ELISABETTA VICCICA: LA STILISTA (e non solo!!!) DEL CURVY PRIDE POINT DI CIAMPINO!!!

Elisabetta, come è nata la tua passione per tessuti, bottoni, zip e… curvy? La mia passione è nata quando ero piccolissima! Mia nonna mi raccontava sempre che creavo abiti per le barbie fin da quando avevo 3-4 anni. Da allora non ho mai smesso, anche se ho iniziato realmente a creare totalmente i miei capi da qualche anno (prima mi limitavo a disegnarli). Oggi curo tutto: dal disegno, al cartamodello, ai capi per le mie clienti. Nel 2010 ho registrato il marchio Evha&Eva. Quest’anno, grazie a Valeriano Matteucci titolare di Special Days, che ha creduto in me e nel mio lavoro, è nato il Salotto della Moda su misura.

img_0422

Cosa ami del tuo lavoro? Osservare, ammirata, le Donne che vesto: guardarsi allo specchio e piacersi, sentendosi femminili e sensuali. E poi la creatività! Non sopporto la monotonia. Il mio lavoro mi permette di spaziare: dalla lingerie, agli abiti, dai costumi per lo spettacolo (teatro/tv/cinema), in particolare il burlesque – che adoro – e poi con le varie collaborazioni, imparo ogni giorno cose nuove e soprattutto non mi annoio mai. Lavoro impegnativo e stancante, ma ricco di soddisfazioni.

La soddisfazione più grande da quando hai aperto il tuo Atelier? Sicuramente l’apprezzamento da parte delle clienti! Chi viene nel Salotto della Moda, sa di trovare un ambiente dove non solo può vestirsi, ma viene consigliata a 360°. Un po’ come faremo il 24 settembre, quando dedicheremo la giornata alla consulenza d’Immagine: dal trucco al parrucco, passando per l’abbigliamento intimo agli abiti da cerimonia. Ci sono anche le camicie da uomo, quindi anche loro sono invitati! Un team di esperti sarà a disposizione per suggerire e consigliare donne e uomini, per un look che non solo sia adatto alle varie occasioni, ma che valorizzi anche la persona e la aiuti a sentirsi bene con se stessa. Anche quando un capo non è realizzato su misura, io consiglio sempre di personalizzarlo, rendendolo unico e soprattutto che identifichi chi lo indossa.

3 “consigli d’oro” per una Curvy alla ricerca di un outfit? Dal mio punto di vista, i difetti non vanno nascosti, ma valorizzati: devono diventare un punto di forza e non di debolezza. Sono per l’utilizzo del colore, ma non forzato: basta con il nero che sfina (anche se un capo nero non deve mai mancare nel guardaroba di una donna). Siamo sorridenti! Indossiamo i colori che ci rappresentano. Esaltiamo le forme, senza nasconderle in sacchi informi. E poi ricordiamoci sempre che siamo donne: la femminilità, qualunque capo decidiamo di indossare, deve essere la nostra caratteristica principale. L’importante è non eccedere mai, e soprattutto la parola chiave deve essere una: BUONGUSTO.

A cosa una donna non deve mai rinunciare? Alla femminilità. Qualunque cosa si indossi, qualunque taglia abbia, una donna non deve mai smettere di essere femminile.

img_0454

Sei una delle ideatrici del Concorso Bella in Carne. Qual è l’obiettivo di questa manifestazione? Valorizzare le donne con le curve. Aiutarle ad amarsi un po’, aumentando la propria autostima, mettendosi in gioco, senza però diventare fenomeni da baraccone. Quando abbiamo iniziato volevamo dimostrare che una donna può essere bella, anche se in carne, a prescindere dal peso e dalla taglia. Ovviamente il nostro non è un inno all’obesità, ma una dichiarazione di amore verso sé stesse. Una sana autostima è il primo passo per imparare a volersi bene e a prendersi cura di se stesse. Siamo giunte alla 5a edizione e direi che l’obiettivo è stato centrato in pieno.

E sei anche la Presidente dell’Associazione AMARSI UN PO’. Qual è la sua mission? Esattamente lo stesso del concorso Miss Bella in Carne, di cui l’Associazione è ente promotore. Lo scopo è quello di diffondere una cultura della bellezza che vada oltre gli steccati ideologici e culturali, che contempli una visione ulteriore rispetto al “bello” stereotipato. Inoltre scopo fondante dell’associazione è quello di combattere ogni tipo di discriminazione, sia questa legata alle condizioni sociali, al censo, all’orientamento sessuale delle persone. Più in particolare l’associazione si occupa alle donne e uomini in carne, anche attraverso eventi e manifestazioni, attività di vario tipo connesse allo scopo principale dell’associazione.

Perché hai deciso di diventare un Curvy Pride Point? Tutte le mie attività, a partire dalla linea Evha&Eva, passando dal Salotto della Moda, il concorso Miss Bella in Carne e l’Associazione Amarsi un po’, compresa l’Agenzia di Modeling che sto impiantando, hanno un obiettivo comune: valorizzare le curve ed aiutare le persone ad accettarsi e ad amarsi. Il gemellaggio con Curvy Pride e l’amicizia con Marianna sono un valore aggiunto, che si sposano bene con tutto ciò che faccio, quindi diventare un Point, per me era un passaggio quasi sottinteso. Sono dell’idea che l’unione fa la forza, ed abbiamo tanto lavoro da fare insieme. Il Salotto della Moda, per come è stato ideato vuole essere non solo uno showroom, ma un punto di riferimento per incontrarsi e dare vita a molteplici attività e supporto alle persone.

Quanto è importante l’aiuto reciproco per imparare ad amarsi? Tantissimo. E’ lo spirito base per qualunque percorso si voglia intraprendere.

Se dico DONNA? Dico “AMARSI UN PO’ (DI PIU’)“.

 

se_curvy_pride_Luca

Ci vediamo il 24 Settembre 2016! Non mancate!

Il Salotto della Moda … su Misura

via Kennedy n. 84 Ciampino c/o SPECIAL DAYS

MORENA BOUTIQUE: UN NUOVO CURVY PRIDE POINT A TERNI!!!

Morena, come hai iniziato? Prima di aprire la mia attività, ho lavorato per quindici anni in uno dei negozi di abbigliamento più prestigiosi e apprezzati di Terni. Ora festeggio i miei 26 anni di lavoro.

Cosa ami del tuo lavoro? La creatività che posso applicare al lavoro di tutti i giorni, ma anche il contatto con il pubblico e il riuscire a far osare le donne, facendole sentire speciali.

La soddisfazione più grande da quando lavori? Vedere che dopo 26 anni di attività molte clienti mi seguono ancora.

morena-satolli-morena-boutique-terni-donne-curvy-1

3 “consigli d’oro” per una Curvy alla ricerca di un outfit?

  • Scegli un outfit in cui ti senti a tuo agio;
  • Accetta i consigli dell’addetta, perché sicuramente saprà aiutarti a mettere in rilievo i tuoi punti di forza;
  • Indossa sempre anche il sorriso: quello sta bene con tutto!

Ci saranno delle novità “fashion” in questo autunno? Certo, come ogni anno. Dainetto, frange ed ecopelle saranno il must della stagione che arriva. In realtà, soprattutto dopo 26 anni di attività, si vede che la moda è sempre un ritornare, un ricircolo di capi che, temporaneamente, tornano ad essere in voga.

Offri anche soluzioni per la cerimonia? Sì, ma cercando di rimanere in un look elegante e sobrio, in modo che, cambiando magari gli accessori, gli abiti proposti possano essere riutilizzati anche per altre belle occasioni come una cena importante, un aperitivo, un’uscita a due.

A cosa una donna non deve mai rinunciare? Ad essere se stessa in tutti gli ambiti della sua vita.

Perché hai deciso di diventare un CURVY PRIDE POINT? Da quando facevo la commessa nel vecchio negozio, notavo che molte persone avevano problemi a trovare le taglie. Mi riproponevo che, se mai avessi aperto una mia attività, avrei sempre curato questo aspetto. Ora il sogno si è avverato e diventare CURVY PRIDE POINT significa dare alle clienti ulteriore attenzione, guardando avanti per offrire anche una filosofia che mi piace al lavoro che amo fare per loro.

morena-satolli-morena-boutique-terni-donne-curvy

Quanto è importante l’aiuto reciproco per imparare ad amarsi? È fondamentale. Quando mi vedono indossare qualcosa di diverso dalla norma, ad esempio, sono spinte ad osare, a pensare “allora anche io posso!”. Più siamo a dirlo e a farlo, più amarsi diventerà normale. Fortunatamente, vedo un gap tra la mia e la nuova generazione, dove le ragazze mi sembrano più libere a sperimentare.

Se dico DONNA? Se dico donna dico tutto! Ogni donna è tante parole: fascino, femminilità, eleganza, mamma, donna in carriera…non esiste una definizione unica, ma una molteplicità di sfumature che insieme diventano donna.

se_Curvy Pride Point

Morena Boutique – via Garibaldi 56, Terni.

se_curvy_pride_LucaCi vediamo il 01/10/ 2016 all’inaugurazione del CURVY PRIDE POINT!
Molte sorprese ci attendono!!!
…. STAY TUNNED!

 

CASTING TIME: CERCASI MODELLE CURVYSSIME!!!

Continuano le selezioni per la ricerca di MISS CURVYSSIME 2016!!

21 SETTEMBRE 2016 – TORINO

29 OTTOBRE 2016 – ROMA

Sei una futura sposa Plus Size? Partecipa al Concorso Miss Curvyssime 2016 e VINCI l’ABITO da SPOSA dei tuoi sogni, personalizzato come vuoi tu! La vincitrice affiancherà la modella curvy Hillary Marrazzo nel nuovo catalogo Curvyssime 2017.

pizap-com14739640344261

Non ti stai per sposare… ma desideri diventare Miss Curvyssime 2016? Puoi partecipare ugualmente! Non vincerai l’abito, ma potrai coronare il tuo sogno di essere la modella del Catalogo Curvyssime 2017!

Per partecipare al concorso basta iscriversi sul sito www.curvyssime.it

COSA ASPETTI? 

Prossimo appuntamento il 21 Settembre 2016 a Torino, in Corso Stati Uniti n° 16 presso ATELIER MIELEDARANCIO SPOSI.

Cristina Giuccioli: «Amo le ragazze dalle forme generose, perché non lo sono solo nella loro fisicità, ma lo sono nel loro modo di essere, profondo e sincero. Grazie alle mie spose e a un mondo dove i valori personali sono importanti più di ciò che appare, un mondo pulito e ricco di emozioni. E’ a questo mondo che mi sono ispirata ed è nata la linea di abiti da Sposa CurvySSime».

curvyssime-sposa-curvy-about-us

 

 

 

INAUGURAZIONE CURVY PRIDE POINT: 24 SETTEMBRE A CIAMPINO (RM)

Ci siamo!

Non mancate all’inaugurazione del nuovo CURVY PRIDE POINT!!!

Il 24 Settembre 2016 il Salotto della Moda… su Misura, viale Kennedy n° 84, presso SPECIAL DAY’s a Ciampino (RM) – Zona Commerciale, aprirà le porte all’Associazione CURVY PRIDE!!!

se_Curvy Pride Point

La stilista e proprietaria dell’Atelier è una nostra carissima amica: la generosa, solare, stupenda ELISABETTA VICCICA!

14034772_10210452550333166_4483079330355270250_n1

 

Ideatrice insieme a Romina Diana del Concorso Bella in Carne,

Presidente dell’Associazione Amarsi un po’,

Stilista di abiti e lingerie, … e non solo!

Un vulcano di idee e un tornado di passione per la vita e per le Curvy!!!

 

Non mancate! Sarà una giornata ricca di eventi:

cattura

Vi aspettiamo Sabato 24 Settembre 2016 insieme a Elisabetta Viccica e a Marianna Lo Preiato, Presidente dell’Associazione Curvy Pride!

NON MANCATE!

se_curvy_pride_Luca

 

 

#MyCurvyPride: DANA PAGLIARO

Diana Pagliaro gestisce il blog MORBIDANU’.

Chi sei? Ciao, sono Dana, ho 29 anni e dopo aver passato anni a lottare contro i chili di troppo, ho deciso di fregarmene e di fare di quella che credevo la mia più grande debolezza, la mia forza. Qualche mese fa infatti, dopo tanti dubbi e ripensamenti, ho creato un blog sull’argomento e devo dire che si sta rivelando essere un’esperienza quasi catartica.

P_20160807_134620_BF

Che cos’è per te Curvy Pride? Trovo sia un discorso un po’ complesso, nel senso che l’orgoglio di appartenere ad una determinata categoria, che sia fisica, religiosa, ecc… implica una sorta di tutela per una minoranza che fatica ad essere accettata dalla società, per cui pur essendo una fiera adepta del curvy pride inteso come non sentirsi una persona ed una donna (e qui il discorso diventerebbe ancora più complesso) di serie B, mi spiace che ci debba essere l’esigenza di doverlo “urlare” per avere credito (un po’ come il paradosso delle quote rosa) . A tale scopo, insieme ad altri blogger (la diva delle curve, curvy nene, plus kawaii, tondamente curvy, uomini di peso, mixlechic) abbiamo avviato una collaborazione il cui hashtag sarà #bodypositeamIT e l’obiettivo è proprio quello di diffondere un modo di concepire il proprio corpo distante dalla dittatura dei canoni estetici in vigore, e volta invece a valorizzare la bellezza e l’unicità che è in ognuno di noi.

Ti sei mai sentita discriminata per la tua fisicità? Soprattutto alle medie, non veri e propri atti di bullismo, ma a quell’età l’importante è omologarsi e fare gruppo, poco importa se attraverso uno sport, un gioco o prendendo di mira chi è diverso.

Come hai reagito? Persi interesse verso le persone, se loro non avevano interesse per me, io non ne avevo per loro. Non posso definirla apatia, in fondo “grazie” a quell’autoisolamento ho avuto modo di coltivare alcune delle passioni che tuttora arricchiscono la mia vita.

Come hai imparato ad accettarti e ad amarti? Il percorso verso l’autoaccettazione è cominciato al secondo anno delle superiori quando dalla ragioneria passai all’istituto d’arte, lì trovai un ambiente completamente diverso, tanto che all’inizio pensavo fossero matti sfasciati, cosa in realtà vera, ma nel senso più meraviglioso del termine…mi ritrovai con persone a cui non importava l’aspetto, la religione o l’orientamento sessuale di nessuno, lì cominciai ad aprirmi, invece a sentirmi bella anche con i chili in più ho cominciato quando ho scoperto un forum dedicato alle persone in carne. Era bello confrontarsi con persone che sapevano esattamente cosa provassi è tuttora attraverso la mia pagina, cerco di superare certi limiti che io più delle volte sono solo mentali.

Che cos’è la bellezza? E che peso ha nella tua vita? Per me la bellezza è un mix di cose non necessariamente tangibili come la gestualità, il tono della voce, il modo di parlare, di camminare e ci sono così tante varianti per ognuna di queste caratteristiche, che mi rendo conto di quanto sia inafferrabile il concetto di bellezza.

90473439-d36e-4f39-b303-005f41b5b548

Qual è la figura maschile o femminile che più rappresenta il tuo ideale di bellezza e perché? Devo dire che se parliamo di forma fisica, ho senza ombra di dubbio una preferenza per la morbidezza. Sarà che quando dipingo la trovo molto più interessante…i molteplici chiaroscuri e le linee che non si spezzano mai, se si guarda un corpo morbido senza preconcetti si può restare abbagliati dalla grazia e dell’armonia che esprimono.

Se potessi esprimere un desiderio cosa vorresti cambiare attraverso la Curvy Revolution? Semplicemente vorrei fossimo liberi da sovrastrutture e preconcetti in modo che ognuno possa essere libero di riconoscere a modo suo la bellezza nel mondo.

Qual è la curva che ami di più del tuo corpo? Molto banalmente il seno ed il sedere.

Se ti dico Curvy Pride qual è la prima cosa che ti viene in mente? Mi viene in mente l’orgoglio che si prova a sentirsi semplicemente se stesse.

Una frase che ti rappresenta? Il mondo è bello perché è vario.

#MyCurvyPride: CHIARA PEDACCINI

Il SORRISO è  il mio punto di forza. Non solo rende le persone più  belle, rende anche la vita più bella.
Mi sono sempre detta che se mi fossi sforzata sempre di sorridere, non ci sarebbe stato ostacolo che non riuscissi a superare. E così  è stato.

Chi sei? Mi chiamo Chiara Pedaccini, ho 23 anni e sono una ragazza semplice.

11807595_10204871511367697_2372649497189389995_o

Ti sei mai sentita discriminata per la tua fisicità? Si, molte volte.

Come hai reagito? Quando ero più  piccola me la prendevo, ma non con me stessa. Io mi sono sempre sentita bene nella mia pelle. Erano gli altri a voler farmici sentire male. Non mi faccio problemi a mettermi una minigonna o ad andare in spiaggia. E poi mi sono presa la mia rivincita, i bulli di quando ero piccola oggi sono dei falliti. Quindi urraaa per me!!!!

Come hai imparato ad accettarti e ad amarti? Non è una cosa che si impara. Bisogna amarsi per quello che siamo.  Pregi e difetti inclusi. Vorrei cambiare delle cose del mio corpo. Ma nella vita ci sono cose più  importanti.  Cosa cambia se porto una 48? Sono in salute e sono felice, ed è  questo quello che conta.

Che cos’è la bellezza? E che peso ha nella tua vita? La bellezza può avere tanti significati. Potrei farci un tema senza riuscire a cogliere pienamente il suo significato. Ci sono tante persone “belle”, ma la vera bellezza è quella che sta dentro di noi e la vedi nei gesti, nelle parole, e nei sorrisi. Oggi purtroppo siamo bombardati continuamente da ideali di bellezza estremi. Secondo me bisognerebbe tornare verso una bellezza più naturale e più simile a come siamo veramente.

c833d7f6-8a39-4e49-899c-07ba37617b2a

Qual è la figura maschile o femminile che più rappresenta il tuo ideale di bellezza e perché? Julia Roberts, trovo che sia molto bella e il suo sorriso disarmante.

Qual è la curva che ami di più del tuo corpo? La curva del sorriso.

Una frase che ti rappresenta? SORRIDETE E BUTTATEVI che la vita è una sola.

#MyCurvyPride: ISABELLA MARIA RICCI

Chi sei? Ciao, mi chiamo Isabella Maria Ricci, abito in un paesino di nome Roccasecca (FR). Ho 26 anni, studio Economia e Commercio all’Università di Cassino e del Lazio Meridionale.

11018152_10206476214453334_1414779444427673513_n

Che cos’è per te Curvy Pride? Per me Curvy Pride è una bella iniziativa per chi come me si sente bella anche con quel chilo in più.

Ti sei mai sentita discriminata per la tua fisicità? E’ ovvio che per alcuni fattori ti senti discriminata, anche se poi potrebbe non esser così. Penso che per tutte le ragazze che hanno quel chilo in più almeno una volta nella vita sia capitato di pensare di essere stata discriminata per la propria fisicità. Anche se episodi eclatanti non ne ho avuti.

Come hai imparato ad accettarti e ad amarti? Come ho imparato ad accettarmi e ad amarmi ? Bhè questa è una bella domanda. Quando ero adolescente sicuramente non mi accettavo come mi accetto ora. Mi sentivo “diversa” rispetto alle altre mie amiche o compagne di scuola. Ero quella che si vestiva sempre con le tute e i felponi. Con il passare degli anni e iscrivendomi all’università le cose sono cambiare radicalmente, iniziando ad essere più femminile e ad accettarmi e ad amarmi per quella che sono! Certo dovrei perdere ancora qualche chilo, ma mi sento comunque bene con me stessa e dai tempi in cui non volevo guardarmi allo specchio sono passata ai tempi che non solo mi specchio ripetutamente ma mi scatto milioni di selfie da pubblicare nei vari social!

Che cos’è la bellezza? E che peso ha nella tua vita? La bellezza per me è il riuscir ad essere propositivi con se stessi e con il mondo esterno. Nella mia vita la bellezza ha un peso relativo. Io mi reputo appunto io e sono bella così come sono!

wp-1472709849020.jpg

Qual è la figura maschile o femminile che più rappresenta il tuo ideale di bellezza e perché? Sarà  banale dirlo ma per me la donna bella per eccellenza è Monica Bellucci. Formosa, slanciata, castana con occhi scuri!

Se potessi esprimere un desiderio cosa vorresti cambiare attraverso la Curvy Revolution? Attraverso la Curvy Revolution vorrei far sentire le persone belle per quello che sono!

Se ti dico Curvy Pride qual è la prima cosa che ti viene in mente? Se penso a Curvy Pride mi viene in mente la parola PROPOSITIVO.

Una frase che ti rappresenta? Una frase che mi rappresenta è:”Arrabbiarsi da soddisfazione a chi ti ha fatto arrabbiare“, visto che sono una persona molto calma e che cerca di arrabbiarsi il meno possibile!

 

TODOS PODEMOS SER SEXY!

 

wp-1457958956373.jpg

L’ASSOCIAZIONE CURVY PRIDE è approdata anche in SPAGNA!

Vi presentiamo le nostre stupende amiche di GRANADA!

Sono solari, allegre, con tanta voglia di vivere e di divertirsi.

Il loro motto è #TodosPodemosSerSexy.

Guardate il loro video: è S P E T T A C O L A R E ! ! !


 

 

Capitanate da BKE FOTOGRAFIA & MODELS, si mettono in gioco con estrema simpatia per aiutare tutte quelle donne che, oppresse da stereotipi e complessi, non riescono a uscire dal loro guscio e … VIVERE!

Grazie GRANADA! Grazie SPAGNA! A PRESTISSIMO!!

#TodosPodemosSerSexy

roberto sunglasses fotografia modelosXLAnnaMery4
 

L’ASSOCIAZIONE CURVY PRIDE CERCA CURVY PRIDE POINT IN TUTTA ITALIA!

L’Associazione CURVY PRIDE cerca CURVY PRIDE POINT in tutta ITALIA!

se_Curvy Pride Point

L’Associazione CURVY PRIDE promuove la cultura della pluralità dei modelli di bellezza e vuole diffondere il suo messaggio su tutto il territorio nazionale.

Gestisci un esercizio commerciale? Condividi la cultura della pluralità dei modelli di bellezza?  Vuoi lanciare un messaggio a Donne e Uomini sul diritto di essere felici a prescindere dalla taglia che si indossa? Sostieni la lotta contro i disturbi del comportamento alimentare?

Allora, cosa aspetti! Diventa un CURVY PRIDE POINT!

pizap.com14705705287071

L’Associazione CURVY PRIDE cerca negozi di abbigliamento, bar, caffetterie, librerie, lidi balnearishowroom, parrucchieri, pasticcerie, scuole di danza, ecc. gestiti da persone che condividano i valori dell’Associazione e desiderino essere un punto di riferimento per donne e uomini intenzionati a riappropriarsi del rapporto con il proprio corpo senza essere condizionati dal giudizio degli altri per vivere con gioia e pienezza la propria vita.

L’obiettivo è creare dei punti di incontro “fisici” e non più solo “virtuali” dove conoscersi, scambiarsi idee e consigli, organizzare corsi ed eventi, … vivere!

Allora, cosa aspetti! Diventa un CURVY PRIDE POINT!

pizap.com14705738278051

******

Chi può diventare un CURVY PRIDE POINT? Qualsiasi tipologia di esercizio commerciale che condivida i valori dell’Associazione CURVY PRIDE e sottoscriva LA FILOSOFIA DEL QUI.

Cos’è la FILOSOFIA DEL QUI? E’ il decalogo redatto dall’Associazione Curvy Pride a cui ogni esercizio commerciale deve attenersi:

       Filosofia del QUI (decalogo)

  • QUI la bellezza non ha taglia;
  • QUI si sostiene la lotta contro i disturbi del comportamento alimentare;
  • QUI ogni persona è unica, speciale;
  • QUI gli stereotipi non possono entrare;
  • QUI si lavora per l’autostima e si nutre l’orgoglio;
  • QUI non è il peso a definire chi siamo e a influenzare i nostri giudizi;
  • QUI si osa;
  • QUI prima si sorride, poi si saluta;
  • QUI accettarsi è una parola da scrivere insieme;
  • QUI puoi sostenere il progetto CURVY PRIDE ed esserne protagonista!

pizap.com14705694293051.jpg

Dove trovo il CURVY PRIDE POINT più vicino a me? L’elenco dei CURVY PRIDE POINT è disponibile sul sito www.curvypride.it

Quanti CURVY PRIDE POINT è possibile trovare in ogni città? Nei piccoli centri un solo esercizio commerciale; nei centri medi 1/2 esercizi commerciali per quadrante/municipio (a insindacabile discrezione dell’Associazione CURVY PRIDE).

Cosa è possibile fare nei CURVY PRIDE POINT? Nei CURVY PRIDE POINT sarà possibile iscriversi all’Associazione Curvy Pride, ritirare la maglietta del CURVY PRIDE e organizzare insieme all’Associazione CURVY PRIDE eventi e manifestazioni ufficiali.

pizap.com14705752378051

Come si richiede di diventare un CURVY PRIDE POINT? E’ semplicissimo: basta scrivere a curvypride@gmail.com indicando i recapiti e la denominazione dell’attività. Verrai subito ricontattato!

se_curvy_pride_Luca

CONCORSO MISS BELLA IN CARNE: FINALE A ROMA IL 31 LUGLIO 2016!

wp-1457958956373.jpg

La finale del Concorso Nazionale MISS BELLA IN CARNE si svolgerà il giorno 31/07/2016 alle ore 21:00 presso il ROMA LATIN VILLAGE, Ponte Umberto I (Lungotevere – banchina altezza Palazzaccio). INGRESSO LIBERO!

1

Il concorso, arrivato alla sua quinta edizione, è riservato alle bellezze oversize ed è organizzato dall’ Associazione AMARSI UN PO’, presieduta dalla stilista romana Elisabetta Viccica in collaborazione con EVHA&EVHA e GC EVENTI.

A condurre la serata ANTHONY PETH e BONARIA DECORATO, mentre la madrina della serata sarà l’attrice IMMA PIRO.

A decretare la miss vincitrice un team molto eterogeneo, composto da esperti (e non solo) del mondo curvy”, oltre personaggi legati a vario titolo, al mondo dello spettacolo: Marianna Lo Preiato (Presidente dell’ Associazione Curvy Pride); Serena Gray e Claudio Petraglia (rispettivamente attrice/conduttrice e operatore cameraman Rai); Lucia Aparo (Ambasciatrice dei Talenti e ideatrice del “Premio Musa d’Argento”), Sandra Cresto (editrice della rivista Zurban); Erno Rossi e William Vittori (titolari di EDS WP Eventi), Stefano Compagnucci e Simona Patrizi (Studio Compagnucci), Michela Perrotta (ideatrice del Progetto “You Donna”); Cristina Sanna (Radio Globo); non ancora confermata la presenza della conduttrice tv Floriana Rignanese. A presiedere la giuria, l’imprenditore palermitano Giuseppe Montesanto.

Ci vediamo il 31 luglio 2016 a ROMA!!!

Per informazioni si può consultare il sito ufficiale del concorso http://missbellaincarne.org oppure le pagine Facebook e Twitter “Miss Bella in Carne”.

locandiina