cambiare i canoni di bellezza a cui si ispirano le ragazzine. Ci sono momenti davvero delicati sia per la costruzione della propria autostima che della propria percezione di se stesse che spesso vengono compromessi da riferimenti sbagliati: modelle troppo magre o bellezze artefatte irraggiungibili.

Qual è la curva che ami di più del tuo corpo? Perché? Sul lato sinistro del ventre ho una piega bruttissima, dovuta al cesareo. Esteticamente è terrificante, ma la porto con fierezza perché da lì è uscito il mio bambino (nrd. cesareo).

Se ti dico Curvy Pride qual è la prima cosa che ti viene in mente? Un gruppo di donne intelligenti che hanno deciso di volersi bene.

Una frase che ti rappresenta? Non è una mia frase, ma la frase della mia ex coinquilina, una sera di qualche anno fa parlavamo tra single ovviamente di uomini e per spiegarmi il fatto che non fosse troppo presa dal ragazzo con cui stava uscendo mi disse:”vedi, il fatto è che io non riesco a desiderare un uomo come un piatto di pasta al ragù!”